Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 8

Il padrone dei brividi

Lucio Pascale

Esercizi di retorica e di letteratura. Provocazioni sull'amore, con numerose rivendicazioni maschiliste, provocazioni sul femminismo, sull'egoismo, sulla solitudine e sul dolore. E' un diario senza date, un insieme di divagazioni che finiscono sempre prima di entrare in ufficio, al ministero delle finanze.
Estremi cronologici
1998
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
riflessioni
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 55
Collocazione
DP/99

Appunti di una vita che continua...

Matilde Bonari

Nel 1947 una giovane insegnante si sposa con un dirigente scolastico. Ma dopo i primi dodici anni il loro rapporto si incrina: quel marito diviene troppo autoritario e lei ne soffre profondamente. Rimangono comunque insieme, pur non ritrovando l'antica sintonia. Ma chi ne soffre è la figlia, che lascia la famiglia, si sposa, va a vivere in un altro continente. Morto il marito, l'autrice cerca di instaurare un rapporto sereno con la figlia.
Estremi cronologici
1947 -2001
Tempo della scrittura
1996 -2002
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 96
Collocazione
MP/03

Scuola d'inglese

Olga Valentins

Una ancor giovane pensionata, per superare un momento difficile della sua vita, oltre che dedicarsi alla famiglia, decide di occupare il suo tempo iscrivendosi ad un corso di inglese e facendo vendite promozionali presso i supermercati. Nel testo dedica molto spazio alle persone, sia quelle della sua famiglia che quelle che incontra nella scuola di inglese e nel suo lavoro.
Estremi cronologici
1987 -1988
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 360
Collocazione
MP/Adn2

I miei primi cento anni

Maria Buonavista

Una vita lunga un secolo raccontata da una centenaria nata poverissima, con un handicap grave e in una famiglia dove abbondanti erano solo i figli. Miseria, malattie, lutti, le due guerre del Novecento e i tragici dopoguerra; tutto è superato dall'arte di arrangiarsi dell'autrice che, tra mille lavori, dalla mondina alla ricamatrice, alla parrucchiera, è dovuta crescere in fretta, sopportando una lunghissima dura esistenza, a cui ora guarda con serenità.
Estremi cronologici
1906 -2003
Tempo della scrittura
1986 -2003
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Diario
riflessioni
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 8
Fotocopia originale: 3
Consistenza
pp. 152
Collocazione
MP/05

Anni terribili senza una lira

Bruno Bonifacio

La parabola esistenziale di un rappresentante triestino, che per decenni vive lontano dalla famiglia, da anni trasferitasi a Sanremo. Oppresso dalla solitudine, dalle difficoltà economiche e dall'incapacità di reagire, rivedrà i tre figli in occasione del funerale della moglie. Nel suo voluminoso diario, oltre trent'anni di vita segnati dall'emarginazione e dal desiderio di riscatto personale.
Estremi cronologici
1956 -2000
Tempo della scrittura
1957 -2000
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Originale autografo: 1
Formato Digitale: 1
Allegati
Consistenza
pp. 564
Collocazione
DP/06

La cascina

Donata Linetti

Trent'anni di analisi che analizzano il malessere dell'autrice, e ricostruiscono, attraverso la trascrizione di sogni, la drammaticità di fatti accaduti nella sua infanzia, vissuta in una famiglia patriarcale e un ambiente maschilista, con una madre consapevolmente indifferente. Incubi e dolorosi ricordi affrontati con l'aiuto di due psicologhe.
Estremi cronologici
1950 -2008
Tempo della scrittura
2007 -2008
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 158
Collocazione
MP/09

[...] Conobbi la mamma

Ettore Finzi , Adele Foà

Nel 1939, Ettore e Adele, appena sposati, partono da Milano per raggiungere la Palestina e sfuggire alle persecuzioni razziali. Dopo cinque anni, Ettore va a lavorare come chimico industriale ad Abadan in Persia, lasciando la moglie a Tel Aviv con due figli piccolissimi. Inizia così un fitto epistolario in cui Adele, rimasta sola a crescere i figli Hanna e Daniel, lo rende partecipe in ogni momento della vita familiare. Caparbia e tenace, nonostante le difficoltà, si adatta ai lavori più umili pur di partecipare economicamente al mantenimento della famiglia. I coniugi condividono le ansie per i parenti rimasti in Italia esposti ai pericoli della guerra e del...
Estremi cronologici
1937 -1945
Tempo della scrittura
1939 -1945
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 5
Originale autografo: 1
Fotografie
Consistenza
pp. 390
Collocazione
E/11

Le donne della mia vita

Claudio Corticelli

Il tema del sesso è dominante e una girandola di donne e di incontri, prevalentemente finalizzati all'appagamento del piacere fisico, costituisce il filo conduttore della narrazione. Sullo sfondo il lavoro di impresario teatrale, con qualche accenno ad un impegno politico, e la vita ad esso connessa.
Estremi cronologici
1951 -2011
Tempo della scrittura
1982 -2011
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Collocazione
DP/Adn2