Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 3

Vivere in salita

Mario Porpori

Memoria di un impiegato che vive a Nomadelfia da quando aveva diciotto anni: colpito da poliomielite nei primi anni di vita, dopo aver vissuto in collegio e aver cercato inutilmente lavoro, trova nella comunità fondata da Don Zeno l'ambiente in cui realizzarsi.
Estremi cronologici
1947 -2000
Tempo della scrittura
1980 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 188
Collocazione
MP/Adn2

Le mie memorie

Archimede Mirko Bianchini

Dopo la prigionia in Iugoslavia, l'autore torna in Italia nel 1946. Solo e senza mezzi, ha 24 anni, si rifugia nella comunità di Nomadelfia appena fondata. E' subito conquistato dalla filosofia di vita di Don Zeno, il fondatore della comunita che verrà ostaggiata dalla chiesa e dal governo e costretto a sciogliersi. Si ricomporrà in Maremma. Lui è sempre presente a lavorare, ad aiutare. Si sposa con una ragazza-madre ospite con lui di Nomadelfia e avrà una vita serena purchè povera.
Estremi cronologici
1946 -1981
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 12
Collocazione
MP/T2

Autobiografia 1922 al 1949

Archimede Mirko Bianchini

Il racconto dei dodici anni trascorsi in una struttura semimanicomiale, dove entra da bambino ed esce da adolescente. Anni disperati cui segue il servizio militare, il fronte greco-albanese e la prigionia in Jugoslavia. Rientrato in Italia nel 1946, trova accoglienza presso la comunità di Nomadelfia, dove lavora e incontra la donna che sposerà due anni dopo.
Estremi cronologici
1922 -1949
Tempo della scrittura
2000 -2002
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 250
Collocazione
MP/Adn2