Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 5

Giuseppe Zanardelli e il 1878

AA.VV.

Copia dei rapporti sulla sicurezza pubblica redatti da prefetti e da informatori, inviati al ministro dell'interno Zanardelli.
Estremi cronologici
1878
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
rapporti di polizia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 70 con ill.
Collocazione
A/87

[...] Carissimo amico

AA.VV.

Miscellanea di lettere ricevute dallo statista Giuseppe Zanardelli: una fitta corrispondenza tra parlamentari e ministri di spicco nella scena politica italiana di fine Ottocento. Tra gli autori: Cavallotti, Di Rudinì, Giolitti, tra gli argomenti i sanguinosi tumulti di Milano del 1899 e lo scandalo della Banca Romana.
Estremi cronologici
1884 -1905
Tempo della scrittura
1884 -1905
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 245
Collocazione
A/Adn

La caduta dello Shah e l'avvento di Khomeini

Giulio Tamagnini

Il diario personale dell'ambasciatore italiano a Teheran nei difficili anni che hanno visto il passaggio dal regime dello Scià a quello di Khomeini: gli incontri, gli impegni ufficiali, le visite diplomatiche e le tante considerazioni personali su di una rivoluzione vissuta in prima persona.
Estremi cronologici
1978 -1980
Tempo della scrittura
1978 -1980
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 378
Collocazione
DP/89

[...] Carissimi figlioli belli

Laura Badini , Gustavo Colonnetti

Il professor Gustavo, precendemente rifugiato in Svizzera con la famiglia, insieme ad altri 9 intellettuali del Nord, tra cui il futuro presidente Einaudi, nel 1944 viene richiesto dal governo Bonomi a Roma per collaborare alla ricostruzione politica, sociale e culturale dell'Italia. Sarà nominato presidente del ricostituito Cnr. Nella capitale lo segue la moglie, mentre restano in Svizzera i cinque figli della coppia, la maggiore dei quali, Elena, è la corrispondente epistolare dei genitori. Uno spaccato sui momenti cruciali della ricostruzione del nostro Paese, sospeso tra la precarietà di una liberazione non ancora completata, ma già animato dal fervore l...
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 99
Collocazione
E/05

Officine di Casaralta. Una fine annunciata

Antonio Casillo

Nel diario di un pensionato napoletano, da quasi quarant'anni residente a Bologna, il resoconto di due anni segnati da manifestazioni, scioperi, incontri con sindacalisti e politici, nel tentativo di non far chiudere la sede bolognese delle officine Casaralta. Uno sforzo collettivo fatto di speranze e disillusioni, cui ha messo fine l'impossibilità di trovare un accordo tra lavoratori, sindacati e proprietari.
Estremi cronologici
1996 -1998
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 90
Collocazione
DP/Adn2