Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 9

Qui nessuno dice niente

Domenico Conoscenti

L'esperienza di un insegnante incaricato di tenere un corso per adulti per il conseguimento della licenza media in un carcere giudiziario siciliano: il tentativo di vincere la "resistenza passiva" dei detenuti e di capire il loro codice d'onore, e la scoperta che l'insegnamento non è un lavoro ma una missione.
Estremi cronologici
1986 -1987
Tempo della scrittura
1986 -1987
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 182
Collocazione
DP/89

Una vita difficile

Bruno Morbiolo

Da falegname a infermiere presso un centro di igiene mentale, la memoria di un uomo nato durante la guerra, sfollato a Venezia per l'alluvione del Polesine e oggi felicemente sposato.
Estremi cronologici
1940 -1992
Tempo della scrittura
1991 -1993
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MP/95

Non voglio sapere quanto costa

Stefania Chiusoli

Un'insegnante, moglie di un avvocato penalista e madre di tre figli, conosce un giovane sardo accusato ingiustamente per omicidio e difeso dal marito. Se ne innamora, si separa, seguendolo per vent'anni durante gli spostamenti nei diversi carceri italiani, sino a quando, la libertà condizionata, permette la loro unione.
Estremi cronologici
1975 -1997
Tempo della scrittura
1996 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 216
Collocazione
MP/Adn

La mia vita con i "valorosi" della Gloriosa Regia Marina "italiana" nel 2 Conflitto Mondiale 1940-1945

Raffaele Iorio

Un pensionato ricorda le numerose imprese a cui ha partecipato durante la seconda guerra mondiale: come sotto-capo segnalatore nella torpediniera Groppo, nave scorta nelle rotte del Mediterraneo, verso Biserta e Tunisi, ha più volte individuato la presenza di sommergibili nemici, salvando così la propria e molte altre vite. Dopo l'affondamento della Groppo, che lo ha privato anche dei suoi appunti diaristici, ha continuato il servizio per circa un anno, sempre su navi militari.
Estremi cronologici
1940 -1946
Tempo della scrittura
1989 -1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 109
Collocazione
MG/02

Flash di una vita

Maria Grazia Falciani

Un'ex insegnante parla di sè in terza persona e racconta il suo difficile rapporto con la madre, la sua vita di collegio, prima a Orvieto, poi a Napoli, dove frequenta l'università e dove conosce un giovane siciliano di cui si innamora e da cui aspetta un figlio. Si sposano trasferendosi in Sicilia, hanno altri due figli, insegnano. La loro serenità è interrotta dalla sua grave malattia che la costringe a lasciare l'insegnamento e contro la quale combatte aiutata dal marito, dai figli e dai nipotini.
Estremi cronologici
1942 -1995
Tempo della scrittura
2001 -2003
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 42
Collocazione
MP/04

I fiori colore del sangue

Anna Maria Caredio

Una colta signora toscana vive vicino a una famiglia sarda, nel senese. Un loro congiunto è un famoso bandito condannato all'ergastolo. Interessata, riesce a incontrarlo in diverse carceri e, affascinata dalla sua storia, ottiene per lui la semilibertà, grazie ad amici influenti. Prova per lui una forte attrazione intellettuale che si infrange per la lontananza delle loro culture. Ottenuta la grazia e tornato in Sardegna, muore nel 2004, non prima di farle promettere di scrivere la loro storia. Lei lo fa, utilizzando in parte la terza persona.
Estremi cronologici
1975 -2005
Tempo della scrittura
2005
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 96
Collocazione
MP/06

La bimba di allora

Edda Ernandes

Poesie, canzoni, racconti autobiografici: un'insegnante elementare ripercorre momenti di vita passata, intrecciandoli a riflessioni sul presente. La pace cui dovrebbe tendere l'uomo, è lo sfondo su cui si muovono, come in un flash-back, memorie dell'infanzia, della famiglia e della propria maturità professionale.
Estremi cronologici
1943 -2005
Tempo della scrittura
2004 -2005
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 63
Collocazione
MP/Adn2

[...] La durezza della condizione

Marco Pizzolo

Il 5 novembre 1951 dalle carceri di Lucera, l'autore finisce di scrivere le sue memorie che iniziano dai primi del Novecento. Una vita passata fra lotte sindacali, carceri, scontri anche armati con i fascisti e la polizia, confino e vendette. Siamo a Cerignola ai tempi di Giuseppe di Vittorio di cui è amico e compagno. Forte è anche il suo legame con la moglie e i suoi figli.
Estremi cronologici
1896 -1951
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Allegati
Consistenza
pp. 110
Collocazione
MP/Adn2

Memorie di un bancario

Victor

L'autore racconta una sua esperienza lavorativa quando viene trasferito in un'agenzia dell'isola per ridare fiducia alla clientela dopo un atto scorretto compiuto da un collega.
Tempo della scrittura
2000 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Formato Digitale: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 12
Collocazione
MP/T2
Soggetti