Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 78

La bolgia dei vivi

Agenore Bertagna

A diciannove anni l'autore viene chiamato alle armi; è a Rovereto l'8 settembre 1943 quando, preso prigioniero dai tedeschi, è deportato prima in Polonia poi in Germania. Soffre la fame, il freddo, è costretto a lavorare anche dopo indicibili maltrattamenti e percosse: l'arrivo degli alleati nell'aprile del 1945 gli permetterà di tornare nella sua Verona.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 129
Collocazione
MG/07

Vita di un prigioniero

Medoro Ligabue

Agricoltore e musicista, un pensionato emiliano affida alla sua breve memoria i ricordi dell'infanzia e della giovinezza: il racconto si chiude con il ritorno a casa dopo la deportazione in Germania.
Estremi cronologici
1923 -1945
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 16
Collocazione
MG/07

In and out of the bag

Frank Unwin

Memoria divisa in due episodi: catturato a Tobruk e deportato a Laterina, un soldato inglese vive l'esperienza del campo di prigionia e del lavoro coatto in una fattoria nei dintorni di Firenze. Nel settembre 1943 tenta la fuga con tre compagni, ma dopo una settimana trascorsa camminando di notte e nascondendosi di giorno, viene di nuovo fatto prigioniero. In lingua inglese.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 62
Collocazione
MG/Adn2

Potevo morire di fame

Antonio Boccia

Dopo l'armistizio l'autore, ufficiale dell'esercito italiano a Spalato, viene fatto prigioniero dai tedeschi. Inizia un lungo viaggio tra freddo, fame e incertezze per il proprio destino, che lo porta in un campo di concentramento al confine tra Germania e Polonia, dove trascorre gli ultimi due anni di guerra fino alla liberazione e al rientro in Italia.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 460
Collocazione
DP/Adn2

Dall'Inn al Riu Mannu

Giommaria Mele

Lo scoppio della guerra lo sorprende negli ultimi mesi di leva militare: vice brigatiere in servizio a Roma, l'otto settembre è costretto alla resa incodizionata. Deportato in Germania in un campo di lavoro, tenta una prima fuga che fallisce. Dopo mesi di lavoro coatto, tenta di nuovo e, con abiti civili e alla soglia del crollo tedesco, riesce a varcare il confine.
Estremi cronologici
1937 -1945
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 20
Collocazione
MG/08

Conflitto 1940-45. Io, uno dei tanti prigionieri italiani in Germania

Demare Rossi

In servizio all'Isola d'Elba nel battaglione Mitraglieri, all'indomani dell'otto settembre è fatto prigionieri e deportato: nel racconto di un militare toscano, la sopravvvivenza in diversi campi da lavoro tedeschi, poi -dopo la nascita della RSI- lo status di civile. Due anni di privazioni prima della liberazione.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1994 -2005
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 65
Collocazione
MG/08

Ricordando

Achille Astori

Memoria della prigionia di un soldato italiano catturato dopo l'armistizio e deportato in campi di lavoro tedeschi e polacchi. Due anni che vedono l'autore protagonista di privazioni e sofferenze, spettatore impotente di eccidi e violenze efferate. Rientra in Italia nel luglio del 1945.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Fotocopia originale: 1
Consistenza
56 p
Collocazione
MG/08

Riassunto della vita militare

Isidoro Pamploni

Nel 1939 l'autore, ventenne, abbandona la famiglia e parte soldato. Descrive la vita militare durante la guerra. Nel 1943 sopravvive, scappando con due commiltoni all'eccidio di Cefalonia. Ripreso dai tedeschi, viene risparmiato durante una fucilazione e inizia il racconto della dura vita da prigioniero, costretto al lavoro nelle miniere al confine della Romania. Ritorna in Italia alla fine della guerra.
Estremi cronologici
1939 -1944
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 189
Collocazione
MP/Adn2

Memoriale di Armando Campana

Armando Campana

Giovane soldato in Croazia, viene fatto prigioniero dai partigiani: si riduce così quasi ad uno scheletro fra pidocchi, lavoro e fame. Liberato nell'imminenza dell'armistizio è catturato dai tedeschi e portato in lager e campi di lavoro in Germania. Solo nel 1945 riesce a tornare a casa.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 9
Collocazione
MG/T2

Piccolo diario della mia vita militare

Adriano Bellatti

Un giovane toscano parte da casa agli inizi della guerra, e, dopo un breve periodo di addestramento, trascorre anni terribili in Jugoslavia. Dopo l'8 settembre è catturato dai tedeschi e condotto in Germania da dove rientra a guerra finita, dopo aver subito stenti di ogni genere.
Estremi cronologici
1941 -1945
Tempo della scrittura
1946
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 9
Collocazione
MG/T2