Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 9

Giuseppe Zanardelli e il 1878

AA.VV.

Copia dei rapporti sulla sicurezza pubblica redatti da prefetti e da informatori, inviati al ministro dell'interno Zanardelli.
Estremi cronologici
1878
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
rapporti di polizia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 70 con ill.
Collocazione
A/87

Maternalismo storico

Saverio Tutino

Un giornalista di sinistra è inviato a Cuba nei più difficili anni del castrismo; dall'entusiasmo solidale per la rivoluzione passa a un atteggiamento più critico. Il diario contiene anche osservazioni sulla difficile situazione mondiale in piena guerra fredda.
Estremi cronologici
1964 -1969
Tempo della scrittura
1964 -1969
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 340
Collocazione
DP/85

Ricordi di guerra

Gesuino Virdis

Paracadutista, addestrato in un campo inglese attraverso un corso speciale, collabora con gli inglesi dell'intelligence corps in missioni di spionaggio militare ad alto rischio, di cui dà informazioni anche al Cln. Quando viene arrestato, giunge provvidenziale il 25 aprile con la liberazione.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1945
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 39
Collocazione
MG/95

Il ribelle

Arthur Journo

Può avere un'esistenza tranquilla un ebreo nordafricano, suddito francese e cittadino di Tripoli, quando questa era sotto il dominio italiano? Le peripezie affrontate da un commerciante con un gran fiuto per gli affari, costretto a lasciare la città natale allo scoppio della guerra arabo-israeliana, non finiranno neppure nello stato di Israele, del quale è stato soldato.
Estremi cronologici
1922 -1990
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotografie
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MP/98

Le mie memorie

Vincenzo Coccia

Rimasto orfano all'età di dieci anni, cresciuto in collegio, diciottenne si arruola volontario nell'esercito e parte per l'Africa Orientale. Farà le guerre coloniali, partecipando anche ad operazioni di polizia per scovare i ribelli indigeni, e supererà indenne la sconfitta italiana per mano degli inglesi, intraprendendo successivamente attività di contrabbando e spionaggio. Tornerà infine in Italia per prendere moglie e farsi una famiglia.
Estremi cronologici
1912 -1953
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 127
Collocazione
MG/01

Storia di famiglia

Lorenzo Musci

Dalla fine dell'Ottocento agli anni Cinquanta, un contadino pugliese racconta la sua vita e quella della sua numerosa famiglia. Alle prese con la miseria derivante dalla protervia della "padrona", dalla grandine e dai debiti, è costretto ad emigrare negli Usa con i sedici figli. I fratelli lo avevano fatto prima di lui. Uno solo dei figli è costretto a tornare in Italia.
Estremi cronologici
1862 -1956
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 21
Collocazione
MP/02

Epistolario 1849-53 Vita grama di una spia di Radetzky

Adalulfo Falconetti

Infiltratosi tra gli "Emigranti" fuggiti dal Lombardo-Veneto e riparati in Piemonte, raccoglie notizie per conto della polizia austriaca sulla fervida attività sovversiva dei rivoluzionari di tutta Europa: i progetti insurrezionali volti a liberare gli stati nazionali dall'Austria con l'aiuto delle grandi potenze europee, dei quali molto si parla nei salotti  torinesi che frequenta, vengono da lui riferiti al "delegato al buon ordine" Prandini accompagnati da continue richiesta di danaro per i propri servigi e di reintegro nella propria attività lavorativa.
Estremi cronologici
1849 -1853
Tempo della scrittura
1849 -1853
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
63 p.
Collocazione
E/Adn2

Diario

Laura Paola Gerna

La vita di Laura, adolescente serena e spensierata ma molto attenta a ciò che caratterizza il suo tempo, ruota attorno alla scuola e alla famiglia: la cugina Cinzia, in particolare, è compagna ideale nella scoperta delle cose del mondo. I primissimi anni '80 sono ricchi di eventi e di tensioni internazionali: quel clima si ritrova negli scritti della giovanissima autrice che lo descrive facendo personali riflessioni su comunismo, capitalismo, terrorismo, politica, progressi scientifici.
Estremi cronologici
1979 -1982
Tempo della scrittura
1979 -1982
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
819 p.
Collocazione
MP/Adn2

Quando avevo dodici anni tenevo un piccolo diario

Vittorio Polleri

La Seconda Guerra Mondiale e la Resistenza sulle montagne del genovese e dell'alessandrino rivivono, anche nei risvolti meno limpidi e più dolorosi, attraverso i ricordi di un ragazzino, di buona famiglia e di buona cultura, curioso ed attento agli avvenimenti ai quali gli era stato dato di assistere.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
2003 -2011
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
396 p.
Collocazione
MG/Adn2