Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 41

Diario clandestino

Amabile Ferraironi

Attraverso il diario clandestino tenuto durante la guerra, una suora, allora giovane maestra, rievoca le sofferenze patite dalla popolazione civile dell'entroterra ligure, costretta, dopo la firma dell'armistizio, a guardarsi dal pericolo delle rappresaglie di partigiani, repubbilichini e tedeschi.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1992
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 38
Collocazione
MG/Adn

Diario di galera a Perugia

Settimio Formica

Un gruppo di detenuti politici rinchiusi nelle carceri di Perugia vive la guerra attraverso le notizie incerte e spesso false portate da secondini e famigliari: un geometra, imprigionato per attività sovversiva insieme alla figlia, le registra in un diario, in attesa di festeggiare la loro prossima liberazione.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 41
Collocazione
DG/Adn

1944-1994

Giovanni Brustia

Come alcuni dipendenti dell'azienda energetica municipale milanese diedero vita a gruppi di lotta contro i fascisti. Tra le rischiose attività svolte la distribuzione di volantini, il controspinaggio, la sottrazione di armi.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1994
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 2
Collocazione
MG/T

Un incontro sgradevole e pericoloso

Tolmina Guazzaloca

Una staffetta partigiana, in procinto di svolgere un'importante missione, viene fermata da un gruppo di Brigate nere, tra cui anche un compaesano. Preso in disparte quest'ultimo, lo convince a lasciarla andare, evitando così una probabile rappresaglia sulla sua famiglia.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 7
Collocazione
MG/T

Giochiamo alla guerra?

Guido Magnano

Sullo sfondo di una volonterosa attività cospirativa, durante la Resistenza a Torino, un giovane sperimenta tutto l'orrore della guerra civile assistendo a due fucilazioni.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 91
Collocazione
MG/91

In autunno cadono le foglie

Angelo Cesare Perduca

Dall'orfanotrofio al primo lavoro in una ditta di trasporti, dalla fame di quei giorni alle vicissitudini aspre della guerra, fino al rischio di una deportazione evitata grazie all'aiuto di un amico tedesco.
Estremi cronologici
1930 -1965
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Allegati
Integrazione
Consistenza
pp. 95
Collocazione
MP/91

Gioia: una storia di vita partigiana

Fulvio Righi

Una storia partigiana vissuta con l'occhio aperto sulla natura, gli uomini e le cose. Prima a Padova e poi sugli Appennini aretini, con la brigata garibaldina Pio Borri.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1989 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 88
Collocazione
MG/91

106 giorni

Alessandro Roncaglio

La terribile esperienza di un ragazzo di 17 anni mandato nei campi di sterminio insieme con il padre, che non tornerà più.
Estremi cronologici
1927 -1945
Tempo della scrittura
1948
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 5
Allegati
Consistenza
pp. 121
Collocazione
MG/91

Il prezzo della libertà

Leandro Scamuzzi

Un partigiano ricorda i momenti più importanti della sua ventennale attività di antifascista sotto il regime: dagli inizi a Torino, città operaia, come segretario amministrativo della Democrazia Sociale alla raccolta di aiuti per i compagni espatriati; dalla redazione del settimanale "Tempi Nuovi", al trionfo della lotta partigiana in Piemonte.
Estremi cronologici
1920 -1945
Tempo della scrittura
1965 -1967
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 219
Collocazione
MP/Adn

[...] Queste prime parole

Oreste Ferrari

Scritti autobiografici di un ingegnere piemontese raccolti dalla figlia: un breve diario descrive la vita in caserma nell'ultimo periodo fascista, poi l'opera comprende anche la rievocazione di un'incompiuta storia d'amore e (la parte più ampia) il racconto dell'esperienza partigiana.
Estremi cronologici
1942 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1940-1949
Fine: 1943
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
racconti
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 105
Collocazione
MG/99