Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 185

Il tempo delle margherite

Biancamaria Mazzoleni

Una docente universitaria di Storia del teatro e dello spettacolo redige, sin dall'adolescenza, un diario che l'accompagna per i successivi decenni: dal matrimonio con il proprio insegnante, alla nascita dei due figli, dalla decisione di conseguire la laurea, agli allestimenti teatrali da lei diretti. Un tentativo di fare autobiografia mescolando fra loro lo stile memorialistico, il diario, il dialogo teatrale, la poesia e la prosa romanzesca.
Estremi cronologici
1937 -1998
Tempo della scrittura
1937 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 183
Collocazione
MP/99

Pochi fogli... una vita lettere e memorie

Luisa Rossi

Brani di memoria e lettere, forse mai spedite, che una pensionata ha scritto alla madre, all'amica Bice e al figlio maggiore, dagli anni Cinquanta a oggi: il ricordo dell'amore per un soldato tedesco che le ha dato un figlio prima di risultare disperso, quel figlio abbandonato e poi ritrovato e l'amarezza per un successivo matrimonio, vissuto nel disprezzo.
Estremi cronologici
1943 -1997
Tempo della scrittura
1950 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 30
Collocazione
MP/99

Cara Mara

Anonima Brasiliana

Memoria di una giovane brasiliana, diventata prostituta per la fame: madre undicenne di una bambina, parte per l'Italia quando ha circa vent'anni, convinta di aver trovato il vero amore. Arrestata per traffico di stupefacenti, ingannata e raggirata, è detenuta nel carcere femminile di Pisa, dove ha trovato un'assistente volontaria che l'ha incitata a scrivere di sé.
Estremi cronologici
1986 -1998
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 25
Collocazione
MP/99

Paolina era la madre di Giulia

Bruna Milia

Una commerciante in pensione ricorda gli anni difficili dell'infanzia, segnata da miseria e maltrattamenti. Una memoria incentrata sulla figura della madre, donna forte e combattiva e sulla vita matrimoniale, aperta dal precoce matrimonio con Aldo: nel 1944 inizia, con un servizio da caffè e uno da frutta, la delicata esperienza della vita di coppia.
Estremi cronologici
1928 -1991
Tempo della scrittura
1990 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 114
Collocazione
MP/99

Come un fiume in piena

Livia Zagnoni

Diario trascritto e corretto, a distanza di tempo, da una madre di famiglia che cerca di distrarsi tra gli impegni che i numerosi figli le richiedono: soddisfazioni, matrimoni, ma anche lutti e malattie. Prevarrà infine la stanchezza. Con molte osservazioni sulla società, dai referendum del 1946, alle elezioni del Papa, alle contestazioni studentesche.
Estremi cronologici
1945 -1991
Tempo della scrittura
1945 -1991
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 151
Collocazione
DP/99

Bisogno d'amore

Carmela Caci

Nata in Sicilia, sposa giovane, sceglie di non fare la maestra per impegnarsi nella famiglia a cui dedica tutta la vita e anche questo scritto. Una storia di maternità, velata di malinconia per i molti sacrifici fatti, non tutti riconosciuti.
Estremi cronologici
1990 -1998
Tempo della scrittura
1990 -1998
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 260
Collocazione
DP/99

Caro diario

Cristina Denise Gatta

Una giovane donna racconta la propria vicenda di ragazza-madre, nonché le sue prime esperienze teatrali.
Estremi cronologici
1998 -1999
Tempo della scrittura
1998 -1999
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 11
Collocazione
DP/99

Come la marea

Silva Gentilini

In un'autobiografia scritta sotto forma di lettere alla sorella, dopo la morte dei genitori, c'è la moderna parabola esistenziale di una giovane sceneggiatrice con un pesante senso di colpa e un difficile rapporto col cibo. Una conversione buddista, alcune esperienze di scrittura e deludenti frequentazioni intellettuali, completano il vissuto di questa trentacinquenne che non ha potuto rendere equilibrato il proprio rapporto col padre, sofferente di mente.
Estremi cronologici
1965 -1994
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 32
Collocazione
MP/99

Paese Reale

AA.VV.

Testimonianza anomala: un pittore dipinge le facce di alcuni suoi compaesani e, sotto all'immagine, scrive una frase detta dal soggetto ritratto, in merito al sogno della propria vita, al giorno più bello e a quello più brutto della propria esistenza.
Estremi cronologici
1935 -1998
Tempo della scrittura
1991 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ritratti
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 21
Collocazione
A/T

La storia di Francesca

Ida Salvatore

Intramezzata da flash-back sull'infanzia e la guerra, la memoria di una maestra che ricorda l'incontro con la collega Francesca: lei è aperta e impegnata politicamente, l'amica è serena ma ha un'esperienza di violenza alle spalle. Dopo il trasferimento di quest'ultima, si ritrovano anni dopo, quando Francesca ha il coraggio di rivelarle il dolore e la rabbia che nutre per quell'abuso subito e di cui non ha mai parlato a nessuno.
Estremi cronologici
1939 -1998
Tempo della scrittura
1988 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 79
Collocazione
MP/Adn