Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 50

Le mie memorie

Adriana Chiappini

Adriana subisce per tutta l'infanzia e l'adolescenza ingiustizie, miserie, crudeltà, perché è una figlia "bastarda" mandata a vivere in collegio. La madre muore e lei, per tredici anni, lavora a servizio presso una signora romana. Finché si sposa e così raggiunge una relativa indipendenza.
Estremi cronologici
1937 -1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 17
Collocazione
MP/98

Diario di alcuni mesi del 1944

Assunta Cristini

Durante la guerra, una donna coraggiosa fa la spola tra Roma, dove vive con marito e figli, e Veroli, dove abita la madre, trasportando nella sua valigia generi alimentari introvabili in città e affrontando il pericolo dei bombardamenti e delle perquisizioni dei tedeschi.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1981
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 53
Collocazione
MG/99

Il Treno

Rino Esposito

Un viaggio in treno attraverso la campagna irpina come pretesto romanzesco per far rivivere un lontano mondo contadino. L'infanzia povera in una famiglia dominata dai rancori, il lavoro minorile, l'esigenza di un riscatto che conduce un ragazzo, desideroso di migliorarsi, ad approdare nella Napoli sconvolta dalla guerra e, successivamente, nella Milano del boom economico.
Estremi cronologici
1934 -1960
Tempo della scrittura
1960
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
romanzo
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Allegati
Consistenza
pp. 139
Collocazione
MP/99

Pagine

Ottavio Terranova

La morte della madre novantenne riporta un sindacalista siciliano nel paese in cui, sfollato con la famiglia, aveva trascorso, nonostante la guerra, un'infanzia spensierata, destinata però a concludersi con la prematura scomparsa del padre e di un fratello.
Estremi cronologici
1940 -1949
Tempo della scrittura
1993 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 48
Collocazione
MP/99

[...] Nata a Torino

Maria Adelaide Brongo

Nel mezzo della guerra le rocambolesche vicende grazie alle quali una futura casalinga è arrivata a sposare "con procedura d'urgenza" il proprio fidanzato, che lavora presso l'aeroporto di Littoria (Latina).
Estremi cronologici
1934 -1945
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Allegati
Consistenza
pp. 9
Collocazione
MP/T

Fontanazza

Vincenzo Rabito

L'epopea picaresca di un siciliano semianalfabeta, classe 1899, raccontata in mille fittissime pagine, con il punto e virgola a dividere ogni parola dalla successiva. Così la guerra sul Piave è spogliata di ogni retorica - cinico e disincantato, Vincenzo pensa solo a dormire e mangiare -, poi vive la povertà del Meridione, la Libia e l'Abissinia in camicia nera, fa festa per lo sbarco degli Americani, pratica la borsa nera, favorisce il banditismo, sempre destreggiandosi fra mafiosi e carabinieri, contrabbando e legalità.
Estremi cronologici
1899 -1970
Tempo della scrittura
1969 -1975
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
pp. 1027
Collocazione
MP/00

Sai, Paolo

Liliana Paolucci

Una sarta ricorda le origini della famiglia, la miseria, l'emigrazione dei nonni in Francia, il ritorno in Italia nel 1940. Quindi la guerra, la resistenza e l'arrivo degli alleati.
Estremi cronologici
Inzio: 1924
Fine presunta: 1950-1959
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 52
Collocazione
MP/00

Il Diario della Carossa

Dino Raccanelli

La Carossa è una corte, tra casolari e contrade di campagna, nel mantovano. Qui un ragazzo ricorda, in pagine di memoria che lasciano qualche spazio all'invenzione letteraria, quel microcosmo che si popola pian piano di gente sfollata dalla città, per la guerra. E poi, nell'aria, si cominciò a parlare di socialismo.
Estremi cronologici
1943 -1946
Tempo della scrittura
1943 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 170
Collocazione
MP/Adn2

Settecento giorni di prigionia in Germania

Riccardo Fumagalli

Dopo l'8 settembre 1943, preso prigioniero a Pavia, è portato dai tedeschi nei campi di lavoro in Germania. Le condizioni sono inumane, ma lui si arrangia in mille modi e, sorretto dalla fede e dalla pratica della borsa nera, riesce ad arrivare abbastanza bene fino alla fine della guerra.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Fotocopia originale: 1
Allegati
Consistenza
pp. 104
Collocazione
DG/01

Vite bambine

Marcella Bravetti

Nata in una famiglia povera e numerosa, l'autrice racconta le tradizioni che hanno accompagnato la sua infanzia in tempo di guerra, ma soprattutto la miseria, l'arrangiarsi, le malattie, le brutalità dei fratelli maggiori. A quattordici anni è operaia per la casa di moda Spagnoli, la madre muore di ictus, il tanto amato fratellino minore, epilettico, viene ricoverato in manicomio. Ancora oggi soffre nel ricordo di quegli avvenimenti.
Estremi cronologici
1938 -1999
Tempo della scrittura
1998 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 51
Collocazione
MP/03