Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 20

Ai nostri monti ritorneremo

Adelina Allemandi

Gli anni di collegio a Vercelli, la guerra, il diploma e la ricerca affannosa di un lavoro. L'emigrazione in Svizzera e, finalmente, il posto da insegnante nel biellese.
Estremi cronologici
1932 -1989
Tempo della scrittura
1989 -1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 167
Collocazione
MP/91

La Mia Guerra

Domenico Taccone

Un sopravvissuto ai campi di concentramento racconta ai famigliari le sue memorie di guerra: dopo quarant'anni dal suo rientro a casa, un nipote le trascrive fedelmente e gliele regala. Dagli inizi come militare volontario a Bari, agli spostamenti con il suo battaglione, al rientro a casa dopo la prigionia nei paesi dell'Est. Nel ricordo delle difficoltà affrontate, traspare la serenità di chi ha sempre nutrito una profonda fede.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 82
Collocazione
MG/Adn

Odissea in Prigionia

Silvio Sacchetta

Un giovane militare viene fatto prigioniero dagli americani e portato in un campo di prigionia algerino. Trasferito con altri compagni in Francia, lavorerà come collaboratore degli Alleati e si innamorerà.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1985
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 78
Collocazione
MG/Adn

Biografia di un fascista passato a comunista democratico

Giuseppe Borriello

Un ragazzo napoletano nato col fascismo vive l'esperienza della guerra senza esserne travolto, lavorando anche in Germania; poi si rifugia nel senese e viene impiegato in diverse compagnie petrolifere, guadagnandosi molte lodi per la sua precisione.
Estremi cronologici
1930 -1981
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 146 con all.
Collocazione
MP/97

Diario di guerra 1941-1946

Ghino Bonari

A vent'anni parte per la guerra, che per lui si conclude con la prigionia in mani tedesche dopo l'8 settembre 1943. Scritta a ridosso della liberazione, la memoria evidenzia crudeltà e sofferenze patite in Russia e in Austria.
Estremi cronologici
1941 -1945
Tempo della scrittura
1946 -1947
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 52
Collocazione
MG/98

Il testimone. Diario di un reduce dalla prigionia in Russia

Francesco Stefanile

Cominciando dalla battaglia nella "valle della morte", in Russia, le peripezie di un membro dell'Armir (Armata italiana in Russia) raccontano anche della prigionia in Siberia e in Uzbekistan, dove molti muoiono di fame e malattie. Tre anni di inferno prima di poter tornare a casa, democratici e pacifisti per sempre.
Estremi cronologici
1942 -1945
Tempo della scrittura
1960 -1980
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 185
Collocazione
MG/98

Storia della mia vita

Nicola Tristano

La memoria di un pensionato che immagina di parlare con la moglie scomparsa, ricordando i loro primi incontri, l'esperienza della guerra, la prigionia in Uzbekistan e gli anni sereni della vita comune. Poi, lei si ammala e inizia una lunga sofferenza, che la porterà alla morte e lascerà lui senza più voglia di vivere.
Estremi cronologici
1929 -1986
Tempo della scrittura
1989 -1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 46
Collocazione
MP/99

La mia odissea

Lorenzo Zazzero

Addestrato come alpino ad Aosta, anche perché è un ottimo sciatore viene inviato in Russia. Le battaglie e le scene epiche della ritirata intaccheranno il suo ardore di soldato. Poi la permanenza in Alta Savoia e la successiva prigionia in Germania completano il quadro di una vita militare dura, ma sempre vissuta con l'orgoglio di essere un alpino.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 32
Collocazione
MG/99

Ti avessi incontrato...in un bar

Antonietta Manzi

La scelta di curare con l'omeopatia il mal di testa che l'affligge, a causa della somatizzazione di una depressione, spinge un'insegnante di filosofia a confrontarsi con se stessa e a narrare tutto: l'innamoramento nei confronti del medico che la cura, la fine del suo matrimonio, la violenza subita nell'adolescenza prepotentemente riaffiorata alla memoria.
Estremi cronologici
1993 -1999
Tempo della scrittura
1993 -1999
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Trascrizione a mano: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 496
Collocazione
DP/00

La storia di Rocco sindacalista di "sinistra"

Rocco Di Lella

Sessant'anni di impegno civile nell'autobiografia di un sindacalista pugliese che, entrato nel mondo del lavoro giovanissimo come "cafone di masseria", viene iniziato da un compagno "alla lotta di classe e all'acquisizione di una coscienza sindacale": ricoprirà vari incarichi a livello locale, partecipando all'occupazione della palude del lago di Lesina da parte dei braccianti e prendendo le difese dei raccoglitori di olive. Divenuto sindaco del suo paese, s'impegnerà nella lotta alla disoccupazione.
Estremi cronologici
1925 -2000
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 43
Collocazione
MP/01