Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 11

Fatica e fame. Vita di prigionia da Trieste a Danzica

Donato Tetto

Il trasferimento da Trieste alla Polonia in vagoni piombati, la vita dei campi di prigionia, l'inferno di Danzica sotto i bombardamenti e le difficoltà per il rientro in Italia a guerra finita, nelle memorie di un impiegato delle ferovvie.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 5
Allegati
Consistenza
pp. 158
Collocazione
MG/88

Ritorno dal Baltico

Guerrino Moretto

Alla fine della guerra, l'autore si trova alla foce della Vistola, dove i tedeschi avevano allagato il delta, per facilitare la ritirata del loro esercito. Il ritorno a casa dopo un periodo passato con i russi.
Estremi cronologici
1945
Tempo della scrittura
1995 -1993
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 81
Collocazione
MG/94

Quattro anni al vento

Lucio Raimondi

Diario degli anni di guerra in Grecia e prigionia in Germania di un operaio elettromeccanico che sa guardarsi intorno con amore per la verità: fame e freddo, lavoro notturno a costruire trincee, finchè arrivano i russi e si ritorna a casa.
Estremi cronologici
1942 -1945
Tempo della scrittura
1942 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 279
Collocazione
DG/96

Cittadina di due mondi

Rosanna Tocchetto

Innamorata di un militare polacco, lo segue, sposandolo, nel suo paese: ma nella Polonia stalinista si soffre la fame. Quando lui viene confinato come sovversivo, forse in Siberia, si offre a lei l'occasione di cambiare vita, dopo anni di maltrattamenti: sola e con due bambini, la giovane donna, conosce il mondo del cinema polacco e i salotti intellettuali di Varsavia. Tornerà in Italia dopo dieci anni, con i figli, separata legalmente.
Estremi cronologici
1945 -1957
Tempo della scrittura
1960 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 138
Collocazione
MP/99

Accadde cinquant'anni fa

Alberto Gobbato

L'8 settembre 1943 l'autore è a Udine quando viene preso prigioniero e portato in campi di internamento prima in Polonia, poi in Germania. Fame, freddo, fatica per lavori forzati, pidocchi, vita inumana, fino alla depressione che gli impedisce di continuare a scrivere nell'aprile del 1944. In una appendice, scritta recentemente, completa il suo racconto con la liberazione e il ricordo di altri episodi della sua detenzione.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
appendice - prefazione
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 132
Collocazione
DG/01

[...] Ma queste interviste che la mi fa

Fosco Cesari

Memoria in forma di intervista rilasciata a uno studente, in cui un pensionato ricorda la prigionia in Russia, il viaggio di ritorno al fianco dei tedeschi in fuga e le riparazioni delle linee ferroviarie polacche, danneggiate dai bombardamenti sovietici.
Estremi cronologici
1921 -1981
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
intervista
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 7
Collocazione
MG/T2

Il passaggio

Emilio Cimberle

Dopo l'8 settembre 1943, un giovane ufficiale medico vicentino è preso prigioniero e condotto in diversi campi della Germania e della Polonia. Per uscirne accetta di far parte del ricostruito esercito di Salò. Evita però di sparare e farsi sparare, ma assiste a episodi di violenza, brutalità e saccheggi con sempre maggior disagio e paura. Sempre come medico si aggrega ai partigiani alla fine della guerra.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 112
Collocazione
MG/04

La mia prigionia raccontata dopo 60 anni

Fernando Leone

Mentre frequenta la scuola per sottufficiali della Marina militare, viene dichiarato l'Armistizio e così è deportato nella Prussia Orientale: un pensionato racconta l'esperienza della prigionia, scandita dalla fame e dai lavori forzati, fino alla Liberazione ad opera delle truppe russe.
Estremi cronologici
1939 -1945
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 63
Collocazione
MG/Adn2

Ricordi

Enzo Rinaldi

L'impegno sindacale di un bracciante agricolo che, consapevole delle penalizzanti condizioni economiche dei lavoratori agricoli, lotta per la ridistribuzione delle terre abbandonate. Assunto in un cantiere edile e poi in una industri tessile dà vita alla Commissione interna, per poi passare al coordinamento territoriale.
Estremi cronologici
1926 -2006
Tempo della scrittura
1993 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 44
Collocazione
MP/Adn2

Ast tuba, teribili sonitu, tarantara dixit

Serafino Campori

Un sacerdote francescano, designato cappellano militare durante la Repubblica Sociale Italiana viene inviato in Germania al seguito dei soldati italiani, per garantire loro l'assistenza spirituale. La sua opera si distingue per umanità e coraggio e padre Serafino diventa un punto di riferimento non soltanto per i militari italiani. Rientrato in Italia in licenza poco prima della fine della guerra, conclude il suo servizio a Bologna, dove torna alla normale vita religiosa una volta terminato il conflitto.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Formato Digitale: 1
Consistenza
42 p.
Collocazione
MG/16