Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 22

[...] Nacqui il 21 Giugno 1895

Luigi Busti

La breve autobiografia di un pastore della Garfagnana, che fin da piccolo ha conosciuto le difficoltà di questo mestiere: grazie al suo forte desiderio di sapere e conoscere, frequenta le scuole serali per imparare a leggere e a scrivere. In prosa e poesia riflessioni sull'egoismo umano, l'abbondono delle campagne, l'amore per la moglie.
Estremi cronologici
1895 -1961
Tempo della scrittura
1960 -1970
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 20
Collocazione
MP/06

Diario da ricordare

Pietro Francini

Il passaggio verso la modernità nell'autobiografia di un pensionato toscano: dopo anni di lavoro agricolo, decide di intraprendere l'attività di venditore ambulante di uova e pollame. Negli anni Cinquanta apre un chiosco ad Asciano, dove lavora la moglie, sostituisce la bicicletta con un'Ape Piaggio e continua a rifornire vari banchi del mercato generale di Firenze. Per tutti resta "l'Ovaio di Siena" sino alla pensione.
Estremi cronologici
1895 -1985
Tempo della scrittura
1997 -2004
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 37
Collocazione
MP/06

Diario di un sopravvisuto

Ettore Zucchelli

I primi vent'anni di vita di un pensionato della provincia bolognese: nato in una famiglia povera, fin da bambino inizia a lavorare come garzone. Aderisce al movimento partigiano e, arrestato dalle squadre fasciste, riesce a fuggire gettandosi da una finestra. Senza lavoro, accetta di frequentare un corso per sminatore, attività che svolge per anni sino a quando, morto il padre, diventa dipendente statale.
Estremi cronologici
1935 -1948
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 51
Collocazione
MP/06

Ai piedi dei miei anni

Enzo Cei

L'infanzia e l'adolescenza di un fotografo pisano: nato da una famiglia di contadini, aiuta fin da piccolo i genitori, soprattutto nell'accudire il fratello affetto da meningite. La memoria di un clima sociale e affettivo in lento dissolvimento, che culminerà con l'abbandono della terra natale.
Estremi cronologici
1949 -1970
Tempo della scrittura
2002 -2004
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 95
Collocazione
MP/06

La mia sveglia era il canto del gallo...Ricordi di una vita

Aldo Fantini

I cambiamenti nella società rurale raccontati da un pensionato emiliano: nato e cresciuto in una famiglia di mezzadri, aiuta sin da piccolo nel lavoro dei campi e, adulto, acquista nuovi macchinari lavorando con i fratelli. Un infarto lo costringe al riposo e a cercare un nuovo impiego: entrato in una ditta di confezioni, coltiva sempre la passione per la natura e l'agricoltura.
Estremi cronologici
1925 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 115
Collocazione
MP/Adn2

Memorie di un ragazzo di campagna

Geppe Bertoni

Lungo viaggio attraverso tradizioni e abitudini di vita nel modenese, nel racconto di un pensionato: il lavoro agricolo, l'importanza degli animali nell'economia domestica, le imposizioni del regime. Nonostante le difficoltà e le ristrettezze, con la fine della guerra, la ricostruzione e un lavoro stabile, anche vivere in provincia offre maggiori opportunità.
Estremi cronologici
1938 -1966
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 84
Collocazione
MP/Adn2

Noi "tribù dell'Amiata"

Alvaro Giannelli

L'impegno politico e sindacale, nella memoria di un pensionato grossetano: cresciuto nella zona del Monte Amiata da una famiglia di umili condizioni, ma educato nel rispetto dei valori contadini, partecipa alla ricostruzione e al miglioramento economico del suo paese, rivestendo a lungo la carica di sindaco.
Estremi cronologici
1929 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 44
Collocazione
MP/Adn2

L'odore della miseria

Nicola Natale

Un pensionato abruzzese traccia il bilancio della propria vita: cresciuto in una famiglia contadina e orfano di madre a soli sette anni, alla scuola elementare subisce le prime forme di discriminazioni, per non poter comprare la divisa balilla. La durezza del lavoro dei campi, lo sfollamento e un fallito tentativo di fuga verso la Jugoslavia, precedono i cambiamenti socio-politici, che anche la provincia vive dall'immediato dopoguerra.
Estremi cronologici
1925 -1975
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 85
Collocazione
MP/Adn2

Nonna Rina racconta

Riva Marini

Il cambiamento del lavoro agricolo e della qualità della vita, nel racconto di una donna aretina, che confronta la propria educazione con quella moderna: un passaggio generazionale che coinvolge ogni aspetto del vivere quotidiano.
Estremi cronologici
1946 -1961
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 27
Collocazione
MP/Adn2

Sorvegliato speciale

Gileo Galli

Operaio trattorista all'Ente Maremma, un giovane -impegnato politicamente- viene licenziato perchè figlio di un mezzadro: troverà prima lavoro nella Cooperativa agricola Mazzolai, poi in una fattoria. Deciso a cambiare impiego, concluderà la carriera come vigile urbano.
Estremi cronologici
1949 -1964
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 29
Collocazione
MP/Adn2