Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 41

Un paese, una famiglia, una mamma

Alfredo Pincione

In un paesino di mare, dove la pesca è la sola alternativa alla miseria, durante il Ventennio fascista, una famiglia, grazie alle risorse umane dalla madre dell'autore imprenditrice, riesce a ribellarsi alla povertà e all'ignoranza.
Estremi cronologici
1918 -1939
Tempo della scrittura
1985
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Consistenza
pp. 95
Collocazione
MP/87

Il ribelle

Arthur Journo

Può avere un'esistenza tranquilla un ebreo nordafricano, suddito francese e cittadino di Tripoli, quando questa era sotto il dominio italiano? Le peripezie affrontate da un commerciante con un gran fiuto per gli affari, costretto a lasciare la città natale allo scoppio della guerra arabo-israeliana, non finiranno neppure nello stato di Israele, del quale è stato soldato.
Estremi cronologici
1922 -1990
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotografie
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MP/98

La voce dell'assenza

Domenica Francesca Maurigi

Un lungo sfogo di emozioni e affanni sentimentali determinati da fatti difficilmente decifrabili nell'ansia di una scrittura che vuole sottolineare soprattutto "le voci dell'assenza": forse quella del padre incarcerato e di un uomo dal quale si è allontanata. Ma Iddio è sempre presente e le ispira un amore infinito.
Estremi cronologici
1996 -1997
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 95
Collocazione
DP/98

Lettere a Rosaria, memorie e considerazioni di un uomo della strada

Edoardo Galli

Con una memoria mandata ad un'amica, come fosse una lettera, un commerciante, vedovo e pensionato, spera di vincere la sua crisi depressiva. Rosaria, l'amica svizzera, riesce a fargli riacquistare fiducia in se stesso e gli permette di uscire dalla solitudine benché la diversità di carattere e di abitudini di vita non permettano al rapporto di decollare più saldamente.
Estremi cronologici
1987 -1998
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Epistolario
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 178
Collocazione
MP/99

Senza titolo

Catia Boni

Sua madre si è tolta la vita. Il padre si risposa. Racconto, senza redenzione della sua infelicità di bambina e adolescente che spera di trovare nella relazione con un ragazzo l'amore che le è mancato. Si sposa a venti anni e gestisce una latteria con il marito.
Estremi cronologici
1967 -1982
Tempo della scrittura
1995
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 108
Collocazione
MP/00

Il giogo spezzato

Damiano Lentisco

Un finanziere, insofferente alla vita militare, si congeda e, sfruttando le sua capacità d'iniziativa imprenditoriale, apre un ristorante-pizzeria di successo: ma l'ostilità dei famigliari e la crisi economica lo costringeranno a chiudere il locale e a sopravvivere facendo mille mestieri.
Estremi cronologici
1944 -2000
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 53
Collocazione
MP/01

La banda della Uno Bianca sulla mia strada

Lodovico Molari

L'ingenuo e inconsapevole coinvolgimento in una nota vicenda di cronaca e il conseguente incontro con la giustizia italiana cancellano le soddisfazioni di un commerciante che, dopo anni di faticoso lavoro nelle miniere del Belgio, dove gli muore un fratello, riesce a aprire, con molti sacrifici, un'armeria nel suo paese d'origine.
Estremi cronologici
1940 -2000
Tempo della scrittura
1998 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 59
Collocazione
MP/01

Piccoli racconti in ricordo della gioventù

Sergio Gioli

Un commerciante fiorentino ricorda alcuni episodi della sua vita: l'infanzia, segnata dall'incontro con insegnanti di valore, l'esperienza della guerra, con la città assediata dai tedeschi, la ripresa dell'attività dopo l'alluvione e la passione per la scoperta delle ricchezze artistiche della Toscana.
Estremi cronologici
1933 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 82
Collocazione
MP/Adn2

Cocco e il fratello

Lauretta Cavinato

L'ultima di sette figli di una famiglia contadina del padovano vive un'infanzia di solitudine. La ragazzina "Cocco", così soprannominata dal fratello maggiore, soffre perchè non può continuare a studiare, va a fare la cameriera, e poi è "costretta" dai familiari a sposarsi con un operaio che non ama. Insieme hanno due figli, ma le incomprensioni conducono la coppia alla separazione.
Estremi cronologici
1940 -1980
Tempo della scrittura
1960 -2001
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 20
Collocazione
MP/02

Gianni Distefano, classe 1914, si racconta...

Giovanni Distefano

Dopo il corso allievi ufficiali rimane in stanza a Verona. Durante la guerra è in Grecia, dove un sopravvissuto gli racconta dell'eccidio di Cefalonia. Quindi finisce in Polonia come internato militare. Tornato in Italia sposa la vedova del fratello e si dedica a un'attività commerciale. Dopo il pensionamento vive serenamente in campagna con la seconda moglie.
Estremi cronologici
1925 -1998
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 67
Collocazione
MP/03