Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 11

Vita ferroviaria di un ferroviere figlio di ferroviere

Nicolantonio Nardone

La ferrovia è la protagonista principale nella vita di un abruzzese: morto il padre, anch'egli ferroviere, comincia sedicenne il lavoro sui treni che lo porterà per decenni da un capo all'altro d'Italia.
Estremi cronologici
1925 -1979
Tempo della scrittura
1987 -1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 376
Collocazione
MP/92

La storia della moglie di un perseguitato politico dal 1914 al 1945

Dolores Gemmi

La vita di una contadina della Padana vissuta in difesa di una storia d'amore nata a 14 anni che le impone continue rinunce accanto ad un marito fervente antifascista, più volte picchiato e imprigionato dalle squadracce. Dal periodo in cui era a servizio, alla collaborazione partigiana.
Estremi cronologici
1908 -1945
Tempo della scrittura
1973
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 32
Collocazione
MP/95

Una friulana in Piemonte

Maria Vedova

Arrivata a settantadue anni, una donna vuole ricordare serenamente l'infanzia, trascorsa fra il Piemonte, il Friuli, e fra la prima e la seconda guerra mondiale: emerge la figura del padre, sullo sfondo dei paesaggi friulani e delle usanze degli abitanti di quei luoghi.
Estremi cronologici
1912 -1994
Tempo della scrittura
1994 -1995
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 27
Collocazione
MP/98

Il mio "8 settembre"

Carmelo Mio

Dopo l'8 settembre '43, catturato dai fascisti, riesce a farsi liberare dai tedeschi con l'inganno.
Estremi cronologici
1943
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 2
Collocazione
MG/T2

Il valore della vita

Francesco Galimberti

Un ex collaudatore di motociclette ripercorre la propria storia e quella della propria famiglia, segnata da molti momenti dolorosi, ma anche da profonda fede ed onestà. Dopo un incidente nel lavoro, ha iniziato a scrivere poesie, trovando in questa passione, un motivo per superare le prove più dure della vita.
Estremi cronologici
1929 -2000
Tempo della scrittura
1985 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 224
Collocazione
MP/01

Ricordi africani

Federico Gemesio

Un medico torinese in pensione, ricorda il periodo d'infanzia, quando era trapiantato con la famiglia in Somalia. Narra della vita degli italiani in quei luoghi, di usi e costumi locali, della colonizzazione così come venne attuata dagli italiani prima e dagli inglesi poi. Al centro del racconto, le proprie esperienze di caccia, nonchè l'attività di imprenditore agricolo, soprattutto nel settore delle banane. Infine la memoria riporta notizie sull'eccidio di Mogadiscio del 1948, ed echi dell'anti-italianismo, secondo lui fomentato dagli inglesi.
Estremi cronologici
Inzio: 1926
Fine presunta: 1960-1969
Tempo della scrittura
1999
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 181
Collocazione
MP/04

[...] Giulia carissima

Saverio Vercillo

Il conflitto italo-turco poi la Grande Guerra, raccontate da un ufficiale di cavalleria, che invia lettere alla sorella: la vita militare, le preoccupazioni per i cari e la precaria salute della madre. Il carteggio contiene lettere di altri scriventi.
Estremi cronologici
1909 -1919
Tempo della scrittura
1909 -1919
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 136
Collocazione
E/07

Cinquant'anni della mia vita

Bruno Palamenghi

Nipote di Francesco Crispi, intraprende la carriera militare dopo aver frequentato l'Accademia di Modena. Presta soccorso alle popolazioni dopo le epidemie di colera a Napoli, e in Sicilia dopo il terremoto di Messina. Nel 1911 partecipa alla spedizione in Libia e a novembre, di ritorno con gli altri superstiti, viene acclamato come eroe a Palermo dalla folla e dal Re. Durante la Grande guerra guida l'esercito nelle battaglie dell'Isonzo e nel Carso e fronteggia la Strafexpedition austriaca, riuscendo a contenerla. Prosegue le azioni di guerra conquistando Gorizia, ma viene rimosso dall'incarico e collocato, suo malgrado, a riposo. Viene richiamato in serviz...
Estremi cronologici
1863 -1935
Tempo della scrittura
1888 -1935
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 4
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 753
Collocazione
MP/07

I miei ricordi

Gio Batta Rossi

Un pensionato toscano racconta la sua vita irrequieta: l'infanzia trascorsa ad Anghiari, un paese della provincia di Arezzo, l'arruolamento nella Repubblica sociale e l'esperienza degli ultimi mesi di guerra passati al Nord, fra i bombardamenti, gli amori e gli espedienti per sopravvivere. Nel dopoguerra torna al paese, si sposa e si trasferisce con la famiglia a Roma.
Estremi cronologici
1926 -1984
Tempo della scrittura
1984 -1985
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 65
Collocazione
MP/Adn2

Nonna Cesca racconta

Francesca Bonardo

Un'ottantacinquenne piemontese ripercorre la sua vita dai primi ricordi d'infanzia alla nascita del primo pronipote. Molto legata alle proprie radici, ha un amore profondo sia per la propria famiglia di origine sia per il marito, i figli e i nipoti. Nella sua esistenza non sono mancati i momenti difficili, ma ha sempre saputo trarre il meglio da ogni situazione e superare gli ostacoli con impegno e coraggio.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1933-1934
Fine: 2013
Tempo della scrittura
2015 -2015
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
106 p.
Collocazione
MP/Adn2