Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 691

Memorie dell'infanzia e della gioventù di Francesco Vescio

Francesco Vescio

La guerra in Albania e in Grecia e, dopo la guerra, l'impegno sindacale e quello sociale descritti con puntigliosa precisione, un episodio dopo l'altro, nel lungo curriculum vitae di un agricoltore acculturato e ricco di varie esperienze, fino all'organizzazione di un centro sociale per anziani.
Estremi cronologici
1924 -1996
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 654
Collocazione
MP/97

Sulle orme del diavolo e del suo angelo custode.

Valeriano Zacchi

D'inverno, nelle stalle, quando comincia la tradizione dei "filò",zio Obe inventa, racconta, stimola, con domande sulle credenze religiose o meno. Superstizione e bigottismo, fantasmi e scherzi accompagnano il sesso serpeggiante nella promiscuità del buio notturno, tra miseria e voglia di vivere.
Estremi cronologici
1930 -1970
Tempo della scrittura
1965 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 144
Collocazione
MP/97

La mia vita dall'infanzia alla giovinezza

Paola Bartorelli

Un'insegnante ricorda la propria infanzia e la famiglia che viveva a Pisa, e trascorreva le vacanze a Massa. Durante il passaggio del fronte tutta la famiglia è costretta a numerosi spostamenti ma, al termine della guerra, per lei, c'è l'università, e la vita prende la strada del matrimonio.
Estremi cronologici
1930 -1945
Tempo della scrittura
1993 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 60
Collocazione
MP/98

Se il principe azzurro non arriva speriamo arrivi almeno il cavallo bianco

Chiara Alocchi , Antonietta Feresi Fabbri

Due amiche che hanno scelto di vivere senza legami duraturi si scambiano lettere in cui raccontano di numerose esperienze di sesso, ma anche di gite e vacanze.
Estremi cronologici
1990 -1997
Tempo della scrittura
1990 -1997
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 129
Collocazione
E/98

Una sera raccontando

Sergio Bartolucci

La lunga vita di un piccolo imprenditore edile: la guerra tronca la sua attività e il dopoguerra lo induce, sposato con due figli, a tentare la sorte in Argentina. Ma suo padre lo richiama in Italia, dove non avvengono miracoli.
Estremi cronologici
1925 -1996
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 117
Collocazione
MP/98

Ricordati di Rimini

Lella Botteghi

Un'insegnante in pensione rievoca un soggiorno estivo a Rimini nel 1947 in casa degli zii. Descrive nonni e altri parenti, racconta di una malattia presto guarita e poi il piacere delle giornate passate sulla spiaggia abituale delle sue vacanze.
Estremi cronologici
1947 -1960
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 36
Collocazione
MP/98
Parole chiave

La mia vita...i miei ricordi

Edda Bruchi

La vita di un'artigiana, nata in una famiglia di mezzadri, è tutta costellata da eventi funesti: prima l'asma, da cui guarisce, poi la morte ancora giovane di due figli. Storia del suo dolore e dell'amore che può vincerlo.
Estremi cronologici
1933 -1993
Tempo della scrittura
1997
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 71
Collocazione
MP/98

Racconto di vicende vissute al tempo di guerra

Anna di Marzabotto

Scene di guerra, soprattutto degli ultimi mesi, rievocate attraverso lampi di immagini, come sensazioni di paura. Una giovane è intrappolota dalla fuga dei tedeschi che la costringono nella sua Marzabotto, poi riesce a fuggire fino a Casalecchio e a Bologna, dove festeggia la Liberazione.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 18
Collocazione
MG/98

Bambina in guerra

Isabella Chesne Dauphiné

Un'insegnante di inglese in pensione racconta la propria infanzia in una famiglia antifascista durante la guerra, quando lei e suo fratello, minacciati di essere presi in ostaggio al posto del padre, fuggirono in Svizzera, dove rimasero fino alla sconfitta nazista e alla Liberazione.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 26
Collocazione
MG/98

Perché ogni mattina sia "la sera della prima"

Mariapia Mele

Ricordi in forma di storie, saggi, aforismi che parlano dell'infanzia, di due mariti, dei figli e degli amici. Scritta per trovare chiarezza in se stessa, la memoria parte dal lutto per la morte del secondo marito, per scrivere e rievocare tutta la loro vicenda comune.
Estremi cronologici
1943 -1997
Tempo della scrittura
1994 -1997
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 74
Collocazione
MP/98