Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 44

Un ricordo lontano ancora vivo nel mio cuore: due strade di Jesi, Via Colle e Via San Francesco

Cesarina Guidi

Per frequentare l'università della terza età, una pensionata ripercorre le strade che l'avevano vista, giovane sposa, recarsi all'ospedale dove si trovava il marito, colpito dalla tubercolosi, contratta durante la Campagna di Russia.
Estremi cronologici
1946 -1991
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 2
Collocazione
MP/T

Il dettato si scriveva a matita

Maria Luisa Zuccotti

L'inconsueta esperienza scolastica di una bambina costretta a vivere in ospedale e la solitudine dell'adolescenza rievocate con il senno del tempo passato: piccole simpatie, l'esame di quinta e i progetti per il futuro.
Estremi cronologici
1951 -1958
Tempo della scrittura
1972
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 54
Collocazione
MP/93

A maniche rimboccate

Elena Marucci

Una vita che dall'età di quattro anni è segnata dalla lotta contro un grave handicap fisico, nell'ambiente ostico di diversi ospedali. Divenuta donna, la sua vittoria è sancita da un matrimonio e dalla nascita di due figli.
Estremi cronologici
1940 -1993
Tempo della scrittura
1992 -1993
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 159
Collocazione
MP/93

Vestivamo cappotti U.N.R.A.

Aldina Fiocchi

Una ventiduenne è costretta a scappare dai bombardamenti di Milano per rifugiarsi nella casa dei nonni nel ferrarese. Qui, dopo una notte di festa, viene violentata insieme alle cugine da alcuni soldati tedeschi. Dopo un avventuroso viaggio, rientra a Milano dove morirà il padre.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1970 -1971
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 100
Collocazione
MG/93

I miei vent'anni

Virgilio Mori

La Roma fascista raccontata da uno scultore che lavora al grandioso progetto del Foro Mussolini e conosce il mondo delle botteghe artistiche, fra le avanguardie futuriste e la tradizione voluta dal regime. Costretto alla guerra in Libia, fatto prigioniero, verrà portato in Texas, da cui torna malato di tubercolosi.
Estremi cronologici
1924 -1944
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 45
Collocazione
MP/89

La mia odissea. Memoria di un musicante bandista

Rocco Vitucci

Il racconto di un soldato che dopo l'armistizio decide di aderire alla Repubblica Sociale. Nel dopoguerra, deluso dalla guerra che gli ha portato solo rovina, afflitto da problemi finanziari e malato di tubercolosi, riuscirà a trovare lavoro solo grazie all'amicizia con Adriano Olivetti.
Estremi cronologici
1943 -1973
Tempo della scrittura
1943 -1973
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 25
Collocazione
DP/90

[..] Quel giorno mi trovavo

Viviano Marianini

Memoria dell'infanzia povera (con allegate venti lettere alla moglie e un breve diario) scritte da un figlio di mezzadri "mangia preti", che ha trovato nella lettura la forza per affrontare il calvario della tubercolosi.
Estremi cronologici
1933 -1974
Tempo della scrittura
1976 -1979
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Diario
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
MP/92

Io cantastorie: libertà vo' cercando

Severina Rossi

L'autrice, quinta figlia di un'ex filatrice e di un cantoniere, descrive infanzia e giovinezza nelle campagne della provincia di Cremona. Per aiutare la famiglia in quel periodo di ristrettezze economiche impara il mestiere di sartina, mentre studia di notte e di nascosto. Allo scoppio della guerra le condizioni di vita della popolazione peggiorano, i tedeschi seminano il terrore, come gli squadristi che arrivano a "mettere ordine". Chi non aderisce al Partito non trova lavoro, o viene licenziato. Contraria a questo regime si mette in contatto con alcuni socialisti del Comitato di Liberazione Nazionale ed entra nella Resistenza. Incarcerata dopo un rastrella...
Estremi cronologici
1920 -1945
Tempo della scrittura
1988 -1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 132
Collocazione
MG/94

Quelle campane di Santa Giusta

Piera Masala

L'autobiografia di una casalinga cresciuta nell'indigenza delle campagne dell'entroterra sardo fra pastori dai volti ruvidi e case con i pavimenti di terra. Tre figli avuti da una relazione coniugale umiliante, il divorzio e il salvataggio del nuovo compagno dall'alcoolismo completano quest'affresco a tinte forti di una Sardegna rurale e arcaica, nel suo passaggio verso la modernità.
Estremi cronologici
1925 -1993
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Fine presunta: 2000-2099
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Consistenza
pp. 1075
Collocazione
MP/95

Lo straordinario nel quotidiano

Berenice Francardo

Diario intimo ritrovato nel cassetto di una stanza di sanatorio per tubercolotici dove l'autrice visse i suoi ultimi nove mesi. In allegato la corrispondenza inviata alla famiglia.
Estremi cronologici
1942
Tempo della scrittura
1942
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 93
Collocazione
DP/97