Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 54

[...] Mi sono messo in testa di tenere un diario

Giulio Notarbartolo di Villarosa

Un adolescente diventa uomo: dagli anni dell'era fascista a quelli della ripresa economica; dai compiti in classe all'arruolamento volontario in marina; dalla fine degli ideali bellici all'inizio del sogno americano, culminato con lo splendido matrimonio, celebrato nella Crystal room dell'hotel Plaza.
Estremi cronologici
1933 -1953
Tempo della scrittura
1933 -1953
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
pp. 3396
Collocazione
DP/Adn

Avventure e Disavventure di un ottuagenario: Io & Mayone

Paolo Sabbetta

Durante l'occupazione tedesca dell'istituto sperimentale zootecnico di Roma, un suo dirigente intesse una fitta corrispondenza con i superiori, informandoli dell'allestimento di alloggi per le truppe occupanti, e chiedendo indicazioni per la cura e l'alimentazione degli animali.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
pp. 303
Collocazione
E/Adn

Ricostruzione reale di vita vissuta

Olindo Posteraro

Un pensionato redige la memoria della propria vita: dal servizio militare in marina, all'emigrazione in Sud America, dove lavora come commesso in un'azienda agricola. Dopo aver raggiunto una certa tranquillità economica, torna in Italia e inizia l'attività di commerciante.
Estremi cronologici
1925 -1957
Tempo della scrittura
1992 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 121
Collocazione
MP/Adn

[...] Caro Nino

Vittorio Fazio Salvo dei Baroni di Nasari

Il viaggio nel continente, da Napoli a Parigi, è l'iniziazione all'età adulta per un giovane possidente di recente nobiltà, partito dalla Sicilia borbonica. Nelle lettere al fratello Nino impartisce comandi per l'amministrazione del suo patrimonio, oltre che chiedere soldi per proseguire il viaggio e sostenere il fidanzamento con una piccolo-borghese di Francoforte, da cui finirà per fuggire.
Estremi cronologici
1843 -1845
Tempo della scrittura
1843 -1845
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 5
Allegati
Consistenza
pp. 40
Collocazione
E/98

Diari e lettere

Gino Bardini , Tosca Danti

Il testo è composto per la maggior parte dal diario di gioventù di Gino, dall'epoca del collegio fino al matrimonio. Sua moglie è Tosca. Lei, con Gino, è l'autrice dell'epistolario d'amore che completa l'opera: alcune lettere risalgono al periodo della guerra.
Estremi cronologici
1920 -1945
Tempo della scrittura
1920 -1945
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 66
Collocazione
DP/01

L'ho fatto e lo rifarei

Luciano Falcioni

Un pellettiere, dopo varie esperienze lavorative, parte per il fronte libico: tenta di resistere agli attacchi nemici ma viene fatto prigioniero dagli inglesi. Rientrato a Firenze, riprende il lavoro, crea un laboratorio in proprio e riesce anche a godersi la pensione, viaggiando per il mondo.
Estremi cronologici
1919 -1980
Tempo della scrittura
1980
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
MP/01

Uomini in...fuga

Eraldo Minola

Memoria rocambolesca di un imprenditore in pensione che, partito per l'Africa nel 1934 come dipendente di una società che costruisce strade, intraprende, senza troppo successo, un'attività in proprio. Rimpatriato, commercia legname e riparte come autiere per la Libia, sino al rientro in Italia, quando riprende in mano le sorti della famiglia e dell'azienda, illudendosi di trovare un mitico tesoro, abbandonato da Mussolini durante la fuga.
Estremi cronologici
1934 -1948
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 280
Collocazione
MP/01

Io e la mia vita

Francesco Mannanici

Un sessantenne ripercorre la propria vita, riflettendo su un destino non favorevole: la morte della figlia, le difficoltà lavorative, i sacrifici per costruire una casa propria e la malattia della moglie. I vani tentativi di arrivare ad una serenità economica e famigliare e la morte della madre, a lungo assistita, lo affliggono ma, contemporaneamente, lo avvicinano a Dio.
Estremi cronologici
1940 -1999
Tempo della scrittura
1998 -1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Trascrizione a mano: 1
Consistenza
pp. 88
Collocazione
MP/01

Tentativo di descrivere, semplicemente la mia vita di lavoro

Giuseppe Botti

Memoria di un pensionato, la cui carriera lavorativa inizia come contabile in una ditta marmifera e continua presso la Banca Nazionale del Lavoro sino alla promozione a condirettore centrale. In oltre trent'anni di lavoro ha assistito ai cambiamenti tecnologici, all'informatizzazione delle procedure bancarie e ha svolto parte attiva nei rapporti esteri.
Estremi cronologici
1926 -1977
Tempo della scrittura
1975 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 246
Collocazione
MP/Adn2

[...] Se trovi una donna

Roberto Cohen

Un ebreo milanese, che risiede prevalentemente ad Anversa, dove commercia diamanti, scrive di politica, della stima per Mussolini, del suo amore per l'arte, delle sue collezioni e delle donne che frequenta. Anche la madre è ricordata, accanto ad amici e parenti, che spesso non gli restituiscono i soldi prestati. Legge molto, compone aforismi e annota pensieri. Il diario lo seguirà per tutta la vita, anche nell'esilio americano.
Estremi cronologici
1935 -1996
Tempo della scrittura
1935 -1996
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
zibaldone
riflessioni
aforismi
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 144
Collocazione
DP/02