Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 59

I consolati

Liliana Fuggi

Un'impiegata dei consolati italiani in Francia e in Svizzera annota giorno per giorno dialoghi e fatti della vita d'ufficio: l'amicizia e la solidarietà tra colleghi, ma anche il menefreghismo e l'indifferenza manifestati - soprattutto presso lo sportello emigrazione di Berna - nei confronti di quei connazionali che chiedono fiduciosi la tutela dei loro diritti di lavoratori.
Estremi cronologici
1954 -1956
Tempo della scrittura
1954 -1956
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 283
Collocazione
DP/90

Una favola stupenda

Francesco Guercilena

Un nonno racconta al nipote "una stupenda favola che ha per oggetto un povero ragazzotto che, grazie alla sua tenace volontà, è diventato: contadinello prima, scavatore di ghiaia poi, indi: maestro, professore, sindaco e Presidente della Cassa rurale e artigiana del suo paese."
Estremi cronologici
1913 -1989
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Integrazione
Consistenza
pp. 182
Collocazione
MP/90

[...] Oggi è un pomeriggio tranquillo

Giuseppina Bosco

Un provvedimento di trasferimento improvviso e immotivato come escamotage per dirti "Grazie, ma non ci servi più". Un'impiegata modello non ci sta e presenta le dimissioni, entrando nella numerosa schiera dei disoccupati ma salvando la sua dignità.
Estremi cronologici
1992 -1993
Tempo della scrittura
1992 -1993
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 4
Collocazione
DP/T

Diario

Gloria Pellizzaro

Una giovane ragazza in cerca dell'indipendenza economica e familiare affronta un'esistenza ricca di problemi in cui l'unico rifugio è la poesia e la ricerca d'amore.
Estremi cronologici
1986 -1986
Tempo della scrittura
1986 -1986
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 84
Collocazione
DP/86

Il mio cuore abitato

Felice Muolo

Un peregrinare vagabondo, motivato dapprima dalla necessità di un lavoro, poi dall'incapacità di adeguarsi a una piatta vita di provincia, porterà un giovane a viaggiare continuamente: cerca affetto, lo troverà in tante donne che lo aiuteranno a colmare il vuoto datogli dall'abbandono del suo paese d'origine.
Estremi cronologici
1945 -1985
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 223
Collocazione
MP/87

La mia guerra

Angela Pirovano

Una casalinga, costretta a sfollare a Valmontone durante la guerra, affronta i disagi della vita di tutti i giorni.
Estremi cronologici
1940 -1944
Tempo della scrittura
1964
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 20
Collocazione
MG/92

La storia di Maria: guerra, amore, desolazione

Athe Gracci , Maria Volava

Nella corrispondenza con una donna italiana conosciuta tramite un'inserzione, una cecoslovacca, abbandonata da un soldato italiano durante la guerra, confida le sue lunghe pene.
Estremi cronologici
1943 -1991
Tempo della scrittura
1977 -1991
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 3
Formato Digitale: 1
Allegati
Integrazione
Consistenza
236 p.
Collocazione
E/92

La droga uno dei lavori di guadagno del crimine

Domenico Pangallo

Memoria, in forma di riflessioni, di un operaio calabro: osservazioni sulla realtà italiana, sulla gestione del potere e sull'aumento della disoccupazione giovanile. C'è però ancora la speranza di un futuro migliore.
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
riflessioni
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 103
Collocazione
MP/Adn2

Etica politica, religiosa, di guerra e di pace attraverso l'esperienza e il pensiero di un semplice cittadino

Ruggiero Di Saverio

Un abruzzese, nato sotto il Gran Sasso gira due continenti, suo malgrado: prima segue il padre emigrato in Francia, poi è volontario durante la colonizzazione della Libia, nel '35. Vi ritornerà da combattente, per finire prigioniero degli inglesi (dall'Egitto, al SudAfrica alla Gran Bretagna). Nel dopoguerra ricorda l'impegno politico e sindacale in Abruzzo giungendo a ricoprire incarichi di prestigio nelle istituzioni abruzzesi gestite dal Pci.
Estremi cronologici
1916 -1997
Tempo della scrittura
1997 -1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 172
Collocazione
MP/Adn2

Quasi una missione

Amelio Baroni

Memoria di un ex dirigente dell'Ufficio del Lavoro di Sansepolcro, che, assunto nel 1950, assiste allo sviluppo della cittadina toscana. Nell'arco di trent'anni di lavoro, l'autore è testimone attivo della locale industria, del massimo splendore del pastificio Buitoni della richiesta di manodopera femminile per l'Agenzia Tabacchi di Stato e della riqualificazione del suo impiego.
Estremi cronologici
1949 -2000
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 47
Collocazione
MP/01