Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 27

Il mio internamento in Germania

Carlo Toniolo

Arrestato dai nazifascisti nelle campagne piemontesi di Verrua Savoia, uno degli otto figli di un contadino padovano finisce nei campi di prigionia tedeschi, di cui ricorda in tutti i dettagli l'orrore quotidiano e da cui ritornerà percorrendo un'ultima, lunga catena di fatiche e dolori.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 40
Collocazione
MG/94

Ricordi

Elio Mellana

La Torino operaia agli albori del Ventennio, quando il padre faceva il vino "con delle bustine che coloravano l'acqua", nella memoria di un ex fumista che finirà prima prigioniero dei tedeschi, in un campo di lavoro dove farà il boscaiolo, poi dei russi, in un ospedale dove farà l'aiutante d'infermeria.
Estremi cronologici
1920 -1992
Tempo della scrittura
1990 -1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
MP/95

Memorie prigionia 43-45

Giuseppe Minoli

Atene, 8 settembre 1943, l'incubo sembra finito, si attende il rimpatrio. Ma le speranze sono deluse, ad attendere lui e le migliaia di soldati e civili c'è l'umiliazione della prigionia in Polonia che durerà finchè i russi non sanciranno la definitiva sconfitta dei tedeschi.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1943-1999
Fine: 1945
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 22
Collocazione
MG/95

Viaggio in Cina

Saverio Tutino

Membro di una delegazione giovanile internazionale, un giornalista de "L'Unità" è inviato dal Pci nella Cina di Mao. Passa per Praga e Mosca, sale sulla mitica Transiberiana e giunge in Cina. Appunti sul folklore, sui sistemi politici e produttivi, impressioni, emozioni; tutta questa miniera di dati passa attraverso il filtro dell'ideale politico che anima questo viaggio.
Estremi cronologici
1950
Tempo della scrittura
1950
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 182
Collocazione
DV/85

Denise

Bianca Vittoria Franco

Rimasta orfana di madre da bambina, segue il padre diplomatico nelle varie sedi alle quali lui è chiamato dagli anni trenta in poi. Con lui divide una vita brillante e mondana, frequentando anche le donne che si innamorano di lui, come Denise, conosciuta a Praga e con cui si sposerà. Quando, rimasta vedova, Denise si ammala, lei se ne prenderà cura.
Estremi cronologici
1933 -1990
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 200
Collocazione
MP/01

La mia vita nel sindacato CGIL

Rismo Riccò

Tornato dalla prigionia in Germania nel 1945, lavora prima come bracciante agricolo, poi come muratore. Si sposa e ha due figlie, ma la sua attività principale è l'impegno come sindacalista nella C.G.I.L. e come segretario della Camera del lavoro locale.
Estremi cronologici
1946 -1999
Tempo della scrittura
1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 10
Collocazione
MP/T2

Incontro con la vita - Cinquant'anni dopo

Cecilia Caporali

All'età di quattro anni perde la madre tanto amata, un evento che segnerà gli anni tristi e solitari dell'infanzia e dell'adolescenza. Segue il lavoro fra la Toscana e la Svizzera, con l'incarico da infermiera presso l'ospedale psichiatrico di Arezzo. Una vita contraddistinta da altri lutti dolorosi e da qualche momento di sollievo determinato dai molti viaggi.
Estremi cronologici
1917 -1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 355
Collocazione
MP/02

Epopea di un uomo e della sua terra

Fabio Guerra

L'autobiografia di un pensionato che, lasciato il paese a dodici anni, continua gli studi a Firenze, diventa perito agrario e realizza il sogno di frequentare il Corso allievi ufficiali ed entrare nell'Aeronautica. Una vita dedicata alla famiglia, caratterizzata da tanti viaggi in Italia e all'estero, da una carriera lavorativa che conclude con il grado di tenente colonello e dall'amore per la terra d'origine.
Estremi cronologici
1933 -2000
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 209
Collocazione
MP/03

[...] Apprendiamo dal portiere

Orazio Antonacci

Nella notte i carri armati sovietici invadono la Cecoslovacchia, l'autore si trova nei luoghi della vicenda. Per cinque giorni, ora per ora, è testimone del dramma vissuto dalla popolazione cecoslovacca, (soprattutto giovani) che tenta di opporsi con ogni mezzo ai carri armati inviati.
Estremi cronologici
1968
Tempo della scrittura
1968
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Fotografie
Consistenza
pp. 9
Collocazione
DV/T2

Diario viaggio in Urss, 1963 (settembre - ottobre)

Claudio Pavone

Uno storico partecipa nel 1963 al congresso internazionale di storia della Resistenza a Karlovy Vary e si intrattiene per un mese a Mosca, Leningrado e Kiev come archivista di Stato. In seguito all'accordo stipulato fra il governo italiano e quello sovietico, oltre che intervenire ad incontri e visitare archivi, nel diario l'autore fa riflessioni e considerazioni su luoghi, paesaggi, persone che incontra e si confronta su argomenti politici, di costume, economici e culturali con gli studiosi russi.
Estremi cronologici
1963
Tempo della scrittura
1963
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 223
Collocazione
DP/Adn2