Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 25

Fra il calvario e l'inferno

Sara D'amico

Nata da famiglia di nobili origini da parte paterna, figlia d'arte dal lato materno, appassionata di teatro, diventa attrice e cantante con una breve esperienza anche nel circo itinerante, soprattutto in Sicilia. E' molto bella e le vengono fatte continue proposte di matrimonio. Avrà però un amore infelice (che malgrado tutto rimpiangerà tutta la vita), e poi un matrimonio disastroso in Francia, dove vive tuttora.
Estremi cronologici
Inzio: 1930
Fine presunta: 1980-1989
Tempo della scrittura
1983 -1987
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 212
Collocazione
MP/00

Fare teatro

Luciana Russo

La passione per la recitazione condiziona le scelte di vita di una giovane attrice di prosa: dal sodalizio professionale e sentimentale con un collega, alla nascita di una figlia, fino alla decisione, contemporanea alla fine del suo matrimonio, di abbandonare il teatro.
Estremi cronologici
1957 -1988
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 59
Collocazione
MP/02

In cerca di Pinocchio: esperienze di teatro e di poesia con i bambini tibetani dell'esilio (1997-2000)

Enrica Baldi

L'organizzatrice di un laboratorio artistico, durante la permanenza in India, in un Tibetan Children's Village, tiene un diario: vi scrive di laboratori teatrali, di poesia, di scrittura e di tutte le iniziative, organizzate per facilitare il racconto della propria storia e mettere in comune esperienze diverse.
Estremi cronologici
1996 -2000
Tempo della scrittura
1996 -2000
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 147
Collocazione
DP/02

Per favore non piangere...

Liù Bosisio

L'itinerario esistenziale di un'attrice di teatro diviso in quattro tempi: il diario milanese dei sedici anni coincide con il primo amore segreto; a venticinque anni, è a Roma, già vedova, con un figlio piccolo, e in cerca di lavoro tra le varie produzioni; quindi è una donna di mezza età, in giro per l'Italia in turné, lontana dagli affetti; e infine c'è il diario dell'età matura, trascorsa accanto a un marito difficile, dal quale si separerà. Così, chiusa fra le mura della casa di campagna, compra un computer, impara a usarlo e scopre il mondo delle chat-line, su internet, che le porta un nuovo amore.
Estremi cronologici
1939 -2002
Tempo della scrittura
1952 -2002
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 7
Fotocopia originale: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 275
Collocazione
DP/04

Il teatro di prosa a New York

Domenico Bevilacqua

Il cinema dei primi anni Quaranta rivive nei due diari di un militare italiano, prigioniero nel campo di concentramento di Hereford in Texas: ritagli di giornale, fotografie di attori e registi, commenti scritti a mano, ritraggono il mondo teatrale e cinematografico americano.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 700
Collocazione
DP/Adn2

Pensione Buona Stella

Clelia Curti

Una pensionata racconta come lei e la sua famiglia hanno gestito la Pensione Buona Stella nel cuore di Roma, dal 1956 al 1964: un viaggio tra personaggi del cinema e del teatro, famosi e non famosi, che in quegli anni hanno frequentato l'albergo.
Estremi cronologici
1956 -1964
Tempo della scrittura
1980 -2005
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 58
Collocazione
MP/07

Quei ragazzi del vicolo "Antiche prigioni"

Onelio Pisani

Onelio ricorda con nostalgia i luoghi della sua giovinezza. Da attori dilettanti offrivano "Spettacoli drammatici e di arte varia" alla popolazione pievana che apprezzava e riempiva il teatro "Carlo Goldoni" in via delle Antiche Prigioni.
Estremi cronologici
1930
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 3
Collocazione
MP/T2

300 giorni sul Monte Gialo

Dario Poppi

L'esperienza africana di un ceramista faentino nelle pagine di un diario pittoresco e avventuroso. Anno 1941, Monte Gialo, Etiopia: Dario è l'intrepido direttore di una segheria legata all'impero. Scanzonato guaritore di piaghe croniche e fautore di "bombe autarchiche", vive la disfatta, la distruzione del tricolore e l'insediamento nel paese degli inglesi. Nonostante ciò decide di rimanere, anche solo per presidiare la segheria, i cari macchinari, le preziose lamiere il poco legname rimasto... Nel 1942 viene portato dagli inglesi nel campo di concentramento di Mandera in Somalia. Da uomo libero, ritorna alla vita civile nel mondo del teatro di prosa e del v...
Estremi cronologici
1941 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 6
Fotografie
Consistenza
pp. 63
Collocazione
DG/10

Versi e prose. Senza pretese dall'autore

Renato De Biasi

Pensieri e poesie, e piccoli episodi in ordine sparso di un attore teatrale, partito a diciannove anni con l'Armir, per l'avventura in Russia. Gli orrori della guerra lasciano il posto alle considerazioni più intimistiche di chi guarda ad un futuro di pace, con l'incoscienza tipica della giovane età.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tempo della scrittura
1942 -1943
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 55
Collocazione
DP/09

Il mio ultimo saluto a Torgeir Wethal

Nicola Castellini

Un giovane umbro con la passione del teatro prende spunto dal dolore per la morte del maestro di teatro norvegese Torgheir Weithal, conosciuto a Perugia nel 2005 per un progetto denominato "Verso una compagnia teatrale Atipica", per raccontare episodi della sua vita. Parte dalle lezioni e laboratori seguiti in quegli anni, che gli permettono di conoscere anche altre personalità conosciute del teatro, per tornare ad episodi vissuti in famiglia e nella periferia di Perugia da bambino e adolescente. In mezzo le esperienze dei viaggi e dei soggiorni di lavoro all'estero.
Estremi cronologici
1972 -2011
Tempo della scrittura
2010
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
159 p.
Collocazione
MP/12