Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 26

Dall'altra parte

Antonino Caserta

Tutta la vocazione sociale e culturale di un giovane di azione cattolica che fin dall'infanzia si è sentito votato a ruoli eccezionali e poi, come prigioniero di guerra in Africa Settentrionale, ha cominciato a svolgere compiti di assistenza didattica e di scrittura che lo porteranno al giornalismo.
Estremi cronologici
1925 -1948
Tempo della scrittura
1988 -1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 227
Collocazione
MP/97

Avvenimenti, pensieri, e fatti e paure

Fernando Pertichini

Dalla dura vita della campagna e delle migrazioni stagionali dei carbonai, alla guerra in Nord Africa dove verrà fatto prigioniero: non c'è tregua per un boscaiolo che passerà per diversi campi, in sei anni di un'umiliante odissea, prima di poter riabbracciare la famiglia nel Casentino.
Estremi cronologici
1938 -1946
Tempo della scrittura
1942 -1946
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 24
Collocazione
MG/97

Deserto di sangue

Franco Lo Sardo

Nei ricordi di un generale dei carabinieri in pensione, i primi due anni di guerra a fianco dell'esercito tedesco in Africa Settentrionale e i numerosi, successivi viaggi per commemorare i combattenti caduti sul campo.
Estremi cronologici
1940 -1996
Tempo della scrittura
1997
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 72
Collocazione
MG/99

Tempo di guerra

Luigi Marchese

Arruolato nel corpo dei paracadutisti è fatto prigioniero dagli Inglesi in Libia nel '41; poi evade dal campo in Egitto e riesce a raggiungere Tripoli e tornare in Italia. Ma nel '43 sarà rimandato sul fronte libico passando per la Jugoslavia e la Grecia. Nuovamente prigioniero dovrà aspettare il giugno del '46 per ritornare a casa e riabbracciare la famiglia.
Estremi cronologici
1939 -1946
Tempo della scrittura
1995 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 277
Collocazione
MG/00

Da Monteforte a Saida

Giuseppe Santaniello

Dall'infanzia in un piccolo paese campano, all'adolescenza in collegio, quindi ad Avellino negli anni del liceo. Nel 1942 parte per la guerra in Africa Settentrionale e combatte a El Alamein. La sconfitta, la ritirata, tra caos e saccheggi fino a quando non viene catturato dai francesi e passa tre anni in un campo di prigionia, da cui esce nell'aprile del 1946.
Estremi cronologici
1925 -1946
Tempo della scrittura
1942 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 331
Collocazione
MG/00

L'ho fatto e lo rifarei

Luciano Falcioni

Un pellettiere, dopo varie esperienze lavorative, parte per il fronte libico: tenta di resistere agli attacchi nemici ma viene fatto prigioniero dagli inglesi. Rientrato a Firenze, riprende il lavoro, crea un laboratorio in proprio e riesce anche a godersi la pensione, viaggiando per il mondo.
Estremi cronologici
1919 -1980
Tempo della scrittura
1980
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
MP/01

Uomini in...fuga

Eraldo Minola

Memoria rocambolesca di un imprenditore in pensione che, partito per l'Africa nel 1934 come dipendente di una società che costruisce strade, intraprende, senza troppo successo, un'attività in proprio. Rimpatriato, commercia legname e riparte come autiere per la Libia, sino al rientro in Italia, quando riprende in mano le sorti della famiglia e dell'azienda, illudendosi di trovare un mitico tesoro, abbandonato da Mussolini durante la fuga.
Estremi cronologici
1934 -1948
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 280
Collocazione
MP/01

[...] Il sole cominciava a diminuire

Aristide Ardoli

Un soldato ricorda i terribili momenti dei combattimenti durante la seconda guerra mondiale, in Nord Africa. Presi prigionieri e maltrattati dai "degaullisti" (francesi del generale De Gaulle) sono stati consegnati agli inglesi, che li chiudono in un campo di prigionia.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 11
Collocazione
MG/T2

Memorie dei fatti del mio destino dal 1926 al 2001, cioè da 6 anni ad 80 anni

Vittorino Chiossi

Un imprenditore edile nato in provincia di Modena ripercorre la sua vita: infanzia in campagna e come aiuto al padre in svariate attività, la guerra in Libia e il faticoso dopoguerra fino al pieno successo della maturità, traversando molte attività lavorative e rimanendo sempre legato alla sua grande passione che pratica con costanza: il calcio.
Estremi cronologici
1926 -1980
Tempo della scrittura
2004
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 38
Collocazione
MP/05

Ibis redibis...memoria di una guerra dimenticata

Alfredo José Uccelli

Ancora universitario si arruola come volontario e viene inviato, da sergente, al confine slavo, dove si distingue anche per la conoscenza della lingua inglese; è perciò inviato in Libia dove oltre all'attività di interprete impara a cavalcare i dromedari e a comportarsi da buon meharista, per esplorare il territorio senza indossare la divisa. Fatto prigioniero dagli inglesi durante la battaglia di El Alamein, tenta la fuga dal campo di prigionia. Catturato di nuovo, entra a far parte di un reparto di prigionieri addetto alle riparazioni.
Estremi cronologici
1940 -1943
Tempo della scrittura
2005 -2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 158
Collocazione
MG/08