Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 17

Un esame di Stato a Alcamo

Giorgina Levi

Ad Alcamo, in una commissione d'esame, una professoressa allontana un'alunna sorpresa a copiare. Il fatto provoca la reazione della mafia locale, che vendeva raccomandazioni, e rivela un ambiente scolastico corrotto: l'Autrice, nonostante la sua riconosciuta preparazione, non verrà mai più nominata commissario.
Estremi cronologici
1959
Tempo della scrittura
1959
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 47
Collocazione
DP/90

Memorie di Rosa Conti

Rosa Conti

Dall'infanzia in una famiglia numerosa a un'esperienza con dei "guaritori", da una guerra mondiale all'altra, fino all'ospitalità data a un mafioso: una vita avventurosa raccontata in un quaderno.
Estremi cronologici
1906 -1990
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Trascrizione a mano: 1
Fotocopia originale: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 55
Collocazione
MP/91

Sperabilis: un mercenario palermitano - Libro II

Totò Orlando

Un ex mercenario torna in Sicilia e dopo una lunga disoccupazione trova lavoro, ma vive sempre come se si trovasse ancora nel Vietnam: con uno spirito di acuta contestazione sul lavoro, sul piano politico e in famiglia.
Estremi cronologici
1949 -1991
Tempo della scrittura
1984 -1991
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 166
Collocazione
MP/93

[...] Siamo in Sicilia

Calogera Domina

Quarta di cinque figli di una famiglia siciliana in cui il nonno fu ucciso dalla mafia e i fratelli diventano comunisti e lottano per la terra, l'Autrice racconta una vita che ai suoi occhi diventerà bella solo dopo il trasferimento in Toscana.
Estremi cronologici
1940 -1955
Tempo della scrittura
1980
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 152
Collocazione
MP/93

Terra di San Nicola

Giuseppe Di Cola

Un ragazzo di Caccamo, emigrato a Milano, si sposa e diventa parrucchiere portandosi dietro, però,l'amore per la sua terra e la sua gente.
Estremi cronologici
1935 -1961
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 107
Collocazione
MP/93

Fiori di banca

Giovanni Salvo

Lo sfogo accorato di un impiegato di banca, che condanna la mediocrità delle persone che lo circondano, perchè assorbite solo da numeri e da conti, mentre lui tenta con forza di elevarsi a voce poetica, constatando di persona la "fatica di vivere".
Estremi cronologici
1969 -1988
Tempo della scrittura
1969 -1988
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 109
Collocazione
DP/90

Frammenti di esperienza o esperienza in frammenti: trent'anni di fedeltà

Salvatore Massimo Musmeci

Un'esperienza trentennale di lavoro industriale in qualità di capo intermedio e quindi di testimone dell'ascesa e del declino di un'azienda famosa, a causa della corruzione e incompetenza di una classe dirigente, per lo più di estrazione extraprofessionale.
Estremi cronologici
1960 -1989
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 171
Collocazione
MP/95
Parole chiave

Riflessioni-sulla-società-del-sud-del-fenomeno-mafioso-dranghetistico

Domenico Pangallo

Uno sfogo emotivo e confuso contro la mafia, di cui descrive il meccanismo di formazione: come penetra oggi nella società, mentre - secondo l'autore - fino agli anni sessanta era un'associazione onorata che dava lavoro.
Estremi cronologici
1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 55
Collocazione
MP/97

Le storie della mia vita quotidiana

Domenico Pangallo

Lavorando nella forestale, un operaio idraulico incontra personaggi dell'Aspromonte calabrese e li descrive, raccontando del potere che ha la 'ndrangheta e del proprio onesto lavoro, con una scrittura dallo stile aspro come le montagne, e semplice come le "quattro chiacchiere" paesane.
Estremi cronologici
1997
Tempo della scrittura
1997
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 60
Collocazione
MP/98

La droga uno dei lavori di guadagno del crimine

Domenico Pangallo

Memoria, in forma di riflessioni, di un operaio calabro: osservazioni sulla realtà italiana, sulla gestione del potere e sull'aumento della disoccupazione giovanile. C'è però ancora la speranza di un futuro migliore.
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
riflessioni
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 103
Collocazione
MP/Adn2