Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 169

I giorni che contano

Maria Pichi

Arrivare a quindici anni con le paure e le attese di una bambina e con i cambiamenti dell'adolescenza, sotto il peso della figura autoritaria del padre e nel clima fascista, è il tema di questa memoria che rievoca l'ipocrisia contro la quale l'autrice si è formata una coscienza propria.
Estremi cronologici
1931 -1944
Tempo della scrittura
1985 -1987
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 183
Collocazione
MP/97

Diario di guerra 1941-1946

Ghino Bonari

A vent'anni parte per la guerra, che per lui si conclude con la prigionia in mani tedesche dopo l'8 settembre 1943. Scritta a ridosso della liberazione, la memoria evidenzia crudeltà e sofferenze patite in Russia e in Austria.
Estremi cronologici
1941 -1945
Tempo della scrittura
1946 -1947
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 52
Collocazione
MG/98

Memorie di una passione coniugale

Vieri Sassoli

In memoria di Margherita, con cui si era sposato nel 1938, un dipendente d'azienda in pensione rievoca il fidanzamento, il matrimonio, i figli avuti da lei, sullo sfondo degli anni del fascismo, della seconda guerra mondiale che lo allontana da casa e del boom economico degli anni Cinquanta e Sessanta.
Estremi cronologici
1934 -1994
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 54
Collocazione
MP/98

Vasumini Battista classe 1917: racconto dei miei sette anni di vita militare

Battista Vasumini

Dall'Italia alla Grecia, da qui alla Russia e poi fino in Siberia, prima di poter tornare a casa: sette anni di vita militare fra guerra e prigionia, raccontati nella nuda essenzialità degli eventi vissuti da un operaio agricolo che ha fatto solo la quarta elementare.
Estremi cronologici
1938 -1945
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 15
Collocazione
MG/98

Diario della vita di uno scrittore

Domenico Triggiani

E' la descrizione della vita di un funzionario dello stato amante della scrittura in tutte le sue forme, dal giornalismo alla narrativa, fino alle commedie in vernacolo. Nell'autobiografia riordina tutti i segmenti delle proprie attività ritrovando anche le altre persone, i luoghi e gli eventi "usati" per vivere come ha vissuto.
Estremi cronologici
1929 -1997
Tempo della scrittura
1997
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 229
Collocazione
MP/98

1936-1945 vita di una donna ebrea in Italia

Dora Klein

Una giovane ebrea polacca diventa dottoressa in chirurgia all'università di Bologna; nel 1936, a Fiume, zona franca e di vivace mondanità, si innamora di un ufficiale di marina. Comincia così una storia d'amore molto tormentata. Ha da lui una figlia, malgrado il divieto razzista al loro matrimonio. Poi, diventata apolide, viene deportata ad Auschwitz e Bergen Belsen, dove la sua laurea in medicina la salva dalle camere a gas.
Estremi cronologici
1936 -1945
Tempo della scrittura
1983 -1989
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 345
Collocazione
MG/98

Diario di un padre in crisi

Antonio Campa

Vent'anni della vita attraversando molti momenti di disagio con la moglie e altrettante paure per la figlia ammalata di leucemia: l'abbozzo di una scrittura autobiografica sulla sofferenza che accompagna l'attività di un insegnante e la difficile comunicazione, anche con un figlio.
Estremi cronologici
1977 -1997
Tempo della scrittura
1977 -1997
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 55
Collocazione
DP/98

Cinzella muss di purc

Vincenza Parrella

Ricordi della vita quotidiana di una bambina di famiglia contadina nell'epoca fascista, durante la guerra, in una casa dove si sentiva grugnire il maiale dietro la tenda e da dove non si poteva uscire perché nei pressi, si aggiravano le camice nere. Solo papà, "quando quei pazzi si allontanavano", sgusciava fuori dalla porta.
Estremi cronologici
1943 -1960
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 53
Collocazione
MP/98

[...] Carissimi

Virgilio Giovannini

Lettere e cartoline alla famiglia, da parte di un giovane militare, soddisfatto della propria esperienza di guerra, prima a Firenze, poi sul fronte croato: costante è il desiderio di avere notizie dei cari, di tranquillizzarli e assicurarsi che non manchino di nulla.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tempo della scrittura
1942 -1943
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 66
Collocazione
E/99

Diario autunno 1943

Franco Tosi

All'indomani dell'8 settembre, un ufficiale di fanteria, dislocato con il suo reggimento nel sud dell'Albania e fatto prigioniero dai tedeschi, affronta una marcia disperata per raggiungere il porto più vicino e imbarcarsi per l'Italia. Rientrato in patria continua il servizio militare nell'esercito del Sud, trovandosi in una complessa situazione psicologica ma tentando sempre di riscattare l'onore del suo Paese.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
DG/99