Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 117

La via crucis di un prigioniero

Mario Bosisio

La via crucis di un prigioniero di guerra deportato in un campo di prigionia del Belgio. Il ricordo del lavoro nelle cave e dei maltrattamenti da parte del nemico austro-ungarico, ma anche quello della solidarietà manifestata dalla popolazione belga.
Estremi cronologici
1917 -1918
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 110
Collocazione
DG/90

[...] Caro figlio

Ludovico Caprara

L'eroica resistenza opposta al dilagante esercito austro-ungarico, dopo la disfatta di Caporetto, dal Quarto reggimento Genova cavalleria, nei ricordi di un suo dragone superstite, incaricato di fare il ciclista portaordini tra i vari reparti.
Estremi cronologici
1914 -1919
Tempo della scrittura
1924
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 50
Collocazione
MG/90

[...] sono già arrivato

Agnolo Giovacchini da Firenzuola Rosati

Lettere e cartoline di un soldatino diciottenne inviate alla famiglia dalla zona di guerra, dove tenta inutilmente di frequentare un corso per ufficiali, e dai campi di prigionia, a Mauthausen e in Jugoslavia, da dove si descrive in buona salute. Tuttavia sparirà senza far sapere più niente di sè.
Estremi cronologici
1917 -1918
Tempo della scrittura
1917 -1918
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 42
Collocazione
E/90

Un cireneo in Russia

Saverio Grana

Un giornalista gradito al regime fascista diventa capo dei corrispondenti in Russia: gli scontri con le gerarchie militari, che non apprezzano il suo lavoro, e l'impossibilità di raccontare "le prime linee" irraggingibili a causa degli scarsi mezzi di trasporto e della mancanza di benzina.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tempo della scrittura
1942 -1943
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 536
Collocazione
DG/90

1915-18. Guerra, prigionia e fame. Memorie

Igino Maggini

Due aspetti della vita di un pensionato novantenne: durante la "grande guerra" la lotta contro la fame - placata mangiando more di gelso, castagne e patate crude - e, ritornato alla vita civile e diventato segretario comunale, la difficoltà di impedire il verificarsi di illeciti amministrativi.
Estremi cronologici
1916 -1967
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 18
Collocazione
MP/90

[...] Sono a passeggio

AA.VV.

Durante la seconda guerra mondiale, un addetto alla censura ricopia alcune lettere da e per il fronte per farle leggere alla moglie. Struggenti missive d'amore, ma anche resoconti della vita di trincea, descrizioni di costumi locali e proclami patriottici.
Estremi cronologici
1941
Tempo della scrittura
1941
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 53
Collocazione
A/Adn

[...] Carissima mamma

Pietro Capettini

Una lettera e una breve memoria scritte da un sergente mitragliere raccontano la rottura del fronte a Caporetto e la frettolosa ritirata: "Sembrava il finimondo... cavalli, muli, bestie bovine, abbandonati nei campi e si vedevano molti cavalli morti esausti dalla fame e dalla stanchezza".
Estremi cronologici
1917
Tempo della scrittura
1917 -1989
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 12
Collocazione
MG/Adn

Zibaldino

Attico Dadone

Aneddoti e ricordi, spesso in chiave di dolorosa ironia, di un pensionato torinese, morto suicida nel 1974: tre matrimoni, la dirigenza politica del Pnf, due guerre, la prigionia sia nella prima che nella seconda, la nascita di un figlio cerebroleso, tra gli episodi più sentiti di un'esistenza intensamente vissuta.
Estremi cronologici
1906 -1974
Tempo della scrittura
1968
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
zibaldone
ricordi
poesie
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 621
Collocazione
MP/Adn

Fronte del Don

Vincenzo De Gaetano

Un testimone della grande catastrofe militare sul fronte del Don rievoca i giorni della ritirata e i quattro anni di prigionia in mano ai russi: partito per "consolidare le conquiste territoriali e civilizzare i popoli dell'Unione Sovietica", conoscerà fame e freddo e affronterà una lunga lotta per la sopravvivenza, guardandosi anche dai compagni italiani, pronti a uccidere per procurarsi un pezzo di pane.
Estremi cronologici
1937 -1992
Tempo della scrittura
1989 -1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 298
Collocazione
MG/Adn

Nella fresca primavera

Duilio Faustinelli

Un pastore della Valcamonica, reduce della Grande Guerra, racconta come riuscì a sottrarsi a una missione rivelatasi poi fatale per i suoi compagni fucilieri: grazie all'aiuto di un medico compiacente finse di avere la febbre e venne allontanato dal reparto proprio mentre infuriava la battaglia.
Estremi cronologici
1915 -1919
Tempo della scrittura
1953 -1954
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 62
Collocazione
MG/Adn