Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 9

[...] La casa di Monte

Annamaria Gori

Un'anziana signora descrive la propria infanzia, vissuta durante gli anni del fascismo e della Seconda guerra mondiale. E' allegato anche un suo quaderno di quinta elementare, dell'anno scolastico 1942-43).
Estremi cronologici
1938 -1945
Tempo della scrittura
2006 -2007
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
32 p.
Collocazione
MP/T2

6 agosto '43

Gabriella Feltri

Una donna ripercorre i primi trent'anni della sua vita, raccontando la famiglia, la scuola, le amicizie, le vacanze e la scoperta dell'amore e della politica.
Estremi cronologici
1943 -1972
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
85 p.
Collocazione
MP/Adn2

Dire che c'ero anch'io ne avevo voglia

Lucia Tonelli

Una donna, bimba negli anni della Seconda guerra mondiale, racconta i suoi settant'anni di vita tra le difficoltà del periodo bellico, i legami familiari, il matrimonio, la nascita delle figlie, il lavoro, la perdita del marito, l'amore ritrovato, i viaggi, una malattia sconfitta e la gioia di una famiglia unita che la rende una nonna felice.
Estremi cronologici
1941 -2005
Tempo della scrittura
2004 -2005
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
55 p.
Collocazione
MP/Adn2

Mi firmo Battistina Paganini in Caselli

Battistina Paganini

Una donna racconta i suoi quasi ottant'anni di vita, caratterizzati fin da giovanissima dalla militanza politica, prima tra le fila del PSI, poi del PCI e infine nel PD. Bracciante operaia, partecipa alle lotte che nei decenni del dopoguerra cambiano il mondo del lavoro e in politica conosce il marito, col quale condivide gli ideali e forma una famiglia unita e solidale.
Estremi cronologici
1936 -2010
Tempo della scrittura
2008 -2010
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
32 p.
Collocazione
MP/Adn2

Non mi arrendo. La vita di una 65enne

Livia Scagliarini

Una donna, nata e vissuta nel bolognese, racconta i suoi sessantacinque anni di vita. Giovane lavoratrice, si sposa e diventa madre di due figli; deve affrontare prima la disabilità di uno e poi la prematura scomparsa dell'altro, ma riesce sempre a trovare la forza di andare avanti. Impegnata tra le fila sindacali, una volta in pensione si dedica al volontariato.
Estremi cronologici
1947 -2012
Tempo della scrittura
2012 -2012
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
34 p.
Collocazione
MP/Adn2

Il nonno racconta

Giacomo Basilico

Un uomo nato negli anni Venti racconta di sé, della sua famiglia e del suo luogo di origine. Le tradizioni contadine e il mondo della sua infanzia sono i temi principali della sua scrittura, che fa però riferimento anche al presente.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1927-1924
Fine: 2006
Tempo della scrittura
2003 -2005
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
275 p.
Collocazione
MP/Adn2

Avevo un sogno (l'omicidio del futuro)

Roberto Malacarne

Un uomo che ha da poco terminato il suo percorso lavorativo inizia a fare volontariato nel sindacato dei pensionati. Ragazzino negli anni Cinquanta, terminati gli studi inizia a lavorare alla Piaggio, gruppo dove trascorre la maggior parte della sua vita di lavoro. Il matrimonio, la paternità e poi il ruolo di nonno, l'interesse per la politica, l'impegno professionale e personale, la passione giovanile per lo sport e il desiderio costante di dare il proprio contributo alla costruzione di un mondo migliore sono gli aspetti principali del suo racconto.
Estremi cronologici
1952 -2013
Tempo della scrittura
2013 -2103
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
125 p.
Collocazione
MP/Adn2

La sciarpa verde

Mario Scappini

Estremi cronologici
1938 -1939
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
6 p.
Collocazione
MP/T3

[...] I miei genitori erano di origine contadina

Pietro Renzo Ghion

Sul finire degli anni Trenta, un bimbo si trasferisce in Libia con la famiglia, per motivi di lavoro. Con l'entrata in guerra dell'Italia, i bambini vengono rimpatriati: ufficialmente si tratta di una vacanza, ma nessuno di loro viene riportato in Africa. Soltanto alla fine del conflitto, dopo anni passati senza avere notizie dei familiari e con il solo conforto di avere con sé seppur a distanza un fratellino e una sorellina, il ragazzino ritrova i genitori e riprende a vivere insieme a loro.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1937-1938
Fine presunta: 1946-1950
Tempo della scrittura
2020 -2020
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
5 p.
Collocazione
MG/T3