Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 19

[...] All'adorato Erode

Costanza Caglià

L'amore per Erode è lo spunto da cui un'ex internata in manicomio descrive una quotidianità rituale rotta solo dagli incontri con l'amato al "terzo repartino misto", e dalla compagnia di un pupazzetto di zucchero, mitico figlioletto dei due.
Estremi cronologici
1982 -1983
Tempo della scrittura
1982 -1983
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Allegati
Consistenza
pp. 137
Collocazione
DP/87

[...] Preferisco

Massimiliano Castiglioni

L'ultimo anno della vita di un ragazzo ventunenne, solitario e ripiegato su se stesso, che confida al diario le impressioni sulla natura e sulla realtà che lo circonda, allo scopo di trovare un equilibrio tra l'amore per la vita e il timore di soffrire.
Estremi cronologici
1947 -1948
Tempo della scrittura
1947 -1948
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 37
Collocazione
DP/90

Il gioco del prigioniero. Ricordi di uno qualsiasi

Sulmano Giusfredi

Afferrare il filo della memoria per scorrazzare nel passato: questo il gioco di un soldato italiano prigioniero in Grecia, che cerca disperatamente di ricordare i momenti gioiosi della sua giovinezza, per allontanare la bruttezza che lo circonda.
Estremi cronologici
1940 -1941
Tempo della scrittura
1955 -1965
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 329
Collocazione
MG/89

Ricette Vissute

Desolina Zucchini

Ricette gastronomiche, ognuna delle quali é accompagnata da un breve ricordo personale. I viaggi in Italia, gli anni della guerra in una casa di campagna, le amicizie, vivono in simbiosi con la passione per la tradizione culinaria del nostro paese.
Estremi cronologici
1936 -1995
Tempo della scrittura
1994 -1997
Tipologia testuale
libro di ricette
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 146
Collocazione
A/Adn

Mirabrenta: i primi trent'anni di una sconosciuta

Lidia Puppi

Una pensionata racconta le vicende che travagliano la sua gioventù la morte prematura del padre, nuovo sposalizio della madre e i continui spostamenti da una casa all'altra. La guerra la coglie insegnante presso il "Tito Livio" di Padova.
Estremi cronologici
1914 -1945
Tempo della scrittura
1947
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 44
Collocazione
MP/95

[..] Gennaio. 1, martedì - Circ. del Signore

Isabella Bigontina

Rimasta sola con i tre figli piccoli mentre il marito è in guerra, una casalinga schietta e operosa diventa responsabile di una comunità, in qualità di interprete delle truppe d'occupazione austro-ungariche insediate nella sua casa di Belluno.
Estremi cronologici
1918
Tempo della scrittura
1917
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 171
Collocazione
DG/95

Il gioco della libertà

Sulmano Giusfredi

L'autore dà forma ai pensieri del tempo di guerra, alla prigionia in Grecia, alla rievocazione di uno stupro a cui gli accadde di assistere e al ricordo di un amico che fu protagonista di quell'evento drammatico e indirettamente vittima di un celebre, eccidio in cui perse il padre.
Estremi cronologici
1941 -1944
Tempo della scrittura
1950 -1960
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 363
Collocazione
MG/95

Giornata in pillole di una pittrice casalinga

Maria Grazia Giovannetti

Un anno nella vita di una casalinga toscana, residente in Liguria, le cui giornate sono scandite dai ricordi di un'infanzia segnata dalla perdita della madre, dal rapporto sereno con i figli e nipoti, dalle vacanze nell'entroterra ligure e dalla sua attività di pittrice. La realizzazione di tele, la scelta dei colori e l'allestimento di alcune mostre, sono il mezzo con cui allentare tensioni e superare piccole difficoltà.
Estremi cronologici
2001
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
ricordi
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 365
Collocazione
DP/03

io e Lui

Carla Cavazzola

L'infanzia in collegio è la prima tappa della memoria di una pittrice veneta la cui vita, nella famiglia, nel matrimonio, nelle amicizie e nel lavoro, è traversata da un percorso di ricerca spirituale. La conversione a Dio, dopo di diciottesimo anno d'età, è l'illuminazione che le garantirà un'esistenza piena di pace.
Estremi cronologici
1962 -2002
Tempo della scrittura
2002 -2003
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 23
Collocazione
MP/04

Le immagini della memoria sono

Guglielmina Maria Vittoria Iurlaro

La nascita e il lento esaurirsi della vocazione religiosa in una ex suora dell'ordine salesiano: ancora adolescente e studentessa nel collegio Don Bosco di Montecatini, decide di prendere i voti entrando nella Congregazione delle figlie di Maria Ausiliatrice. Dopo ventotto anni di vita religiosa, segnati dall'insegnamento in varie sedi, chiede la dispensa.
Estremi cronologici
1927 -1979
Tempo della scrittura
1993 -2003
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 381
Collocazione
MP/04