Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 207

Nuvole di ricordi

Matilde Cestelli

Memoria autobiografica di una figlia della borghesia romana, vicina al Vaticano, che durante la guerra opera con i partigiani e poi lavora al gruppo parlamentere del Partito repubblicano italiano.
Estremi cronologici
1912 -1951
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 119
Collocazione
MP/88

Il tempo della festa

Francesco Acciarroni

Un impiegato rievoca il periodo della fanciullezza e dell'adolescenza trascorse in un paesino delle Marche: attraverso il racconto delle feste popolari, dei giochi d'infanzia, dei primi approcci con le ragazze emerge lo spirito di quel mondo ormai perduto.
Estremi cronologici
1940 -1951
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 296
Collocazione
MP/89

Quelli della Via Crucis

Lionello Diomelli

La testimonianza di un emigrante italiano in Francia che, come comunista, parteciperà attivamente alle lotte sindacali prima, e alla resistenza francese poi, mantenendo i contatti con "quelli della Via Crucis", gli esuli antifascisti.
Estremi cronologici
1919 -1952
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 144
Collocazione
MP/89

Diario autobiografico

Alberto Gallo

Operaio di origine contadina, socialista e poi, dal 1921, comunista, racconta la sua vita da militante: il carcere come prigioniero politico, l'attività antifascista, la lotta nella resistenza e, infine, l'impegno di funzionario politico nel dopoguerra.
Estremi cronologici
1902 -1972
Tempo della scrittura
1972 -1987
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
pp. 298
Collocazione
MP/89

[...] Carissimo el mè dunin d'or

Angelo Bonomi

Lettere di un faccendiere milanese sessantenne - in Maremma come amministratore di una fattoria agricola - alla moglie Giovanna trentenne: premuroso e affettuoso, le dà consigli e le manifesta il desiderio di vederla. Sembra un matrimonio ben riuscito, ma alcune pagine del diario di lei, sola e infelice, lo smentiscono.
Estremi cronologici
1948 -1951
Tempo della scrittura
1948 -1951
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 6
Consistenza
pp. 136
Collocazione
E/90

Gli alberi non hanno memoria

Francesco Chiostri

Un secolo di vita famigliare, tra Firenze e Parigi, e due guerre sullo sfondo: figlio di pittori, un chimico della Montedison rievoca la storia d'amore dei genitori soffermandosi in particolare sulla figura del padre, grande artista, che negli ultimi anni della sua vita arrivò quasi a perdere l'uso della ragione.
Estremi cronologici
1921 -1973
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 620
Collocazione
MP/90

I ricordi di un contadino

Guglielmo Francini

Le memorie di un pensionato che ha molto vissuto: da pastorello a mezzadro, da militare a elettricista, una vita segnata prima dall'amore per la campagna e per i lavori agricoli e poi dal rimpianto di averli abbandonati per trasferirsi in città.
Estremi cronologici
1914 -1951
Tempo della scrittura
1983 -1991
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Integrazione
Consistenza
pp. 1960
Collocazione
MP/90

[...] Da tanto tempo

Andrea Gaggero

La scelta di farsi sacerdote, determinata, più che da una vera e propria vocazione religiosa, dal desiderio di aiutare i più bisognosi, la partecipazione alla lotta antifascista, all'interno della congregazione dei filippini, il processo fascista, le torture, la deportazione a Mauthausen. Poi, l'adesione al Movimento per la pace, di ispirazione sovietica, e il processo del Sant'Uffizio che lo riduce allo stato laicale.
Estremi cronologici
1916 -1988
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Allegati
Consistenza
pp. 141
Collocazione
MP/90

Ciao, compagno

Lya Lecchini

"Addio, fascistissima Luce": così un giovane comunista, nell'immediato dopoguerra si rivolge all'Autrice, figlia di un fascista e ancora alla ricerca di un'identità politica. La storia della loro amicizia, ostacolata da una guerra vissuta su fronti opposti, e la speranza di trasformarla in amore, superando diversità ideologiche e lacerazioni affettive.
Estremi cronologici
1941 -1953
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 95
Collocazione
MP/90

Illusioni e delusioni di un vecchio socialista

Gino Mangini

Autobiografia di un socialista: nel 1917 è a Torino dove partecipa alle manifestazioni di protesta contro la guerra, nel 1919 viene condannato a venti anni di carcere perchè disertore. Emigrato in Francia, tornerà in Italia allo scoppio della seconda guerra mondiale, per sottrarre il figlio al servizio militare francese. Svolgerà attività politica e sindacale anche nel dopoguerra, proponendosi come la "pecora nera" del Pci aspirando, già nel 1953, un radicale processo di ammodernamento del partito.
Estremi cronologici
1908 -1973
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
pp. 1685
Collocazione
MP/90