Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 14

[...] 7 agosto 1956

N Nemo

Quasi cinquant'anni di vita, racchiusi nel diario personale di una casalinga: moglie e madre di due figli, si interroga costantemente sul proprio modo di vivere la fede. Riflessioni sul Vangelo, sul senso di carità cristiana e sulla formalità con cui, a volte, vive il senso religioso. Sullo sfondo la crescita dei figli e la loro educazione.
Estremi cronologici
1956 -2001
Tempo della scrittura
1956 -2001
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 406
Collocazione
DP/Adn2

Ricordi

Lucia Tornaghi

Un'insegnante dell'interland milanese si racconta: dopo un'infanzia e un'adolescenza serene, circondata dall'affetto dei nonni e dei familiari, con gli anni universitari inizia una prima forma di depressione, che poi si trasforma in anoressia. L'incontro con l'uomo che poi sposerà e la riscoperta della "bellezza della vita", la spingono a superare ogni difficoltà.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1970-1979
Fine: 1993
Tempo della scrittura
1988 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 173
Collocazione
MP/Adn2

La stazione di Selci Lama

Dino Torrioli

L'infanzia e l'adolescenza nel paese di origine, nella provincia di Perugia, sono scandite dalla scuola, dai giochi con gli amici, dall'affetto della famiglia. Il passaggio verso la maturità è segnato dall'arruolamento volontario in Marina e dalla deportazione in Germania: liberato dagli americani, affronta il lungo viaggio verso casa.
Estremi cronologici
1930 -1945
Tempo della scrittura
1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 153
Collocazione
MP/08

Limone & Cioccolato

Erminio De Biase

Un'adolescenza riletta attraverso l'amore verso la propria città e le sue tradizioni: le festività religiose, i piatti tipici, l'interesse per la scuola, la passione per i cantanti degli anni Sessanta: un ritratto sottilmente malinconico della propria gioventù.
Estremi cronologici
1953 -1993
Tempo della scrittura
1989 -2007
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 73
Collocazione
MP/08

Infanzia di profugo. Un'autobiografia familiare

Pasko Simone

L'infanzia trascorsa in Croazia, circondato da una famiglia affettuosa, prima del rientro obbligato in Italia nel secondo dopoguerra: il trasferimento in Puglia, una nuova casa cui adattarsi e il lento riappropriarsi delle radici familiari, in una memoria ripercorsa sul filo della nostalgia.
Estremi cronologici
1943 -1992
Tempo della scrittura
1980 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
lettere
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 97
Collocazione
MP/08

Inquietudini giovanil

Vincenza Simonetti

Il diario come luogo ideale cui affidare, da studentessa, tutte le proprie inquietudini, sia emotive che di natura religiosa: i rapporti con le compagne, la vita in provincia, gli echi del movimento studentesco e il proprio intimo rapporto con le fede. Un eleborato passaggio verso la maturità.
Estremi cronologici
1969 -1971
Tempo della scrittura
1969 -1971
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 62
Collocazione
DP/08

La ragazza di Lamon

Anna Maria de Lena Pavcovich

Nel ricordo del paese della propria infanzia, serena e circondata dall'affetto dei nonni, una pensionata ripercorre i momenti più intensi della giovinezza e maturità: il trasferimento a Bolzano, la vita con i genitori e i due fratelli, il complesso rapporto con il marito. Poi la scelta di un serio impegno in politica e la partecipazione alle attività dell'Unione donne italiane.
Estremi cronologici
1938 -1980
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 238
Collocazione
MP/Adn2

C'era una volta

Giuseppina Moscatelli

Le atmosfere di un paese dell'entroterra marchigiano: nella memoria di una pensionata, il ritratto corale di una comunità, di tradizioni e abitudini di vita. Ne emergono un'infanzia serena, le amicizie, i giochi con gli amici e l'affetto profondo verso il padre, emigrante in Francia.
Estremi cronologici
1959
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 34
Collocazione
MP/Adn2

[...] Avendo scritto

Nello Carli

La memoria autobiografica di un contadino toscano si sviluppa attraverso eventi significativi: il lavoro agricolo, così importante per una grande famiglia, l'impatto con la vita militare, il fronte greco albanese e la prigionia in Germania. Lontano dai ritmi scanditi dalle stagioni, affronta fame, sporco, combattimenti e il lavoro coatto, sino al rientro e alla formazione di una famiglia propria.
Estremi cronologici
1923 -1996
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 203
Collocazione
MG/09

Piccolo giornale di Andreina Del Panta

Andreina Del Panta

Il diario di una signorina della Firenze "bene", appassionata di pittura, arte e teatro, impiegata nella fabbrica del padre, che produce acqua ossigenata: uno spaccato della società della fine degli anni Venti, con notizie sui piccoli e grandi eventi dell'epoca. Sullo sfondo la sempre più capillare attività del Regime.
Estremi cronologici
1926 -1928
Tempo della scrittura
1926 -1928
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 77
Collocazione
DP/09