Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 147

[...] Colloquio con mia madre

Alberto Bonvicini

Registrazione puntuale della quotidiana cadenza di una vita carceraria uguale nei suoi orari e nelle speranze non esaudite. Unica variante le lettere ai parenti e, soprattutto, a un'amica che non può che diventare personificazione della libertà e di quell'"altro da sé", che darebbe anche affetto e identità.
Estremi cronologici
1981 -1982
Tempo della scrittura
1981 -1982
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 94
Collocazione
DP/97

Phisique du rhole

Paolo Severi

Dopo tre anni trascorsi a San Patrignano, portato in carcere a Rimini per finire di scontare una pena, descrive la fatica per rimanere lucidi nel mondo violento e paradossale di un reclusorio, dove bisogna battersi con tutte le forze per respingere la droga offerta a muso duro da altri detenuti.
Estremi cronologici
1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 112
Collocazione
DP/97

Riflessioni dietro alle sbarre

Antonio Castro

Nato da emigrati siciliani in una borgata romana, l'autore racconta la storia di un'infanzia emarginata, la fuga da un padre manesco, le avventure in Belgio e in Thailandia e infine lo sbocco tra le rapine e il carcere, il lavoro sempre precario, il matrimonio e la nascita di un figlio, e ancora rapine e carcere.
Estremi cronologici
1970 -1994
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Allegati
Consistenza
pp. 238
Collocazione
MP/97

Il mio diario

Evelina Mirabella

Con parsimonia e riservatezza, questo diario riflette le emozioni dell'amore vissuto nelle condizioni ristrette dalla reclusione carceraria. E' l'esaltazione del bello che, nonostante tutto, fa crescere la vita.
Estremi cronologici
1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
riflessioni
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 79
Collocazione
DP/97

Polonia 1990. Viaggio nella memoria

Vincenzo Franco

Un tecnico di laboratorio, con un amico e con sua moglie, torna a visitare i luoghi dove era stato deportato nel 1944, dopo la cattura in Versilia, dove faceva il partigiano. Dal campo di prigionia di Odertal, in Polonia, era stato liberato dai sovietici nel 1945.
Estremi cronologici
1944 -1990
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 118
Collocazione
MG/98

...E mi sono divertito

Bruno Sacerdoti

Uno dei più noti sindacalisti della Cgil racconta la propria vita, dall'esilio in Svizzera alla Resistenza, fino al lavoro nelle varie branche dell'organizzazione e nella federazione sindacale mondiale, che lo ha portato a vivere a Praga e a viaggiare in molti paesi. Terminerà la carriera curando la formazione sindacale.
Estremi cronologici
1924 -1987
Tempo della scrittura
1988 -1990
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 51
Collocazione
MP/98

Il viaggio del fauno

Francesco Sacco

La vita di un napoletano intraprendente che lavora come vetrinista e finisce per tredici mesi in carcere, ingiustamente accusato di traffici illeciti nel campo della pellicceria. La separazione dalla moglie gli lascerà poi tutto il tempo libero per svariate avventure con l'altro sesso.
Estremi cronologici
1946 -1993
Tempo della scrittura
1980 -1993
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 198
Collocazione
MP/98

[...] Mi chiamo Andrea Stia

Andrea Stia

Nato in un ambiente famigliare oppresso dalla violenza del padre verso la madre e mandato a crescere in collegio, un bambino torna a casa a dieci anni. Ma il degrado morale in cui si ritrova lo costringe alla vita di strada, al carcere, alla tossicodipendenza.
Estremi cronologici
1964 -1998
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 56
Collocazione
MP/98

Non voglio sapere quanto costa

Stefania Chiusoli

Un'insegnante, moglie di un avvocato penalista e madre di tre figli, conosce un giovane sardo accusato ingiustamente per omicidio e difeso dal marito. Se ne innamora, si separa, seguendolo per vent'anni durante gli spostamenti nei diversi carceri italiani, sino a quando, la libertà condizionata, permette la loro unione.
Estremi cronologici
1975 -1997
Tempo della scrittura
1996 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 216
Collocazione
MP/Adn

Il diario della mia vita

Primo Brugnoli

Mezzo secolo di storia attraverso le vicende di un autodidatta emiliano che si è fatto da sè: dalle origini povere alla lotta per emanciparsi tramite lo studio, fino alla conquista del meritato benessere. A cinquantacinque anni si diploma ingegnere all'Istituto superiore di Friburgo: il figlio di dieci anni, dal buco della serratura, segue orgoglioso la discussione d'esame.
Estremi cronologici
1895 -1950
Tempo della scrittura
1950 -1953
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 38
Collocazione
MP/99