Risultati ricerca: 8776

Genesi delle famiglie Mancini e Ulivieri

Giuseppina Ulivieri

Una donna toscana nata nel 1917 avvicinandosi agli ottant'anni racconta la sua vita intervistata da uno dei figli. Ripercorre la storia familiare, parla della sua infanzia e della giovinezza segnata dalle difficoltà del secondo conflitto mondiale e dalla perdita prematura di due figli. Nel dopoguerra inizia a gestire insieme al marito una bottega di alimentari e la vita riprende per lei tra lavoro e famiglia.
Estremi cronologici
Inzio: 1917
Fine presunta: 1960-1970
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
intervista
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Audiocassetta: 11
Consistenza
214 p.
Collocazione
MP/19

I quaderni di Laura

Laura Venturi

A metà degli anni Cinquanta, una ragazzina di scuola media scrive temi scolastici nei quali parla di sé e della propria famiglia, dell'amicizia, della scuola e degli interessi che coltiva.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1943-1945
Fine: 1956
Tempo della scrittura
1954 -1956
Tipologia testuale
Elaborato scolastico
Tipologia secondaria
Autobiografia
Memoria
Riflessioni
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
119 p.
Collocazione
MP/19

La ricerca della felicità

Ferdinando Vogliotti

Un uomo racconta la propria vita concentrandosi in particolare negli anni dell'infanzia e della giovinezza. Bambino, trascorre un periodo nelle colonie italiane in Eritrea, dove il padre si è trasferito per lavoro. Tornato in Italia dopo la fine della Seconda guerra mondiale, si laurea, inizia a lavorare e forma la propria famiglia. Da pensionato si dedica al turismo culturale e compie diversi viaggi.
Estremi cronologici
Inzio: 1917
Fine presunta: 1990-2017
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 2000-2004
Fine presunta: 2000-2017
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
104 p.
Collocazione
MP/19

Io comando, il mio fisico ubbidisce e migliora

Rodolfo Zanchetta

Un impiegato in pensione appassionato di sport, che partecipa a marce e gare podistiche in Italia e in Europa, elabora un proprio pensiero per mantenere in forma e in salute il proprio corpo.
Estremi cronologici
1965 -2016
Tempo della scrittura
2015 -2016
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
103 p.
Collocazione
MP/19

[...] Mio caro Carlo

Carlo Zanetto , AA.VV.

Un militare della Grande Guerra sposato e padre di tre figli scrive alla moglie lettere dal fronte piene di amore per lei e per i loro bambini, rassicurandola continuamente sulle sue condizioni. Anche il giorno in cui troverà la morte, le scrive di stare bene e le rinnova amore e premure.
Estremi cronologici
1917 -1917
Tempo della scrittura
1917 -1917
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
90 p.
Collocazione
E/19

[...] Nonna cara

Dora Romei

L'autrice è nata a San Felice Circeo nel 1920. Inizia il suo diario rivolgendosi alla nonna, della quale conserva un amorevole ricordo e che è stata per lei maestra di vita. Nel 1944 Dora trova un impiego a Roma, da poco liberata, presso lo studio di un avvocato, frequentato dai membri del Partito liberale italiano clandestino. Dopo la guerra è impiegata amministratrice del giornale "Il Mondo", fondato da Mario Pannunzio. Conosce il giovane Piergiuseppe che le fa la corte e di cui si innamora. Il loro rapporto si intensifica e gli anni passano finché Piergiuseppe riesce finalmente a laurearsi. Dopo 7 anni di fidanzamento con grandi sacrifici compra una casa...
Estremi cronologici
1944 -1951
Tempo della scrittura
1944 -1951
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Formato Digitale: 1
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
107 p.
Collocazione
DP/18

Diario di prigionia 7 settembre 1943 - 26 marzo 1945

Ivo Furlan

L'autore è nato a Treviso nel 1904. Già nel 1942 è arruolato nel corpo degli alpini come capitano di complemento e costretto a lasciare la famiglia per questo. L'8 settembre 1943 viene catturato dai tedeschi e deportato in campi di concentramento, non come prigioniero ma come I.M.I, Internato Militare Italiano. Le sofferenze, le privazioni, la mancanza di notizie da casa gli rendono la vita difficile. Alla fine del 1944, stanco della forzata inattività, accetta un lavoro agricolo a Hollenbeck, presso una famiglia accogliente. Poi si trasferisce a Kiel, controllato dalla Gestapo. Superate con qualche compromesso le numerose difficoltà nel marzo 1945 riesce a...
Estremi cronologici
1942 -1945
Tempo della scrittura
1942 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 3
Formato Digitale: 1
Originale dattiloscritto: 1
Consistenza
166 p.
Collocazione
DG/18

[...] Oggi è stata una giornata avventurosa

Gherardo Giorni

Nel 1947 Gherardo è uno studente di quindici anni. Figlio di contadini inizia le sue giornate pascolando le capre. Attraversa l'adolescenza tra studio, letture, corse in bicicletta e la "gioventù italiana di Azione Cattolica". Dopo il diploma si iscrive alla Facoltà di Medicina di Siena, dove per un incidente perderà l'occhio sinistro. Inizia un lungo calvario che lo costringerà al ricovero in ospedale per più di un anno. Oltre al susseguirsi di fatti il diario racconta un percorso interiore alla ricerca della conoscenza dell'animo umano e divino.
Estremi cronologici
1947 -1960
Tempo della scrittura
1947 -1960
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 3
Allegati
Consistenza
462 p.
Collocazione
DP/18

[...] ore 17,30: partenza da Civitavecchia

Mario Marchionni

L'invasione della Jugoslavia, prima, la Campagna di Russia poi, nel diario di un chirurgo appartenente al 52^ Nucleo Chirurgico del C.S.I.R.: nel caos dell'avanzata e delle incomprensioni tra comandanti, nel gelo del clima russo, l'impegno e insieme lo sconforto del medico che cerca di esercitare al meglio la propria professione.
Estremi cronologici
1941 -1941
Tempo della scrittura
1941 -1941
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
59 p.
Collocazione
DG/Adn2

Il guado. Memorie del passato

Pietro Guarnieri

Memoria dei primi anni di vita dell'autore, che racconta in prima persona vicende, episodi, contesti ricostruiti attraverso i ricordi dei genitori e dei familiari. La narrazione ricostruisce un quadro minuzioso della vita nella provincia palermitana (ai piedi delle Madonie) degli anni Venti, con particolare attenzione ai lavori della campagna, alle usanze rurali e alla vita familiare: dalla coltivazione della manna alle feste di paese, dall'economia dei poderi ai rapporti generazionali e di genere. Il padre prende a mezzadria un terreno, con il sostegno della moglie, figlia di emigrati e lei stessa per qualche tempo vissuta a New York, e con l'aiuto dei fam...
Estremi cronologici
1921 -1926
Tempo della scrittura
1999 -2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
227 p.
Collocazione
MP/18