Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 5

Echi della memoria

Guido Cavallero

Un novantenne di origini piemontesi, residente in Toscana, scrive la sua autobiografia abbracciando con eventi privati e pubblici tutto il Novecento. Dirigente capo alla Procura di Lucca, ha servito lo Stato come combattente regolare nell'esercito Regio, come partigiano e poi al servizio del Ministero di Giustizia, fino al pensionamento. Durante la sua vita si è dedicato ad attività di volontariato in associazioni militari, culturali e sociali.
Estremi cronologici
1915 -2008
Tempo della scrittura
2007 -2009
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 391 + 666
Collocazione
MP/10

Cesena, 13 giugno 1943

Giancarlo Cantalupi

Un uomo ricorda due episodi vissuti da ragazzino durante la Seconda guerra mondiale: un bombardamento alleato e un contrasto con un coetaneo al termine del conflitto.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1995 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
1 p.
Collocazione
MG/T2

Dal 1942 al 1945 - I miei primi tre anni di lavoro.

Romualdo Capecchi

La memoria tratta delle vicende quotidiane di un uomo dal 1942 al 1945. Ragazzo all'epoca dei fatti, impiegato nella scuola apprendisti dell'Ansaldo, ci racconta un'adolescenza vissuta tra bombardamenti, rastrellamenti, violenze e i primi segnali dell'organizzazione della Resistenza.
Estremi cronologici
1942 -1945
Tempo della scrittura
1995 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
5 pp.
Collocazione
MG/T2

Un po' di storia nella memoria

Silvano Saporetti

Nato in una famiglia antifascista, l'autore ricorda fin dall'infanzia gli avvenimenti che ha vissuto durante il fascismo e la successiva guerra: dagli anni della scuola alla partecipazione attiva alla resistenza.
Estremi cronologici
1933 -1945
Tempo della scrittura
1995 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
17 pp.
Collocazione
MG/T2

Il mio antifascimo

Valentino Pomatto

La storia di un ragazzino, infatuato dal mito del "duce", che crescendo tra i patimenti ed i disagi della guerra, compie una maturazione che lo porterà a combatterlo nelle file dei partigiani.
Estremi cronologici
1938 -1945
Tempo della scrittura
1995 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
14 pp.
Collocazione
MG/T2