Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 406

Una donna del novecento. Ricordi di famiglia.

Maria Rosa Montobbio

Ormai anziana, Maria Rosa rivive l'infanzia in un piccolo paese della Liguria, assieme ai numerosi fratelli: le festività, le gite, i giochi, la scuola. Si sposa dopo la guerra, ha due figlie, insegna per brevi periodi, lavora nella ditta del marito e in pensione, si iscrive all'Università della Terza età.
Estremi cronologici
1920 -2000
Tempo della scrittura
2000 -2003
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 64
Collocazione
MP/06

Racconto di una vita

Giuseppe Melchiorre

Autobiografia di un pensionato abruzzese, sopravvissuto alla campagna in Russia, ai tedeschi in Italia, alle miniere del Belgio, alla vita nelle fabbriche del dopoguerra, ricordando sempre gli affetti familiari e l'amore per la campagna. Toccante l'episodio vissuto nei momenti della drammatica ritirata dal fiume Don, quando è padrino alla cresima, con il rito ortodosso, di un giovane russo che lo aveva sfamato per molti giorni.
Estremi cronologici
1921 -2005
Tempo della scrittura
2004 -2005
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 33
Collocazione
MP/06

Delle Brevi Mie Memorie

Alessandro Barbieri

Autobiografia di un emigrante italiano in Argentina, partito nel 1900 da un paesino della Lunigiana, perchè non riusciva a ripagare i debiti lasciati dai familiari. A Buenos Aires lavora al controllo dei percorsi ferroviari, spesso in condizioni avverse, al freddo, polvere e sotto la pioggia. I soldi risparmiati li invia in Italia per ripagare i debiti. Dopo la pensione e con proplemi di salute legati ai disagi nel lavoro, nel 1924 torna in Italia per curarsi.
Estremi cronologici
1872 -1933
Tempo della scrittura
1931
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 127
Collocazione
MP/Adn2

Le quattro stagioni

Dovizia Masi

Memorie di una casalinga originaria della Ciociaria, ultima di sei figli, rimasta orfana di entrambi i genitori in tenera età. Viene cresciuta in una nuova famiglia con un passato difficile da dimenticare: la madre adottiva, accusata di omicidio, trascorre alcuni anni in un manicomio giudiziario, dove viene creduta morta per sbaglio. Uscita si prende cura di lei fino al matrimonio con un ferroviere, costretto per lavoro a lunghe assenze da casa.
Estremi cronologici
1910 -1940
Tempo della scrittura
1985
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 118
Collocazione
MP/Adn2

Il vero primo amore

Antonio Sbirziola

Nel 1967 Antonio, giovane emigrante siciliano arrivato in Australia alcuni anni prima e ormai inserito nel mondo del lavoro e nella società, decide di formarsi una famiglia. Rimane colpito dall'incontro con Rosa, di origine calabrese, sorella di un amico: con lei inizia a costruirsi un futuro.
Estremi cronologici
1967
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 55
Collocazione
MP/Adn2

Gente, Attività, luoghi del mio territorio

AA.VV.

Raccolta di racconti autobiografici di un laboratorio di scrittura, svolto dal Circolo XXII Aprile di Modena. I racconti sono suddivisi in fasce di età, e dalle testimonianze emergono le trasformazioni morfologiche, culturali, ideologiche, che nel tempo hanno caratterizzato il territorio.
Estremi cronologici
1940 -2006
Tempo della scrittura
2006 -2007
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Racconti autobiografici
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 307
Collocazione
MP/Adn2

Come io ricordo

Achille Garritano

Il racconto di una vita ha inizio durante la Seconda Guerra Mondiale tra le colline di un paesino della Calabria, per continuare oltre Oceano, prima in Uruguay e poi in quella terra lontana, fatta di promesse, di speranze e di libertà, che si chiama America. A New York Achille lavora e si sposa con una conterranea conosciuta in Sud America: cominciando a fare un po' di fortuna si sposta con la famiglia in Florida anche se il destino gli toglie uno dei figli segnando per sempre la sua vita. Le sue memorie orali, pubblicate per i familiari in inglese, sono raccolte e tradotte in italiano dalla nipote.
Estremi cronologici
1938 -2006
Tempo della scrittura
2008
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 44
Collocazione
MP/Adn2

[Senza titolo]

Sara Bernardi-Kasparek

L'autrice, impiegata presso il consolato germanico di Milano, riporta in un'agenda le attività, gli incontri e le curiosità del suo lavoro.
Estremi cronologici
1974
Tempo della scrittura
1974
Tipologia testuale
Diario
Consistenza
pp. 40
Collocazione
DP/T2
Soggetti

Le mie prigioni

Milena Lavagnini

L'autrice ricorda la sua infanzia, il lavoro nelle mondine, le figure dei genitori, il trasferimento a Roma dopo il matrimonio, la nascita dei figli. Dopo la sofferta decisione di separarsi dal marito, l'autrice entra in contatto con delle amiche femministe e, a distanza di tempo, ricorda i punti di forza e di debolezza del movimento.
Tempo della scrittura
2007
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 10
Collocazione
MP/T2

Ricordando - una storia vissuta nel tempo di guerra

Flora Florenzi

Il racconto si divide in due parti: la prima sulla storia della sua vita, l'adozione, la scuola, il duro lavoro, il matrimonio e i figli; la seconda è incentrata sulla strage di San Pancrazio durante la seconda guerra mondiale.
Estremi cronologici
1923 -2009
Tempo della scrittura
1985 -2009
Tipologia testuale
Memoria
Consistenza
pp. 43
Collocazione
MP/T2