Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 34

Ricordi di guerra

Cerro Cerri Gambarelli

Dopo l'8 settembre 1943 un sottotenente dell'esercito italiano, al comando di un drappello di soldati stanziato in Slovenia, assiste alla disfatta delle truppe italiane e decide, insieme al fratello e a un amico, di disertare e fare ritorno a casa. Giunti in Italia, saranno costretti a vivere a lungo "nell'ombra", tra i partigiani.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Consistenza
pp. 116
Collocazione
MG/87

La mia vita con gli animali

Cerro Cerri Gambarelli

Una vita segnata dalla presenza degli animali: dai cavalli dell'esercito - l'Autore è un militare figlio di militari - al cane che l'ha accompagnato durante la guerra in Slovenia e a quello che è stato l'insostituibile compagno d'infanzia della figlia.
Estremi cronologici
1932 -1988
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 175
Collocazione
MP/90

Come l'olmo e l'edera

Laura Efrikian

Perchè i figli sappiano delle loro radici, un'attrice racconta la proria vita e quella della famiglia, servendosi anche dell'epistolario dei nonni, lui prete armeno, lei nobildonna veneziana.
Estremi cronologici
1940 -1984
Tempo della scrittura
1989
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 144
Collocazione
MP/91

La stagione più bella

Romolo Ranzini

Colpito da una malattia che lo costringe all'immobilità completa su una sedia a rotelle, l'Autore rievoca la vita dai quattro ai dieci anni: le sere al cinema, la guerra, la morte dell'amica Giuseppina.
Estremi cronologici
1943 -1950
Tempo della scrittura
1988 -1991
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 93
Collocazione
MP/93

I Sabbioni 1982

Pino Tosca

Un attore, detto Bacio, descrive la vita di un gruppo di amici che gravitano sul Po, fra Pavia e Piacenza: giornate sempre uguali, ravvivate da giochi erotici con Teresa, la ragazza dell'estate.
Estremi cronologici
1982
Tempo della scrittura
1982
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 128
Collocazione
MP/93

L'interno

Guido Sottile

La difficoltà di un ragazzo di rinunciare ai propri sogni per entrare nella realtà di un mondo adulto che lui rifiuta perchè privo di spontaneità. La fine di una storia d'amore, un tentato suicidio e infine la scoperta della gioia accanto ad una ragazza che, come lui, conserva il cuore bambino.
Estremi cronologici
1985 -1987
Tempo della scrittura
1985 -1987
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 42 con ill.
Collocazione
DP/88

[...] Carissima Ines, grazie

Francesco Arturo Sironi

Cartoline e lettere, che un militare di fanteria spedisce alla famiglia e alla sorella. La tristezza che il giovane prova, per la lontananza dagli affetti famigliari e per le sorti del conflitto, é stemperata nel tentativo di tranquillizzare i propri cari.
Estremi cronologici
1915 -1918
Tempo della scrittura
1915 -1918
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 488
Collocazione
E/Adn

Guazzabuglio di fatti vari con prudenti controindicazioni

Aurelio Stefanelli

Ricordi, appunti, osservazioni di una vita improntata a un umoristico distacco dai grandi eventi e ad un piacevole fantasticare con gli amici.
Estremi cronologici
1915 -1993
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 203
Collocazione
MP/95

Per Luca

Mara Depini

Diario epistolare di una futura madre dedicato al figlio che deve nascere: le paure, il cambiamento di vita, le presenze umane che la circondano.
Estremi cronologici
1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 103
Collocazione
DP/97

Diario della mia vita militare 1916-1920

Piero Rosa

Una testimonianza ponderosa per la dovizia dei particolari, arricchita da cartine dei luoghi, piani d'attacco e disegni degli armamenti in uso, scritta da un sergente d'artiglieria che racconta la sua guerra, dal Carso alla valle dell'Adige. Tutto il primo conflitto mondiale tra coraggio e paura, narrato con fervore documentario e linguaggio antico, infarcito di citazioni dantesche.
Estremi cronologici
1916 -1920
Tempo della scrittura
1927
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 7
Allegati
Consistenza
pp. 578
Collocazione
MG/99