Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 112

Diario di guerra

Giovanni Allori

Un giovane, in servizio di leva, parte per la guerra: all'iniziale entusiasmo subentra la consapevolezza della disfatta, con la cupa presa di coscienza delle violenze perpetrate dai tedeschi ai danni dei soldati italiani prigionieri come lui.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 34
Collocazione
MG/99

Diario autunno 1943

Franco Tosi

All'indomani dell'8 settembre, un ufficiale di fanteria, dislocato con il suo reggimento nel sud dell'Albania e fatto prigioniero dai tedeschi, affronta una marcia disperata per raggiungere il porto più vicino e imbarcarsi per l'Italia. Rientrato in patria continua il servizio militare nell'esercito del Sud, trovandosi in una complessa situazione psicologica ma tentando sempre di riscattare l'onore del suo Paese.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 86
Collocazione
DG/99

Affrontando i ricordi 1944-1945

Giovanni Comparin

Dopo l'8 settembre del 1943 un giovane studente si arruola nell'esercito della Repubblica sociale. A tappe forzate raggiunge prima le Marche e poi l'Abruzzo dove, lungo la linea Gustav, è testimone della ritirata tedesca. L'autore diserta nel giugno 1944 e raggiunge Vicenza, dove è in pericolo fino all'arrivo degli americani, nell'aprile 1945. Con alcune pagine di diario dell'epoca.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 51
Collocazione
MG/99

[...] Una parte della mia vita in Africa

Gino Bernardini

Diario senza date, spesso memoria, ma raccontata a caldo, pochi giorni dopo l'evento narrato: "ho scritto sulle ginocchia e in tempo di guerra". Così, un boscaiolo racconta la sua vicenda coloniale in Eritrea, nel 1935, dal doloroso viaggio, all'arrivo a Massaua, con la faticosa marcia fino ad Asmara e al confine etiopico, quasi senza descrivere la guerra.
Estremi cronologici
1935 -1936
Tempo della scrittura
1935 -1936
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 87
Collocazione
DG/99

Ricordi della Grande Guerra 1915-1918

Francesco Bucci

Un ufficiale di complemento redige una memoria nella quale riporta anche le lettere scritte al padre durante la prima guerra mondiale. Racconta la vita nelle trincee del Carso e nelle retrovie. Nel 1918, viene mandato in Albania, dove prosegue le azioni militari a fianco del fratello, capitano medico.
Estremi cronologici
1915 -1918
Tempo della scrittura
1915 -1969
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 213
Collocazione
MG/99

In compagnia con la paura

Gino Giusti

Narrazione in rima, alternata a passi in prosa, di un pensionato che ricorda la sua esperienza in guerra, il disorientamento seguito all'armistizio, la breve prigionia in Germania. La scrittura in versi rende più pacata, ma non meno vera, la memoria di eventi drammatici.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1940-1949
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
poesia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 67
Collocazione
A/Adn

Ricordi della vita militare

Giuseppe Bastianon

Prima una breve memoria che riferisce dei sedici mesi del servizio militare, poi un ricco epistolario coi famigliari quando un impiegato veneto si trova internato come prigioniero in Croazia: cresce in lui la rabbia perchè "a guerra finita" nessuna autorità sembra ricordarsi dei prigionieri civili.
Estremi cronologici
1934 -1947
Tempo della scrittura
1934 -1947
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
pp. 296
Collocazione
E/00

I miei ricordi e le mie esperienze

Alberto Arquati

Scrive della sua infanzia in una famiglia povera di braccianti agricoli, dell'attività di antifascista e della lotta clandestina durante la guerra. Ma i suoi ricordi più importanti sono quelli dedicati alla sua attività di dirigente sindacale. Dal dopoguerra in poi, racconta le lotte, gli scioperi, le conquiste e i miglioramenti delle condizioni dei lavoratori.
Estremi cronologici
1922 -1977
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Allegati
Consistenza
pp. 56
Collocazione
MP/00

Diario del mio campo di guerra

Tripolino Maionchi

Diario di guerra di un fante, richiamato nel 1940 e inviato sul fronte slavo. Assegnato alla squadra salmeria, affronta marce snervanti, vede il rancio diminuire e pensa continuamente alla moglie in ospedale: ammalatosi di malaria, curato male e amareggiato per la mancata licenza, spera che qualcuno invii il suo scritto a casa, in caso di decesso.
Estremi cronologici
1940 -1942
Tempo della scrittura
1940 -1942
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 25
Collocazione
DG/00

La mia prigionia di guerra

Bruno Mazzucato

Catturato dai tedeschi mentre è in Jugoslavia, un soldato italiano vive l'incubo della deportazione: costretto con altre migliaia di prigionieri a centinaia di chilometri di marcia, giunge in Germania. Dopo aver accettato di essere impiegato nei lavori pesanti pur di sopravvivere ai morsi della fame, vive la gioia della liberazione ad opera degli americani e quella del rientro a casa.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 193
Collocazione
MG/00