Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 559

Domani chissà

Felice Malgaroli

Un'infanzia "orfana" con il padre al confino e la madre lontana per lavoro, la scuola della strada, l'esperienza partigiana e la deportazione. Poi, il ritorno, il lavoro in fabbrica e la scuola serale per diventare elettrotecnico.
Estremi cronologici
1930 -1953
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 113
Collocazione
MP/91

[...] Mi accingo a fare un memoriale

Egidio Mileo

Un muratore lucano decide di dedicarsi agli affari e cerca un salumificio che mille problemi porteranno al fallimento. Sgorga e procede come un fiume limaccioso il racconto delle sue sventure, fino alla necessaria emigrazione di tutta la famiglia al Nord. In Basilicata non è possibile l'imprenditoria.
Estremi cronologici
1974 -1985
Tempo della scrittura
1985 -1986
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 161
Collocazione
MP/91

Memorias

Costantina Frau

Memoria, che oscilla fra passato e presente, di una donna della provincia di Oristano venuta a Roma da adolescente, educata dalle suore e impegnata nello studio fino a diventare insegnante.
Estremi cronologici
1950 -1988
Tempo della scrittura
1991 -2012
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 96 + 72
Collocazione
MP/93

[...] Siamo in Sicilia

Calogera Domina

Quarta di cinque figli di una famiglia siciliana in cui il nonno fu ucciso dalla mafia e i fratelli diventano comunisti e lottano per la terra, l'Autrice racconta una vita che ai suoi occhi diventerà bella solo dopo il trasferimento in Toscana.
Estremi cronologici
1940 -1955
Tempo della scrittura
1980
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 152
Collocazione
MP/93

Terra di San Nicola

Giuseppe Di Cola

Un ragazzo di Caccamo, emigrato a Milano, si sposa e diventa parrucchiere portandosi dietro, però,l'amore per la sua terra e la sua gente.
Estremi cronologici
1935 -1961
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 107
Collocazione
MP/93

Fornoli ieri e oggi

AA.VV.

Una ricerca permette agli alunni di una scuola elementare di avvicinarsi al proprio paese per riscoprirne origini e storia.
Estremi cronologici
1985
Tempo della scrittura
1985
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 38
Collocazione
A/86

Io mi racconto (bilancio di una cinquantenne)

Sebastiana Tarascio

Il bilancio di una vita non sempre felice e facile ma che, nell'insieme, ha visto la realizzazione di tre grandi sogni: il lavoro come insegnante, il matrimonio e la maternità, nel passaggio dalla Sicilia degli anni Cinquanta alla Torino degli immigrati.
Estremi cronologici
1935 -1985
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 50
Collocazione
MP/87

Oh! Castellazzina! Nella tua borgata, fra quella gente ...

Piera Rosa Risso

Una casa colonica, dove una maestra ha vissuto la sua infanzia, torna a popolarsi di presenze evocate nel ricordo di un lontano passato quando, ancora abitata, questa casa accoglieva fra le sue mura una numerosa famiglia, che in quel luogo ha trascorso anni felici.
Estremi cronologici
1928 -1935
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 207
Collocazione
MP/88

I giorni del pane di mais. Spunti di cronaca della mia famiglia

Enrico Venezia

Una vallata della bassa Irpinia, è lo sfondo contadino dell'autobiografia di un preside in pensione che, nel ricordo, rivive con grande nostalgia gli anni della sua giovinezza.
Estremi cronologici
1930 -1950
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 25
Collocazione
MP/89

Grazie professore

Gina Piccin

Costretta a lavorare in una filanda per provvedere alle esigenze di una numerosa famiglia, una ragazza rinuncia alla scuola. Con il tempo - grazie all'incontro con un'insegnante disposto a lezioni gratuite -, il bisogno di conoscenza torna alla ribalta e così, dopo l'abbandono del lavoro e gli studi febbrili, finalmente l'autrice comincia una nuova carriera: maestra elementare.
Estremi cronologici
1922 -1987
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 78
Collocazione
MP/89