Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 217

Italia Fraticida. Diario di lavoro

Francesca Mazza Pistone

Il lungo viaggio attraverso la propria esperienza di insegnante: una siciliana, ora in pensione, ripercorre gli anni delle docenza nelle scuole superiori, l'impegno sindacale e i grandi cambiamenti dell'universo scuola. Sullo sfondo una società alla perenne ricerca della legalità.
Estremi cronologici
1946 -2006
Tempo della scrittura
2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 30
Collocazione
MP/Adn2

Tra guerra, resistenza e campo di prigionia

Dante Cordara

Un ottantenne piemontese racconta gli ultimi due anni di guerra. Partecipa alla resistenza nelle langhe, rischia la fucilazione, è deportato nel campo di Bolzano, testimonia la liberazione e la fine della guerra.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 5
Collocazione
MG/T2

[...] Il giorno 5 agosto 1944

Omero Gennaioli

Un paese distrutto, morti e deportati, donne violentate, furti, incendi e saccheggi: questo è il racconto tragico di Omero, che ricorda i giorni terribili dell'agosto 1944 a Pieve Santo Stefano.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
p. 1
Collocazione
MG/T2

I bravi di Iolanda di Savoia

Enrico Piccotti

La breve memoria di un medico condotto piememontese ripercorre la prima esperienza lavorativa, svoltasi nella provincia ferrarese: dopo sei mesi di servizio è assalito da una squadra fascista e malmenato. Rientrerà così nel paese d'origine, ancora più consapevole dell'importanza del valore della libertà.
Estremi cronologici
1920 -1921
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 18
Collocazione
MG/T2

Lasciarsi liberi

Federica Di Matteo

Una giovane ragazza ricorda e riflette con tristezza e rabbia sul padre che, dopo anni di violenze nei confronti della madre, le abbandona e sembra dimenticarsi di loro.
Estremi cronologici
1991 -2004
Tempo della scrittura
2004
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 6
Collocazione
MP/T2

...Libertà vo'cercando che si cara...Piccole storie, grandi uomini

AA.VV.

Una pensionata ligure mette insieme episodi, aneddoti e ritratti di personaggi riguardanti la Resistenza a Savona. Il materiale è tratto da archivi, giornali e testimonianze scritte lasciate dal padre, oppositore al fascismo e sostenitore dell'attività partigiana.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
2007 -2008
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp.131
Collocazione
MP/Adn2

Il senso della vita

Valeria Pederiva

Dopo un'infanzia infelice accanto a un padre manesco e segnata dalla tragica scomparsa della madre, l'autrice emigra in Svizzera dove sposa un compagno di lavoro e dove nasce un figlio. Ritorna in Italia dopo la separazione dal marito. Qui incontra un ragazzo albanese più giovane di lei, con il quale fugge a Durazzo. Una storia di passione che finisce dopo due anni lasciandole una nuova personalità e una più grande forza interiore.
Estremi cronologici
1950 -2007
Tempo della scrittura
2002 -2007
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Formato Digitale: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 145
Collocazione
MP/09

Cronaca grigia

Gabriella Puccioni

Cronaca, quasi quotidiana, della prima stagione di dolore legata alla guerra: sola con due figli, in attesa di notizie riguardanti la sorte del marito, deportato in Germania. Nel gennaio del 1945 la prima agognata lettera chene annuncia il ritorno.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 28
Collocazione
DG/09

Diario 22 giugno 1944 - 3 settembre 1944

Ubaldo Casarosa

Una memoria in forma di diario ripercorre gli eventi dolorosi della seconda guerra mondiale, vissuti da un adolescente pisano e dalla sua famiglia: costretti a trovare rifugio nei Monti Pisani, dal giugno a metà agosto 1944 sooportano scarsità di cibo, acqua e sopravvivono a rastrellamenti e violenze. Poi la decisione di tentare di attraversare l'Arno e raggiungere le retrovie americane, nell'attesa di rientrare a casa e ricominciare la ricostruzione.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1980 -2008
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 105
Collocazione
MG/09

Le memorie di una povera idiota

Rosa Bartolini

L'autrice nasce nel 1934 e vive l'infanzia in un ambiente familiare complesso. Con la morte del padre nel 1940, la situazione viene aggravata dalla decisione della madre di sposarsi di nuovo. Il patrigno si rivela brusco con lei, tanto da finire nelle cronache locali: uno scandalo che coinvolge Rosa, incompresa dai parenti e vittima del moralismo dell'epoca, tanto da venire affidata prima al fratellastro e poi a un Istituto fino al termine della scuola quando, costretta a mantenere la famiglia, lavora a Roma e Città di Castello (PG) come collaboratrice domestica e bracciante. Nel 1959 il matrimonio e il trasferimento a Nizza: qui è costretta a lavorare duram...
Estremi cronologici
1930 -2007
Tempo della scrittura
1969 -2007
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 5
Formato Digitale: 1
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 95
Collocazione
MP/11