Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 2176

Non è mai troppo tardi per... ricordare!

Enzo Soldani

Estremi cronologici
Inzio: 1927
Fine presunta: 1955-1960
Tempo della scrittura
2000 -2009
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
31 p.
Collocazione
MP/19

I quaderni di Laura

Laura Venturi

A metà degli anni Cinquanta, una ragazzina di scuola media scrive temi scolastici nei quali parla di sé e della propria famiglia, dell'amicizia, della scuola e degli interessi che coltiva.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1943-1945
Fine: 1956
Tempo della scrittura
1954 -1956
Tipologia testuale
Elaborato scolastico
Tipologia secondaria
Autobiografia
Memoria
Riflessioni
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
119 p.
Collocazione
MP/19

La ricerca della felicità

Ferdinando Vogliotti

Un uomo racconta la propria vita concentrandosi in particolare negli anni dell'infanzia e della giovinezza. Bambino, trascorre un periodo nelle colonie italiane in Eritrea, dove il padre si è trasferito per lavoro. Tornato in Italia dopo la fine della Seconda guerra mondiale, si laurea, inizia a lavorare e forma la propria famiglia. Da pensionato si dedica al turismo culturale e compie diversi viaggi.
Estremi cronologici
Inzio: 1917
Fine presunta: 1990-2017
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 2000-2004
Fine presunta: 2000-2017
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
104 p.
Collocazione
MP/19

[...] Oggi è stata una giornata avventurosa

Gherardo Giorni

Nel 1947 Gherardo è uno studente di quindici anni. Figlio di contadini inizia le sue giornate pascolando le capre. Attraversa l'adolescenza tra studio, letture, corse in bicicletta e la "gioventù italiana di Azione Cattolica". Dopo il diploma si iscrive alla Facoltà di Medicina di Siena, dove per un incidente perderà l'occhio sinistro. Inizia un lungo calvario che lo costringerà al ricovero in ospedale per più di un anno. Oltre al susseguirsi di fatti il diario racconta un percorso interiore alla ricerca della conoscenza dell'animo umano e divino.
Estremi cronologici
1947 -1960
Tempo della scrittura
1947 -1960
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 3
Allegati
Consistenza
462 p.
Collocazione
DP/18

[...] Carissimo

Giuseppe Lorenzo Mazza , AA.VV

Epistolario che si stratifica con la corrispondenza scambiata dalla famiglia Mazza tra il 1912 e il 1917: 560 tra lettere e cartoline spedite e ricevute nell’arco di 5 anni, firmate in via prevalente da un padre (Roberto, ufficiale di artiglieria) una madre (Serafina, crocerossina) e un figlio (Giuseppe, sottotenente di fanteria) coinvolti in prima persona nell’esperienza della Prima guerra mondiale. Tra la prima lettera in cui compare un esplicito riferimento alla presenza di un membro della famiglia al fronte (da Serafina a Roberto 23 luglio 1915) e l’ultima lettera iniziata a scrivere da Giuseppe poco prima di essere colpito a morte da una pallottola aust...
Estremi cronologici
1915 -1917
Tempo della scrittura
1915 -1917
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Fotocopia originale: 1
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
185 p.
Collocazione
E/18

1949 - Una generazione nella storia

Silvio Valota

Uno scrittore milanese scrive la memoria della sua vita senza seguire un ordine cronologico ma soffermandosi su aspetti per lui fondamentali quali la formazione in famiglia, composta dal padre impiegato, madre casalinga e una sorella minore di dieci anni. Ricorda la scuola, la passione per la pittura, musica e per la scrittura. Tra gli episodi descritti l'emozione per la stretta di mano al Dalai Lama in occasione di un viaggio a Tokyo. Accenna ai suoi due matrimoni e ai nipoti, mentre fa molte riflessioni sulla vita e sul suo significato.
Estremi cronologici
1949 -2016
Tempo della scrittura
2014 -2019
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
144 p.
Collocazione
MP/20