Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 33

[...] Mi sono messo in testa di tenere un diario

Giulio Notarbartolo di Villarosa

Un adolescente diventa uomo: dagli anni dell'era fascista a quelli della ripresa economica; dai compiti in classe all'arruolamento volontario in marina; dalla fine degli ideali bellici all'inizio del sogno americano, culminato con lo splendido matrimonio, celebrato nella Crystal room dell'hotel Plaza.
Estremi cronologici
1933 -1953
Tempo della scrittura
1933 -1953
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
pp. 3396
Collocazione
DP/Adn

[...] A bordo della nave Eugenio C

Maria Maioli

Mentre é sulla nave che la riporta in Italia, una madre ricorda il rapimento dei due figli, da parte dei rivoluzionari argentini. Dopo sei mesi di prigionia e un ingente riscatto, i ragazzi vengono liberati: da qui la decisione del rientro.
Estremi cronologici
1949 -1977
Tempo della scrittura
1977
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 15
Collocazione
MP/Adn

Pianto in miniera

Adriano Zana

Un giovane appena diplomato va a lavorare in una miniera in Belgio,con la speranza di essere trasferito in fabbrica. Dopo tre mesi di lavoro sotto terra, torna deluso a casa.
Estremi cronologici
1948
Tempo della scrittura
1948
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 2
Collocazione
DP/T

Memorie di filatrice

Edvige Franchetti

Scrivendo di sera, dopo il lavoro sui campi, un'anziana contadina rievoca piccoli eventi di vita quotidiana trascorsi sullo sfondo della guerra, della resistenza e dell'emigrazione.
Estremi cronologici
1921 -1990
Tempo della scrittura
1989 -1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 438
Collocazione
MP/92

Il ritorno

Carlina Lorenzini

L'infanzia di una bambina in Argentina e il ritorno in Italia con i relativi disagi. Poi, gli studi, la guerra, lo sfollamento e la laurea, precedono un matrimonio forzato e molto infelice. Il lavoro del marito porta anche lei, insegnante, in Spagna, Messico e India, mentre nascono tre figli e un quarto muore. Alla fine, il divorzio.
Estremi cronologici
1924 -1964
Tempo della scrittura
1989 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 30
Collocazione
MP/98

Itinerario di una vita

Serretto Serretti

Un giovane antifascista, che ha pure ottenuto il diploma di capitano di lungo corso, è costretto a fuggire dall'Italia poichè è perseguitato dal fascismo e non trova lavoro. "Busca trabajo" in Argentina, spingendosi sino alla Patagonia ma la fortuna lo attende in Colombia.
Estremi cronologici
1901 -1928
Tempo della scrittura
1970
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 9
Consistenza
pp. 54
Collocazione
MP/01

Terrone beat extraparlamentare

Nino De Amicis

La maturazione sociale e politica di un adolescente abruzzese che emigra con la famiglia a Torino. Si ritrova con i meridionali emigrati, studia con passione, ama la musica e il cinema. Crescendo frequenta collettivi di estrema sinistra, rifuggendo però dall'uso della violenza "per finalità politiche".
Estremi cronologici
1964 -1973
Tempo della scrittura
2002
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 40
Collocazione
MP/04

Delle Brevi Mie Memorie

Alessandro Barbieri

Autobiografia di un emigrante italiano in Argentina, partito nel 1900 da un paesino della Lunigiana, perchè non riusciva a ripagare i debiti lasciati dai familiari. A Buenos Aires lavora al controllo dei percorsi ferroviari, spesso in condizioni avverse, al freddo, polvere e sotto la pioggia. I soldi risparmiati li invia in Italia per ripagare i debiti. Dopo la pensione e con proplemi di salute legati ai disagi nel lavoro, nel 1924 torna in Italia per curarsi.
Estremi cronologici
1872 -1933
Tempo della scrittura
1931
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 127
Collocazione
MP/Adn2

Antonio il Giovane Emigrante

Antonio Sbirziola

Nella Sicilia del dopoguerra un giovane, figlio di contadini, decide di lasciare le scuola per imparare il mestiere di saldatore. Per mancanza di lavoro è costretto a lasciare il paese e la famiglia. Si trasferisce prima a Genova dallo zio, per lavorare in un cantiere navale e poi in Australia, nel 1961, in cerca di un futuro migliore.
Estremi cronologici
1954 -1961
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 34
Collocazione
MP/Adn2

Il vero primo amore

Antonio Sbirziola

Nel 1967 Antonio, giovane emigrante siciliano arrivato in Australia alcuni anni prima e ormai inserito nel mondo del lavoro e nella società, decide di formarsi una famiglia. Rimane colpito dall'incontro con Rosa, di origine calabrese, sorella di un amico: con lei inizia a costruirsi un futuro.
Estremi cronologici
1967
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 55
Collocazione
MP/Adn2