Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 48

Quaderno di vita vissuta

Maria Rosa Longo

Una casalinga calabrese, figlia di un farmacista, racconta la sua infanzia fino a dieci anni insieme agli otto fratelli e sorelle a San Giorgio a Morgeto e poi a Cittanova, dove la famiglia si trasferisce per il lavoro del padre. La memoria riporta anche notizie sulla famiglia e sulla società del tempo, con dettagli sulla fabbricazione di medicinali.
Estremi cronologici
1890 -1900
Tempo della scrittura
1970
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 24
Collocazione
MP/04

Un'infanzia saltata

Mario Raso

L'autobiografia in terza persona, scritta tra prosa e poesia, di un calabrese che, dopo aver perso il padre a soli sette anni, trascorre l'adolescenza in un collegio religioso dei padri Concezionisti. Trova lavoro in Emilia e qui si innamora di una giovane che non vuole sposarlo pur avendolo reso padre. Le poesie esprimono il dolore per la lontananza dalla figlia che, nel frattempo, vive con la madre a Napoli.
Estremi cronologici
1968 -2001
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
poesia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 59
Collocazione
A/Adn2

Memorie di un cacciatore di farfalle

Luigi Gaudioso

L'emigrazione di ritorno di una famiglia del Sud che vive a Milano, dove l'autore nasce. Poi la Calabria dove trascorre la sua giovinezza, con il padre certificato "povero" dal Comune e il fratello maggiore detenuto per rapina. In seguito una nuova emigrazione e la disgregazione della famiglia. La passione artistica dell'autore è in conflitto con le esigenze di lavoro, con il quale non riesce mai a integrarsi pienamente.
Estremi cronologici
Inzio: 1967
Fine presunta: 1990-1999
Tempo della scrittura
2003 -2004
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
poesie
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 91
Collocazione
MP/05

Mille sono le combinazioni...

Giuseppe Albanese

Un insegnante napoletano in pensione, vuole ricordare la sua infanzia nei Quartieri Spagnoli, le usanze, i personaggi che ha incontrato, i suoi studi fino alla laurea, ma soprattutto la sua famiglia: padre, madre, fratelli, zii e nonni che hanno determinato e accompagnato la sua formazione.
Estremi cronologici
Inzio: 1946
Fine presunta: 1980-1989
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 245
Collocazione
MP/05

Uno spirito libero

Ausonia Minniti

Una cinquantenne di origine calabrese ma trasferitasi con la famiglia in provincia di Milano da adolescente, ripercorre la propria vita per approfondire i motivi del suo disagio esistenziale: l'infanzia povera in un paesino della Calabria, i rapporti difficili con la madre, il padre, i fratelli, il matrimonio e una figlia ormai adulta, il suo lavoro di maestra, i suoi impegni sociali.
Estremi cronologici
1951 -2003
Tempo della scrittura
2003 -2004
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 60
Collocazione
MP/05

Le stelle addosso

Mary Inès Barresi

Una giovane ragazza clabrese si trasferisce per qualche tempo in Francia, a casa della zia. Qui conosce un cameriere rumeno e se ne innamora. Rientrata in Italia, non lo dimentica, ma quando torna a cercarlo scopre che è deceduto in un incidente stradale. Scopre però il vero amore: un altro ragazzo rumeno, con il quale inizia una relazione che dura tuttora.
Estremi cronologici
1978 -2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Trascrizione a mano: 1
Consistenza
pp. 338
Collocazione
MP/06

Diario di Rachel

Rosa Morace

Una nonna scrive il diario dei primi tre anni di vita dell'adorata nipotina: racconta le fasi della sua crescita, le incomprensioni, le difficoltà dei rapporti con il figlio e la nuora nigeriana, giovanissimi ma inesperti, che spesso le impediscono di vederla.
Estremi cronologici
2000 -2003
Tempo della scrittura
2002 -2005
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 159
Collocazione
DP/06

Esco a fare 4 passi

Christian Lorenzati

Da Ventimiglia a Trieste a piedi, percorrendo il perimetro d'Italia con lo zaino in spalla e un po' di coraggio: un giovane piemontese racconta i due mesi avventurosi trascorsi in solitudine, ma con l'opportunità di stringere nuove amicizie, conoscere abitudini diverse, apprezzare paesaggi naturali mai visti.
Estremi cronologici
2005
Tempo della scrittura
2005
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 281
Collocazione
DV/07

Diario di piccoli ricordi

Assunta Papalia

Una pensionata calabrese, trasferita da anni a Padova con la famiglia, ripercorre la sua vita dall'infanzia, felice e serena in un paesino dell'Aspromonte, fino al pensionamento. Nel mezzo le vicende del padre, emigrato in Australia, il lutto per la morte prematura della sorella e le vicissitudini legate a problemi economici.
Estremi cronologici
1950 -2007
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 50
Collocazione
MP/09

Die katastrophe. La catastrofe

Sabrina Perla

La sofferenza di una giovane calabrese, nata in Germania, si colloca all'interno di relazioni familiari problematiche. Durante l'adolescenza strappa i legami con la sua terra e cerca la serenità in altre realtà cittadine, che le regalano anche solitudine e angoscia. Alcune delusioni la esasperano a tal punto da compiere un gesto violento contro una psicoterapeuta. Rinchiusa dentro una struttura giudiziaria intraprenderà un cammino difficile per il reinserimento nella società.
Estremi cronologici
1970 -2008
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 116
Collocazione
MP/09