Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 187

[...] Temo di aver dimenticato

Anna Autorino

L'analisi della realtà circostante, vissuta attraverso la televisione e i giornali, costituisce lo strumento di conoscenza del proprio io di un impiegata vittima di un esaurimento nervoso.
Estremi cronologici
1955 -1973
Tempo della scrittura
1955 -1973
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Allegati
Consistenza
pp. 462 con ill.
Collocazione
DP/Adn

Nel labirinto di una depressa

Santuzza Lischi

Una donna affetta da sindrome depressiva racconta la propria esperienza per aiutare tutte le altre donne che soffrono come lei e come la sua amica Beppa, suicida.
Estremi cronologici
1969 -1987
Tempo della scrittura
1987 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 8
Consistenza
pp. 303
Collocazione
MP/91

Lettere a un amico lontano

Renata Spinella

Uno stato di depressione e solitudine si esprime attraverso lettere a un immaginario interlocutore sul tema della solidarietà con coloro che soffrono.
Estremi cronologici
1989
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 207
Collocazione
DP/91

Quando le Beppe erano bambine

Santuzza Lischi

Una casalinga ricorda gli anni sereni della sua gioventù, i momenti difficili della guerra, le prime vacanze al mare e la grande amicizia con Beppa, sarta di campagna: "uno scorcio breve della mia infanzia che, però, è stato infinito per quel poco che è durato".
Estremi cronologici
1944 -1948
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 66
Collocazione
MP/Adn

[..] E' ancora molto caldo

Maria Paola Falcone

Per motivi di lavoro una giovane insegnante è costretta a lasciare il proprio mondo, peregrinando da una scuola all'altra senza trovare una nuova consistenza per la propria vita. Dovrebbe lasciare anche il fidanzato, quindi decide di sposarsi per ottenere il trasferimento.
Estremi cronologici
1992 -1993
Tempo della scrittura
1992 -1993
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 51
Collocazione
DP/94

[...] 1 gennaio. Ho aperto la porta della terrazza

Maria Anichini

Le lunghe giornate fra scuola, cucina, pranzi di Natale, domeniche piovose e "soppopera", con marito e figli, in un circolo vizioso che rende una donna colta e operosa, sempre più insofferente, soffocata da una prospettiva chiusa a qualunque speranza di libertà personale.
Estremi cronologici
1981 -1993
Tempo della scrittura
1981 -1993
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 513
Collocazione
DP/94

Due anni nella vita

Dominique Bruni

Un'assistente sociale si ricovera in un ospedale psichiatrico, per affrontare le conseguenze di una vita difficile segnata da due matrimoni - il secondo con un ex prete - che non le hanno portato fortuna.
Estremi cronologici
1972 -1974
Tempo della scrittura
1973 -1975
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 257
Collocazione
MP/94

[...] Non avrei saputo dove sei andata

Emilia Cardone

Dopo l'improvvisa morte della madre, un'insegnante quarantenne è colpita da una forte depressione; nel diario la descrizione di un nuovo rapporto con se stessa e con la famiglia che le gravita intorno.
Estremi cronologici
1991 -1992
Tempo della scrittura
1991 -1992
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 43
Collocazione
DP/94

Non so se il sogno continua

Maria Teresa Boschi

Otto anni di depressione trascorsi sotto le cure di un dottore che induce la paziente a ripercorrere in frammenti di immaginazione lirica le tappe della sua vita e a leggere nei sogni un profilo accettabile della propria identità.
Estremi cronologici
1986 -1994
Tempo della scrittura
1986 -1994
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
sogni
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 206
Collocazione
DP/95

Diario del malessere

Umberto Eliogabalo

Un uomo alla deriva: un servo di Dio che, smessi i panni del sagrestano, viene sfrattato dall'abitazione contigua alla chiesa. Fra l'intonaco sgretolato con punte di muffa e il rubinetto gocciolante, rievoca il passato, gli amori, la sessualità, le psicopatie e l'arte.
Estremi cronologici
1989 -1994
Tempo della scrittura
1989 -1994
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 102
Collocazione
DP/95