Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 9

[...] Note

Danilo Gracci

Un telegrafista in convalescenza redige un diario, in cui annota le giornate trascorse in attesa della completa guarigione, le visite militari a cui si sottopone, l'impazienza per l'esito del conflitto e la gioia per la liberazione di Trieste.
Estremi cronologici
1917 -1918
Tempo della scrittura
1917 -1918
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Trascrizione a mano: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 48
Collocazione
DG/Adn

Diario della vita militare

Danilo Gracci

Un giovane partecipa alla prima guerra mondiale come telegrafista: inviato a combattere sul fronte italo-austriaco, a causa di una ferita alla gamba, viene ricoverato in un ospedale militare. A guerra conclusa, poche note ci informano che lavora nelle ferrovie e, come capo-stazione, si trasferisce in Sicilia.
Estremi cronologici
1915 -1927
Tempo della scrittura
1915 -1927
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 60
Collocazione
DG/Adn

Diario

Attilio Orbelli

La memoria di un pensionato veneto che, dopo gli studi in collegio e il diploma di tecnico agrario, affronta il servizio militare e poi è inviato sul fronte africano: combatte in Libia, in Egitto e, durante la ritirata, è fatto prigioniero in Tunisia dagli inglesi. Consegnato agli americani, approda in America, nei campi di lavoro: qui conosce nuove condizioni di vita e, accettato il ruolo di collaboratore, torna in Italia alla fine del 1945.
Estremi cronologici
1921 -1945
Tempo della scrittura
2002
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 36
Collocazione
MG/03

Guerra e dopoguerra. Diario di un partigiano gregario. Novembre '43-Novembre '48

Marco Andrea Ugolini

Giovanissimo, è antifascista e partigiano sui monti sopra la valle del Sieve. Partecipa all'insurrezione di Firenze prima dell'arrivo degli Alleati e quindi si arruola con loro per combattere i tedeschi sulla Linea gotica. Ferito e curato male, rischia di morire. La guerra è finita, ma a lui danno solo una medaglia, nessuno lo aiuta a trovare un lavoro. Amareggiato e deluso documenta il tradimento della costituzione del '46.
Estremi cronologici
1943 -1948
Tempo della scrittura
1950 -1959
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 170
Collocazione
MG/03

[...] Sono solo

Giovanni Presti

Un ufficiale siciliano scrive lettere durante i combattimenti della prima guerra mondiale. Si rivolge alla giovane fidanzata di Thiene e racconta delle battaglie e del proprio stato d'animo. La corrispondenza continua anche finita la guerra e dopo il matrimonio. Scrive principalmente da Trieste, dove è magistrato militare, accennando ai primi movimenti fascisti, agli scioperi, all'impresa dannunziana di Fiume.
Estremi cronologici
1914 -1922
Tempo della scrittura
1914 -1922
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
poesie
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 162
Collocazione
E/03

[...] Il sole cominciava a diminuire

Aristide Ardoli

Un soldato ricorda i terribili momenti dei combattimenti durante la seconda guerra mondiale, in Nord Africa. Presi prigionieri e maltrattati dai "degaullisti" (francesi del generale De Gaulle) sono stati consegnati agli inglesi, che li chiudono in un campo di prigionia.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 11
Collocazione
MG/T2

Odio gli indifferenti

Paolino Orlandini

L'impegno politico-sindacale di un pensionato che, dopo la militanza partigiana, diventa dipendente statale presso il provveditorato delle opere pubbliche. Memore delle lotte per la liberazione, dedica le proprie energie alla corretta gestione del denaro pubblico, investito per la ristrutturazione di alcuni nosocomi marchigiani.
Estremi cronologici
1945 -1980
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 32
Collocazione
MP/Adn2

Come ho trascorso la mia tormentata giovinezza

Carlo Cipriani

In un alternarsi di memoria e diario, la dolorosa quanto violenta esperienza bellica di un ex barbiere che, inviato sul fronte greco-albanese, perde entrambi gli arti inferiori. La degenza ospedaliera, la riabilitazione, la sofferenza fisica e morale oltre che le difficoltà di ricominciare: mai privo di speranza, si sposa e ha un figlio, cui dedica lo scritto.
Estremi cronologici
1939 -1954
Tempo della scrittura
1954
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 5
Fotografie
Consistenza
pp. 88
Collocazione
MG/09

[...] Sono nata il 24 aprile

Domenica Giovannetti

La sana semplicità della vita nella campagna romagnola della prima metà del secolo scorso è tratteggiata in queste pagine: la laboriosità e la grande forza d'animo nell'affrontare le vicissitudini sono le caratteristiche peculiari di queste popolazioni.
Estremi cronologici
1883 -2004
Tempo della scrittura
2004
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Formato Digitale: 1
Collocazione
MP/T3