Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 70

I giorni del sole

Teresa Carpino

Un anno della vita di una giovane disoccupata trascorso a fare la casalinga e a godersi le gioie della convivenza con il suo compagno. Infine,viene assunta presso una ditta di costruzioni.
Estremi cronologici
1986
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 25
Collocazione
DP/87

Memorie di vita

Ido Camerani

Un uomo di fede, impegnato in attività umanitarie, racconta le esperienze che hanno determinato la scelta di dedicare la propria vita a chi soffre: dalla guerra, fatta sia come militare che come partigiano, all'insegnamento, fino al viaggio ad Assisi, dove ha preso definitivamente coscienza della sua "missione".
Estremi cronologici
1922 -1987
Tempo della scrittura
1977 -1987
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 180
Collocazione
MP/88

1944-'45: cronaca di una famiglia sfollata

Dominica Lidia Biggi

La cronaca della guerra da Monte di Serra, una tenuta di caccia al confine tra le provincie di Pavia e Alessandria: ai giorni di quiete, trascorsi osservando la natura e il paesaggio, si alternano quelli caratterizzati dalla resistenza ai soprusi di partigiani, repubblichini e tedeschi di passaggio.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 109
Collocazione
DG/89

Le due rive del fiume

Grazia Colli

Il trauma della mancanza della figura paterna nella memoria di una donna dell'alta borghesia milanese cresciuta negli agi ed educata in un prestigioso collegio svizzero. Pur ammirando la scelta della madre, che coraggiosamente decide di porre fine a un matrimonio infelice, rimpiangerà a lungo l'assenza del padre.
Estremi cronologici
1939 -1985
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 172
Collocazione
MP/89

Le polacche dalle toppe rosse

Italo Ambrosioni

L'indifferenza dei genitori, in lite tra loro, la sistemazione in istituzioni per bambini poveri e abbandonati e il lavoro a dieci anni, nella memoria di un imprenditore artigiano che ha superato il trauma di un'infanzia segnata dalla miseria e dalla violenza, grazie alla decisione di entrare in marina e all'incontro con la sua futura moglie.
Estremi cronologici
1928 -1951
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 77
Collocazione
MP/90

[...] Carissima Suor Gervasia

AA.VV.

Un viaggio nelle carceri italiane attraverso le lettere inviate a Suor Gervasia: ergastolani, detenuti politici, transessuali e tossicodipendenti che, si proclamano innocenti e le chiedono soldi e raccomandazioni, ma anche conforto e comprensione.
Estremi cronologici
1980 -1990
Tempo della scrittura
1980 -1990
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 906
Collocazione
A/Adn

[...] Sono un socio della Coop

Giuseppe Belloni

Dopo l'8 settembre 1943, un militare comunista aderisce a un divisione partigiana, divenendo "commissario di guerra": il ricordo della liberazione e della reazione del parroco del suo paese, spaventato dall'arrivo del comunismo.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
p. 1
Collocazione
MG/T

Natale 1942

Giovanni Bosco

Una bambina trova, come regalo di Natale, un libro di fiabe con un biglietto firmato "Gesu bambino", in cui le viene chiesto di essere buona e ubbidiente. A scriverlo è stato in realtà il padre Giovanni.
Estremi cronologici
1942
Tempo della scrittura
1942
Tipologia testuale
Dedica
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 3
Collocazione
A/T

Domani chissà

Felice Malgaroli

Un'infanzia "orfana" con il padre al confino e la madre lontana per lavoro, la scuola della strada, l'esperienza partigiana e la deportazione. Poi, il ritorno, il lavoro in fabbrica e la scuola serale per diventare elettrotecnico.
Estremi cronologici
1930 -1953
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 113
Collocazione
MP/91

Ogni vita è un romanzo

Alfonso Casadio

Già dirigente della scuola italo-araba in Libia, attratto dall'esoterismo e dai costumi locali, l'Autore rievoca una dura vita di famiglia che lo porterà ad abbracciare il cattolicesimo nella solidarietà con i profughi.
Estremi cronologici
1916 -1953
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 170
Collocazione
MP/93