Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 131

C'ero anch'io...

Leonardo Algardi

Autobiografia di un "figlio del secolo" protagonista come "afascista" della vita culturale italiana nel Ventennio e anche dopo: dall'adesione al movimento futurista all'attivismo nei gruppi universitari fascisti, dalla passione per l'aviazione a quella per il cinema che gli consentirà di frequentare molti personaggi famosi e di assistere alla nascita del Centro sperimentale di cinematografia.
Estremi cronologici
1910 -1998
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Consistenza
pp. 194
Collocazione
MP/99

Da e Da

Daniela Guardamagna , Dante Guardamagna

Daniela e il padre Dante si scrivono fittamente nei dieci mesi in cui lei, docente universitaria, è colpita da una grave malattia. E' uno scambio di lettere tra il "comico" (Daniela) e la sua "spalla" (Dante), missive piene di ironia e arguzia, fatte di citazioni, neologismi, fantasia e tenerezze.
Estremi cronologici
1996 -1997
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 73
Collocazione
E/99

Cittadina di due mondi

Rosanna Tocchetto

Innamorata di un militare polacco, lo segue, sposandolo, nel suo paese: ma nella Polonia stalinista si soffre la fame. Quando lui viene confinato come sovversivo, forse in Siberia, si offre a lei l'occasione di cambiare vita, dopo anni di maltrattamenti: sola e con due bambini, la giovane donna, conosce il mondo del cinema polacco e i salotti intellettuali di Varsavia. Tornerà in Italia dopo dieci anni, con i figli, separata legalmente.
Estremi cronologici
1945 -1957
Tempo della scrittura
1960 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 138
Collocazione
MP/99

1967

Gino Tirelli

Le molte sconfitte dell'idealismo di uno studente introverso, all'ultimo anno di ragioneria, mentre l'Italia andava scuotendosi grazie alla contestazione studentesca, che lui vede da lontano. Una storia di salde amicizie, anche femminili, con sullo sfondo la "disimpegnata" partecipazione a un movimento cattolico, la fondazione di un circolo culturale, aperto e chiuso a breve distanza, e una passione per il cinema.
Estremi cronologici
1967
Tempo della scrittura
1968 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 163
Collocazione
MP/99

Tra me e me

Mazia Tai

Trentatrè anni della vita di una scrittrice. Riflessioni, pensieri, sensazioni. Sposata, ha avuto tre figli. Nel '59 muore suo padre, nel '62 l'amico e il padre spirituale Don Giuseppe De Luca, nell''84 il suo primogenito.
Estremi cronologici
1956 -1989
Tempo della scrittura
1956 -1989
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 411
Collocazione
DP/00

Io, cancelliere

Vasco Ghiori

Un cancelliere in pensione appassionato di musica ripercorre gli anni della sua carriera lavorativa, elencando articoli del codice civile, articoli del codice penale, leggi e circolari ministeriali sulla detenzione.
Estremi cronologici
1938 -1998
Tempo della scrittura
1998 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 137
Collocazione
MP/00

Quando la terra scotta sotto i piedi.

Oberdan Troiani

Memoria di un pensionato, che rievoca gli anni dell'emigrazione in Colombia: ancora piccolo, parte con la famiglia in cerca di agiatezza economica e libertà. In continuo spostamento da un paese all'altro, si stabiliranno, ad un certo punto, nel cuore della foresta. Questa scelta di vita porrà Oberdan di fronte a nuove realtà, ad altri amici, a ritmi di vita spensierati e a grandi nuotate. Sullo sfondo una natura rigogliosa e piena di insidie.
Estremi cronologici
1917 -1932
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 96
Collocazione
MP/00

Diario dalle tenebre

Francalancia

Memoria sotto forma di diario, redatta su appunti dell'epoca (1943- 1945). Un traduttore in servizio presso le forze tedesche assiste, da acuto osservatore, alle scelte con cui il Reich tenta di scongiurare la sconfitta. Riesce con gravi rischi a passare notizie preziose ai partigiani. Solo a guerra finita, abbandonando Udine, ritrova la serenità nel lavoro e nella famiglia, senza mai dimenticare gli amori e le amicizie di quegli anni.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 645
Collocazione
MG/00

Ti avessi incontrato...in un bar

Antonietta Manzi

La scelta di curare con l'omeopatia il mal di testa che l'affligge, a causa della somatizzazione di una depressione, spinge un'insegnante di filosofia a confrontarsi con se stessa e a narrare tutto: l'innamoramento nei confronti del medico che la cura, la fine del suo matrimonio, la violenza subita nell'adolescenza prepotentemente riaffiorata alla memoria.
Estremi cronologici
1993 -1999
Tempo della scrittura
1993 -1999
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Trascrizione a mano: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 496
Collocazione
DP/00

Diario di un anno di guerra

Angelo Peroni

Diario intimo di un adolescente, coi suoi vivaci slanci idealisti. Riporta e commenta le sue molte letture, è convintamente anticlericale, si scaglia - con profondità e cognizione - contro la politica, "una scienza malvagia che finché non scomparirà non si potrà parlare di civiltà". La guerra è sulla sfondo, benché dolorosamente avverita.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tempo della scrittura
1942 -1943
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 219
Collocazione
DP/00