Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 175

Storia di lotte, lutti e letti di un "elettrosaldocarpentubi"

Pasquale Morabito

Un metalmeccanico lancia uno sguardo acuto e a tratti doloroso sul mondo delle fabbriche, soprattutto l'Ansaldo, sull'attività sindacale e sui progetti di ristrutturazione aziendale.
Estremi cronologici
1948 -2000
Tempo della scrittura
1993 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 657
Collocazione
MP/01

Io, Carlo Rossi...mi racconto!

Carlo Rossi

Memoria autobiografica di un pensionato che rievoca gli anni faticosi dell'infanzia, quando la sua vita era scandita dalla miseria e dalle preoccupazioni, sino all'ingresso in collegio e all'emigrazione in Germania, come tornitore. Dopo il matrimonio e una non facile vita famigliare, coltiva l'impegno politico nella Democrazia cristiana e la passione per il teatro, raggiungendo il riscatto morale ed economico.
Estremi cronologici
1924 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 741
Collocazione
MP/01

Una vita trascorsa in conceria

Ivo Vivaldi

L'impegno sindacale di un pennsionato, per oltre quarant'anni operaio in una conceria: membro del Consiglio di fabbrica e iscritto al Partito comunista, ha partecipato agli scioperi per migliorare i contratti dei lavoratori.
Estremi cronologici
1938 -1985
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
p. 1
Collocazione
MP/T2

Racconto di un giovane bracciante della bassa veronese

Renato Girardi

Di origini contadine, riesce con la sua caparbietà e il suo orgoglio, pagando anche in prima persona, ad affrontare molte lotte, a difendere diritti suoi e degli altri braccianti.
Estremi cronologici
1932 -1999
Tempo della scrittura
1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 7
Collocazione
MP/T2

[...] Sono nata a ...

Sirte Ghirardelli

La breve storia di un'attiva pensionata, che dopo diverse esperienze lavorative, aderisce al Partito comunista ed entra nella segreteria dello Spi-Cgil.
Estremi cronologici
1946 -1998
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 2
Collocazione
MP/T2

La mia vita nel sindacato CGIL

Rismo Riccò

Tornato dalla prigionia in Germania nel 1945, lavora prima come bracciante agricolo, poi come muratore. Si sposa e ha due figlie, ma la sua attività principale è l'impegno come sindacalista nella C.G.I.L. e come segretario della Camera del lavoro locale.
Estremi cronologici
1946 -1999
Tempo della scrittura
1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 10
Collocazione
MP/T2

Tentativo di descrivere, semplicemente la mia vita di lavoro

Giuseppe Botti

Memoria di un pensionato, la cui carriera lavorativa inizia come contabile in una ditta marmifera e continua presso la Banca Nazionale del Lavoro sino alla promozione a condirettore centrale. In oltre trent'anni di lavoro ha assistito ai cambiamenti tecnologici, all'informatizzazione delle procedure bancarie e ha svolto parte attiva nei rapporti esteri.
Estremi cronologici
1926 -1977
Tempo della scrittura
1975 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 246
Collocazione
MP/Adn2

Ho voglia di raccontare...

AA.VV.

Raccolta di scritti di un gruppo di pensionati che, stimolati da un bando della Lega Pensionati della CGIL del Poggese, hanno ricordato episodi significativi della propria vita: il lavoro da mezzadri, la capacità di adattarsi a qualunque impiego pur di sopravvivere alle restrizioni della guerra e la lotta per rivendicare i propri diritti di lavoratori.
Estremi cronologici
1940 -1981
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 88
Collocazione
A/Adn2

Vecchia fabbrica della Sacfem. Costruzioni ferroviarie stradali e tessili

Armando Zanchi

Un metalmeccanico in pensione ricostruisce la storia della sua esperienza lavorativa alla Sacfem di Arezzo, fabbrica specializzata nelle forniture per costruzioni ferroviarie. Un'amministrazione non troppo attenta alle esigenze dei lavoratori e gli attriti che l'autore incontra nei rapporti con alcuni superiori, hanno reso gli anni di lavoro intensi e combattivi, nonchè segnati da scioperi ed occupazioni, che anticipano la chiusura per fallimento.
Estremi cronologici
1961 -1988
Tempo della scrittura
1994 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 66
Collocazione
MP/02

Un impegno lungo quanto una vita

Vito Mercadante

Un preside in pensione ricorda l'impegno che ha contraddistinto la sua vita e quella della famiglia: onesti e laboriosi siciliani, antifascisti convinti, tornano a Palermo dopo la parentesi della guerra. L'autore inizia così l'attività nel partito comunista e nel sindacato scuola, dando il proprio contributo alla formulazione della legge 51, varata nel 1980, a favore dei progetti scolastici antimafia.
Estremi cronologici
1920 -1994
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 98
Collocazione
MP/02