Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 563

[...] Estimada mamae

Ondina De Oliveira

Dopo essere stata rintracciata tramite consolato, una brasiliana, sposata con un emigrante italiano, scrive alla famiglia del marito comunicandogli la sua morte, avvenuta tre anni prima, e l'esistenza di due figli.
Estremi cronologici
1946
Tempo della scrittura
1946
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 2
Collocazione
E/T

Ai miei cari genitori

Paolo Cinquini

Un omaggio agli "idolatrati genitori": un emigrante italiano negli Stati Uniti, partito nel 1908 con "la valigia di cartone", scrive alla famiglia, promettendo il suo ritorno in patria.
Estremi cronologici
1911
Tempo della scrittura
1911
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
poesia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
p. 1
Collocazione
E/T
Parole chiave

[...] Innanzi tutto devo elogiarvi

Sergio Corsetti

Autobiografia di un "sensitivo": orfano di padre, dopo un'infanzia trascorsa in collegio, farà il sarto, il carpentiere, il commerciante e l'operaio, sempre guidato, nelle sue scelte, da premonizioni e doti paranormali.
Estremi cronologici
1941 -1991
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Trascrizione a mano: 1
Consistenza
pp. 10
Collocazione
MP/T

Gente di storia

Severo Giuseppe Cozzani

L'infanzia povera in Italia e poi la "la fuga" in Argentina come disertore militare, nel racconto di un emigrante che ha fatto fortuna e che per questo subisce un sequestro nel 1977.
Estremi cronologici
1918 -1977
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 7
Collocazione
MP/T

[...] Giovanni caro

Giuseppe Da Re , Luigi Da Re

Tre lettere dal Brasile: due fratelli scrivono separatamente ai parenti rimasti in Italia, informandoli sulla loro salute e sconsigliando il faticoso viaggio per raggiungerli oltreoceano.
Estremi cronologici
1919 -1922
Tempo della scrittura
1919 -1922
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 13
Collocazione
E/T

Storia inverosimile di Pina e dell'inutile carteggio per ritrovare il figlio Marco

AA.VV.

Storia di Pina Costa, ammalata di sclerosi multipla, abbandonata dal marito e privata del figlio. La battaglia per poterlo rivedere - prima che sia troppo tardi- ricostruita attraverso la testimonianza di un'amica giornalista e le lettere di mittenti diversi, tra cui un avvocato, Pina stessa e il figlio Marco.
Estremi cronologici
1960 -1990
Tempo della scrittura
1960 -1990
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
pp. 42
Collocazione
A/Adn

[...] Sono figlio di emigranti

Giuseppe Di Silvestri

Una famiglia italiana in Libia viene travolta dalla rivolta anticoloniale: dopo aver assistito all'uccisione del padre, un bambino viene fatto prigioniero. Si ricongiungerà alla madre solo a guerra finita.
Estremi cronologici
1915 -1946
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Allegati
Fotografie
Consistenza
pp. 3
Collocazione
MG/T

Irpinia

Gemma Capone

Dalla Svizzera all'Irpinia: un nostalgico viaggio a ritroso attraverso il quale una donna, residente con la famiglia oltralpe, rivive la sua infanzia trascorsa dopo la scomparsa del padre - in un orfanotrofio nel caldo e colorato Sud.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1900-1999
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Fine presunta: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
racconti
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 232
Collocazione
MP/Adn

Ai nostri monti ritorneremo

Adelina Allemandi

Gli anni di collegio a Vercelli, la guerra, il diploma e la ricerca affannosa di un lavoro. L'emigrazione in Svizzera e, finalmente, il posto da insegnante nel biellese.
Estremi cronologici
1932 -1989
Tempo della scrittura
1989 -1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 167
Collocazione
MP/91

Profughi di guerra

Felice Barbieri

Le disavventure di un giovane, reduce dalla sfortunata spedizione di ventimila famiglie italiane, mandate dal fascismo a popolare la terra di Libia. In Italia ci ritorna solo da profugo, affidato alle scarse cure di un regime ormai allo sbando. Solo nel 1955 troverà il lavoro e la quiete.
Estremi cronologici
1934 -1955
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 6
Allegati
Consistenza
pp. 123
Collocazione
MP/91