Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 93

[...] Il giorno 5 agosto 1944

Omero Gennaioli

Un paese distrutto, morti e deportati, donne violentate, furti, incendi e saccheggi: questo è il racconto tragico di Omero, che ricorda i giorni terribili dell'agosto 1944 a Pieve Santo Stefano.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
p. 1
Collocazione
MG/T2

Perchè Pieve S.Stefano fu distrutta?

Omero Gennaioli

Omero Gennaioli rievoca, nei minimi dettagli, i giorni dell'estate del 1944 quando i tedeschi minarono Pieve e rastrellarono la popolazione impotente di fronte alla distruzione del paese. Pieve dietro di loro è un cumulo di macerie.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
2005
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 42
Collocazione
MG/T2

I miei sessantanni

Stefano Graziotti

Un pensionato pievano racconta la sua vita con un'infanzia di miseria in una famiglia numerosa, la guerra, le distruzioni, le malattie, ma anche un matrimonio felice, i figli e il lavoro in municipio.
Estremi cronologici
1935 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 31
Collocazione
MG/Adn2

Quei ragazzi del vicolo "Antiche prigioni"

Onelio Pisani

Onelio ricorda con nostalgia i luoghi della sua giovinezza. Da attori dilettanti offrivano "Spettacoli drammatici e di arte varia" alla popolazione pievana che apprezzava e riempiva il teatro "Carlo Goldoni" in via delle Antiche Prigioni.
Estremi cronologici
1930
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 3
Collocazione
MP/T2

Dal sogno di una festa al dramma della libertà

Ferdinando Turchetti

Dopo la morte del fratello nel deserto tunisino, durante la Seconda Guerra Mondiale, una giovane promessa del calcio aretino si avvicina alla politica e alle idee antifasciste. Racconta gli anni della guerra in mezzo ai bombardamenti. Richiamato alle armi durante la Repubblica Sociale, scappa tra le montagne, vivendo da vicino molti episodi legati alla storia della provincia di Arezzo, come la morte dell'antifascista Pio Borri e di Sante Tani, leader delle prime lotte politiche della città, e la strage di Civitella in Val di Chiana. Dopo la guerra si dedica alla politica e diventa dirigente sindacale.
Estremi cronologici
1926 -1995
Tempo della scrittura
1943 -1995
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 136
Collocazione
MP/Adn2

[Senza titolo]

Bettina Piccinelli

I pensieri di una delle collaboratrici dell'Archivio affidati alle pagine del suo diario personale. Il quaderno, rinvenuto dal nipote dopo la sua morte, è stato da lui donato all'Archivio. L'istituzione di Pieve, conoscendo la riservatezza dell'autrice, ha deciso di accoglierlo rendendolo "non consultabile". La storia del quaderno ha ispirato un capitolo de "Il paese dei diari" di Mario Perrotta.
Estremi cronologici
2006 -2007
Tempo della scrittura
2006 -2007
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Collocazione
DP/Adn2

Diari

Riccardo Fabbrini

Dal 1963, allora quindicenne, un giovane della provincia di Siena tiene un diario fortemente introspettivo in cui annota gli eventi che hanno per lui una rilevanza interiore. Sensibile e introverso passa gran parte delle giornate a leggere libri impegnativi. Nel periodo dell'Università entra nel mondo delle contestazioni e il suo atteggiamento diventa più trasgressivo. Si laurea nel 1973 e lavora in una commissione socio-pedagogica del Sert: gli impegni di studio e di lavoro fanno diradare le annotazioni dal 1977. Il diario viene ripreso negli anni Novanta ma le pagine più recenti sono incentrate sull'autoanalisi ed esposizione delle sue riflessioni.
Estremi cronologici
1963 -2015
Tempo della scrittura
1963 -2015
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 209
Collocazione
DP/11

Diario di classe 3A

AA.VV.

I bambini di una terza elementare tengono un diario di classe durante gli ultimi giorni di scuola, prima delle vacanze estive. Parlano delle loro attività scolastiche e dei loro impegni: saggi di danza, partite di calcio, recita scolastica, sempre descrivendo i loro sentimenti e le loro emozioni
Estremi cronologici
2009
Tempo della scrittura
2009
Tipologia testuale
Esercitazione scolastica
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 21
Collocazione
DP/T2

[...] Con noi che solo questo ci auguriamo

Arduina Agostini

Una ragazzia invia una lettera al marito in guerra, nella quale lo informa di aver contattato un istituto di orfanelle affinché queste preghino per lui.
Estremi cronologici
1940
Tempo della scrittura
1940
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
1 p.
Collocazione
E/T2

Sul cammino di San Francesco

Mauro Tedesco

L'autore descrive i luoghi e le emozioni provate durante il cammino di pellegrinaggio fatto insieme ad un gruppo di amici dalla Verna fino ad Assisi.
Estremi cronologici
2008 -2008
Tempo della scrittura
2008 -2009
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
12 p.
Collocazione
MP/T2