Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 18

Diario di sogni e di vita. 1934-1984 Romanzo

Nino Peppe

L'abitudine di scrivere per comprendere le cause della depressione e indagarne le origini attraverso brevi note è argomento dei diari di un avvocato che appunta aneddoti, storie, poesie, per capire se stesso e il suo male.
Estremi cronologici
1934 -1979
Tempo della scrittura
1934 -1979
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Consistenza
pp. 164
Collocazione
DP/87

Mia madre questa sconosciuta

Laura Jorio

Il ritrovamento del diario della madre, di cui ignorava l'esistenza, risveglia in un'impiegata piemontese tanti ricordi legati alla figura di questa donna che nutriva un profondo amore per i propri figli dai quali però si sentiva trascurata.
Estremi cronologici
1986
Tempo della scrittura
1987 -1988
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 54
Collocazione
DP/88

Ombre della notte

Lucilla Lisarelli

Un dialogo simbolico con le ombre della notte, cioè le immagini che vengono proiettate dall'inconscio nei sogni di una ragazza che, solo dopo il ricorso alla psicoanalisi, capisce che nella sua vita domina la paura della solitudine: nessuno le ha insegnato ad amare.
Estremi cronologici
1976
Tempo della scrittura
1976
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 34
Collocazione
DP/89

Io resisto

Miriam Massari

"Io non aspetto soluzioni. Io battaglio per un diritto alla parità": la determinazione di una donna in sedia a rotelle che si trova a combattere con il suo male e con l'indifferenza della gente che non capisce la sua lotta per conciliare dipendenza fisica e indipendenza mentale.
Estremi cronologici
1989
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 85
Collocazione
DP/90

Lettere a G.

Giuseppina Naletto

Affidare a lettere mai spedite le confessioni profonde del cuore, per lenire il desiderio di rivedere un uomo il cui ricordo è sfumato dalla lontananza e da anni di silenzio, che hanno lasciato una donna con l'unica possibilità di immergersi nella solitudine.
Estremi cronologici
1982 -1986
Tempo della scrittura
1982 -1986
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 18
Collocazione
E/90

[...] C'è dentro racchiusa ansia e luna

Graziella Francioni Tibaldi

Diario senza date. Quasi sette ore di analisi intimistica della vita di una giovane studentessa che racconta al registratore ansie e frustrazioni, femminilità e universi sessuali, sogni e fantasie in un linguaggio ermetico e strettamente personale.
Estremi cronologici
1983 -1984
Tempo della scrittura
1983 -1985
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Audiocassetta: 1
Consistenza
405 minuti.
Collocazione
DP/85

Madre crudele

Maria Caterina Nena

Atto d'accusa contro una madre che non ha mai saputo essere tale e che ha lasciato l'autrice in balia di personaggi cinici e meschini. Testo permeato dalla nostalgia per ciò che poteva essere e non è stato e dal rimpianto per il fallimento dei ripetuti tentativi di ricucire un minimo rapporto d'amore.
Estremi cronologici
1942 -1995
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 50
Collocazione
MP/97

L'acqua de' fiumi che tocchi

Viklinda Pacchielli

L'ansia che accompagna la nascita e la crescita di due figli, la frequente solitudine per l'eccessivo attaccamento al lavoro del marito, l'affetto per il padre e gli spostamenti fra Arezzo e Milano, sullo sfondo dei grandi fatti politici. Poi, una grande preoccupazione: il marito lascia il lavoro.
Estremi cronologici
1948 -1956
Tempo della scrittura
1948 -1956
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 59
Collocazione
DP/97

Pochi fogli... una vita lettere e memorie

Luisa Rossi

Brani di memoria e lettere, forse mai spedite, che una pensionata ha scritto alla madre, all'amica Bice e al figlio maggiore, dagli anni Cinquanta a oggi: il ricordo dell'amore per un soldato tedesco che le ha dato un figlio prima di risultare disperso, quel figlio abbandonato e poi ritrovato e l'amarezza per un successivo matrimonio, vissuto nel disprezzo.
Estremi cronologici
1943 -1997
Tempo della scrittura
1950 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 30
Collocazione
MP/99

Io, Medea

Sara Amori

Il dolore di una giovane donna che si scopre sola quando, di fronte a una maternità inattesa, l'uomo che lei ama le rivela di non voler accettare il ruolo di padre: sceglierà di abortire.
Estremi cronologici
2001
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 14
Collocazione
DP/T2