Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 58

Ricordi e memorie vissuti da protagonista

Augusto Cicchetti

Dagli sfumati ricordi della prima guerra mondiale alla campagna coloniale africana fino all'internamento in un lager tedesco. Una vita in guerra per un perito orticoltore riminese che riesce - fra un conflitto e l'altro - anche a fare carriera rilevando l'azienda paterna specializzata in progettazione di giardini.
Estremi cronologici
1915 -1945
Tempo della scrittura
1989 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 52
Collocazione
MG/99

Paolina era la madre di Giulia

Bruna Milia

Una commerciante in pensione ricorda gli anni difficili dell'infanzia, segnata da miseria e maltrattamenti. Una memoria incentrata sulla figura della madre, donna forte e combattiva e sulla vita matrimoniale, aperta dal precoce matrimonio con Aldo: nel 1944 inizia, con un servizio da caffè e uno da frutta, la delicata esperienza della vita di coppia.
Estremi cronologici
1928 -1991
Tempo della scrittura
1990 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 114
Collocazione
MP/99

Quel che resta d'un filo

Mariella Murisciano

Diario sotto forma di acrostici redatti da un'ex-impiegata, a partire dal settembre dell'88, data del pensionamento. Vengono commentati i fatti di cronaca nazionali e le vicende della propria famiglia, sempre attraverso il filtro di un handicap fisico che condiziona la forma di rapporto fra l'autrice - non vedente - e il mondo. Il testo è scritto in caratteri braille.
Estremi cronologici
1988 -1998
Tempo della scrittura
1988 -1998
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
pp. 222
Collocazione
DP/Adn

La Foto

Lorenzo Fuligni

Un ragazzo si rivede bambino in una foto scattata molti anni prima: il ricordo di una mattina, trascorsa giocando a pallone con un ragazzo malato, lo fa meditare sul senso della vita.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1900-1999
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 2
Collocazione
MP/T

Elvira è di là che piange

Massimo Cappelletti

Dopo tre anni di matrimonio una coppia decide di sottoporsi alla fecondazione artificiale omologa per riuscire ad avere un bambino. Avranno due gemelle ma una, con gravi problemi celebrali, morirà dopo la nascita.
Estremi cronologici
1990 -1997
Tempo della scrittura
1997 -1998
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 251
Collocazione
MP/00

Offendicula

Marialuisa Gioia

Il rapporto con i genitori, i due matrimoni, la nascita di una figlia e la morte di un figlio, ci portano nella "casa di cipria" finalmente restaurata. C'è il ricordo degli anni '60, '70, '80 e '90, a Milano, attraverso il suo lavoro di grafica e il suo rapporto con numerosi uomini di cultura.
Estremi cronologici
1946 -1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp.102
Collocazione
MP/Adn2

Per grazia non ricevuta

Alfonso Raffaelli

Cieco dalla nascita, racconta della sua infanzia, dell'istituto dove studia e vive fino all'adolescenza. Il rientro in famiglia lo vuole con caparbia. Frequenta il Liceo e l'Università dove si laurea dopo un viaggio di studio a Londra.
Estremi cronologici
1945 -1970
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 86
Collocazione
MP/Adn2

Utero per l'anima

Beatrice Filippi

Diario spirituale attraverso cui una madre analizza se stessa e il rapporto con il figlio disabile, che lei assiste con pratiche shiatsu e cristalli per il riequilibrio energetico. La fede nella reincarnazione e la parapsicologia allevieranno il vuoto lasciato dalla sua prematura morte.
Estremi cronologici
1998 -2000
Tempo della scrittura
1998 -2000
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 97
Collocazione
DP/01

Vivere l'handicap

Mariarosa Baldini

Il quotidiano impegno di una madre con un figlio sofferente di handicap mentale, prosegue anche al di fuori del lavoro casalingo nella sua professione di insegnante di sostegno nella scuola dell'obbligo.
Estremi cronologici
1973 -2000
Tempo della scrittura
1986 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 59
Collocazione
MP/01

Agenda intima

Filomena Mascia

Non vedente per un evento casuale avvenuto all'età di 6 mesi, l'autrice trascorre l'infanzia e l'adolescenza in un collegio a Napoli, dove si compie la sua formazione culturale. Intelligente e ipersensibile, riesce a godere di ciò che la vita le può offrire. Parla dell'amore e dei viaggi descrivendo tutto quello che riesce a "vedere" attraverso gli occhi degli altri. Rimane un senso di solitudine alleviato dal computer che riesce a toglierla dal suo isolamento.
Estremi cronologici
1997 -2000
Tempo della scrittura
1997 -2000
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 113
Collocazione
DV/02