Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 9

[...] In quel martedì di settembre

Eugenio Mungai

La val di Nievole del primo '900 è una terra povera e Clementina decide di andare come balia in Francia, presso ricche famiglie che garantiscono uno stipendio e un trattamento notevoli, mentre il marito fa brevi esperienze come vignaiolo in California. Quasi tutti i loro figli hanno un fratello o una sorella di latte francesi e, una volta cresciuti, anch'essi emigrano: inizia la sorella maggiore che, a Milano, apre una trattoria e accoglie nel lavoro i fratelli e le sorelle minori i quali, via via, aprono a loro volta ristoranti in varie città costruendo un elevato livello di benessere per l'intera famiglia, senza dimenticare mai i profondi legami affettivi...
Estremi cronologici
1912 -1958
Tempo della scrittura
1991 -1995
Tipologia testuale
Libro di famiglia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
138 p.
Collocazione
A/Adn2

[...] 14 gennaio 1936

Antonio Burgassi

Un telegrafista racconta la propria vita militare tra gli anni Trenta e Quaranta, soffermandosi in particolare sulla sua partecipazione alla Guerra d'Africa.
Estremi cronologici
1934 -1941
Tempo della scrittura
1936 -1941
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Formato Digitale: 1
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
16 p.
Collocazione
MG/T3

[...] Gino mio amore

Selene Balestreri , Luigi Lazzarini

Luigi (Gino) e Selene (Nene) sono fidanzati, ma nel 1935 lui viene richiamato alle armi e inviato nel Corno d'Africa. I due innamorati si scrivono quasi ogni giorno e nel 1937 si sposano, un anno dopo il rientro di Gino in Italia.
Estremi cronologici
1935 -1939
Tempo della scrittura
1935 -1939
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Collocazione
E/16

Diario della vita che dovrò trascorrere in Abissinia. Paesaggi, Tribù, Regioni, Dialetti e religioni dell'Eritrea e Abissinia

Maurizio Calabresi

Richiamato alle armi per la guerra italo-etiopica, un giovane spoletino arruolato nel Genio è impegnato nella costruzione di strutture logistiche per l'esercito, strade e ponti necessari allo spostamento e all'avanzata delle truppe. Presente alla conquista di Addis Abeba, resta in Africa fino alla fine della guerra e rientra in Italia, dove lo attendono i familiari e la fidanzata, nel gennaio del 1937.
Estremi cronologici
1935 -1937
Tempo della scrittura
1935 -1937
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
26 p.
Collocazione
DG/16

[...] Caro papà

Renzo Peccerini

Un giovane ufficiale scrive al padre dal fronte abissino, nel 1936.
Estremi cronologici
1936 -1936
Tempo della scrittura
1936
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
10 p.
Collocazione
E/T3

I miei ricordi delle guerre

Salvatore Lampis

Un pensionato sardo scrive una memoria sulla sua vita militare, che dal 1935 alla metà degli anni Quaranta lo porta prima in Africa per la guerra italo-etiopica poi nei fronti balcanici e francesi nel secondo conflitto mondiale. Preso prigioniero dopo l'armistizio, rientra in patria nel 1946.
Estremi cronologici
1935 -1947
Tempo della scrittura
1982 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
46 p.
Collocazione
MG/16

Storia della mia famiglia

Maria Angela Lupatin

La storia familiare e personale di una donna nata in Eritrea alla vigilia della Seconda guerra mondiale da una famiglia italiana. Stabilitasi in Italia negli anni Cinquanta, in seguito alla guerra scoppiata tra etiopi ed eritrei, inizia a lavorare come telefonista, si sposa e conduce una vita familiare tranquilla. I lutti per la perdita del marito e della madre segnano la parte finale del racconto.
Estremi cronologici
1911 -2006
Tempo della scrittura
Inzio: 2009
Fine presunta: 2009-2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
153 p.
Collocazione
MP/Adn2

Cosi incominciò la mia vita

Orlanda Ricci

Una donna, nata a Roma negli anni Venti e vissuta sempre nella capitale, racconta la sua lunga vita. Ultima di una numerosa prole, cresce in una famiglia molto unita, si sposa in tempo di guerra e affronta l'assenza del marito, inviato al fronte in Africa e fatto prigioniero. Dopo il suo rientro, vive al suo fianco con amore ed è una moglie e una madre felice. Sempre solidale e altruista, non si abbatte di fronte alle numerose difficoltà e ai lutti che la colpiscono nel corso degli anni.
Estremi cronologici
1923 -2011
Tempo della scrittura
2007 -2011
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
342 p.
Collocazione
MP/Adn2

[...] Nel 1862 nasceva a Pescia Vittorio

Assunta Michelini , Pietro Malevolti , Liliana Fourniol , AA.VV.

La fiorentina Assunta vive tra il Brasile, dove emigra in tenera età con la famiglia, e l'Italia, dove rientra negli anni Venti del Novecento insieme alla figlia Liliana. La ragazza, una volta cresciuta, si fidanza e si sposa con Ezio, militare con cui intrattiene una corrispondenza per alcuni anni. Il padre di Ezio, Pietro, ha combattuto la Grande Guerra e appunta in un diario i propri ricordi, accanto ad appunti e poesie.
Estremi cronologici
1862 -1984
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1900-1999
Fine presunta: 1900-1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
264 p.
Collocazione
MP/Adn2