Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 30

[...] Lionello mio dilettissimo sposo

Leonello Castelbolognesi , Eugenia Grego

La fitta corrispondenza tra due giovani fidanzati, destinata a continuare anche dopo il matrimonio: il racconto della loro vita quotidiana, scandita dalle visite di cortesia e dagli impegni famigliari, e del loro amore, sincero e profondo, offre anche uno spaccato della società italiana nella seconda metà dell'Ottocento.
Estremi cronologici
1878 -1890
Tempo della scrittura
1878 -1890
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Integrazione
Consistenza
pp. 236
Collocazione
E/87

[...] In un paesino della Sicilia

Giada Coffari

L'infanzia negata di due fratelli trovatisi al centro di una complessa controversia legale che vede i genitori scontrarsi per il loro affidamento. La sorella minore, ormai adulta, rievoca le ripetute offese compiute contro di lei dal padre, il doloroso allontanamento dalla madre - che lei credeva morta -, infine il suo ritrovamento.
Estremi cronologici
1969 -1989
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Trascrizione a mano: 1
Consistenza
pp. 97
Collocazione
MP/90

[...] sono e mi chiamo

Renato Gerola

La figura di un patriota del Risorgimento italiano ricostruita attraverso due testimonianze dirette: una sua supplica al ministro dell'interno - contenuta in un documento rilasciato nel 1962 dal Comune di Gazoldo -, e il verbale di un'interrogatorio reso dopo essere stato arrestato con l'imputazione di "alto tradimento" per aver aderito a un "comitato democratico".
Estremi cronologici
1847 -1889
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1880-1889
Fine: 1962
Tipologia testuale
testimonianza
Tipologia secondaria
Memoria
verbale giudiziario
Natura del testo in sede
Trascrizione a mano: 1
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
pp. 3
Collocazione
A/T

Come nasce una casa...come muore una vita

Pietro Portonato

Alle prese con impresari poco onesti, i soci di una cooperativa edilizia si trovano improvvisamente oberati da debiti che non riescono a ripianare. La tormentata cronaca di una lunga vertenza che mette in luce anche i problemi dell'universo giustizia.
Estremi cronologici
1972 -1986
Tempo della scrittura
1976 -1987
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 53
Collocazione
MP/87

Una giustizia incantesimata

Ina Tardino

La brutta storia di un matrimonio rotto per le "particolari attenzioni" che il marito riserva ai figli ancora bambini. L'abbandono della famiglia e il ritrovato coraggio dettato dalla disperazione, spingono la donna a intentare contro il coniuge una causa giudiziaria, sullo sfondo di una Sicilia amara e di una società sorda.
Estremi cronologici
1934 -1984
Tempo della scrittura
1984
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 196
Collocazione
MP/90

Il simbolo delle sventura

Armando Scipioni

Processato e condannato con l'accusa di aver introdotto a Fiume giornali italiani contrari al governo slavo, un musicista affronta la prigionia e la durezza dei lavori forzati, rifugiandosi nella musica fino a comporre un "inno alla gioia".
Estremi cronologici
1945 -1949
Tempo della scrittura
1949
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 121
Collocazione
MP/90

Storia di una famiglia (Fornasari)

Ester Morselli

La storia di una famiglia contadina, raccontata dalla moglie dell'unico figlio rimasto: la difficile vita di chi lavora la terra, la partenza dei figli più grandi per il fronte e la loro morte. L'altro figlio viene arrestato con l'accusa di cospirazione contro il governo. Per la moglie dello stesso, infine, un po' di meritata tranquillità.
Estremi cronologici
1930 -1945
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
biografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 29
Collocazione
MP/Adn

[...] Io Quadrini Alessandrina ecco tutta la traversia della mia vita

Alessandrina Quadrini

Prima, una memoria che ricostruisce la vicenda di una bambina abbandonata alla nascita e adottata da una famiglia che non l'ama. La ricerca spasmodica dei veri genitori le porta solo un nuovo abbandono e un processo per diffamazione: la sua colpa è di essere nata prima di un'unione regolarizzata dal matrimonio. Poi, tutta la corrispondenza con i genitori naturali, che chiariscono il loro intento di non tenerla con sé.
Estremi cronologici
1910 -1962
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 42
Collocazione
E/99

Il palazzo che tiene

Arrigo Sacchi

Nel diario di un dirigente comunista emiliano, nonché sindacalista, la duplice esperienza di amministratore pubblico, presso il comune di Modena, e di giudice popolare al tribunale di Bologna: in entrambi i ruoli tanti casi di coscienza affrontati con slancio idealistico e poco tempo per la vita privata.
Estremi cronologici
1980
Tempo della scrittura
1980
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 190
Collocazione
DP/99

Dal trapianto all'espianto

Giuliano Artelli

Un avvocato affronta, dopo anni di attesa, il trapianto del cuore: per la famiglia e per il paziente sono giorni di forte tensione. Poi, superato l'intervento, l'uomo trascorre una sorte di volontario isolamento, quasi come scelta di non gravare sugli altri. Un'esistenza fatta di udienze e tribunali con la paura di diventare, prima del tempo, "un grande vecchio".
Estremi cronologici
1988 -1993
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 218
Collocazione
MP/99